×
1 504
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Thermore lancia le versioni “Marble” e “Black” delle sue “Ecodown Fibers”

Pubblicato il
today 24 lug 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ulteriore sviluppo sulle fibre libere per il marchio milanese di imbottiture termiche per l’abbigliamento Thermore, che dopo una sperimentazione durata 5 anni ha lanciato all’ultimo salone Milano Unica la versione “Marble”, cioè ad effetto marmorizzato, della sua “Ecodown Fibers”, pensata per rappresentare un’alternativa alla piuma.

"Ecodown Fibers Marble" - Thermore


“La fibra è libera perché è ad iniezione, non il solito rotolo d’imbottitura, fornendo così massima libertà di utilizzo per il consumatore finale, con in più, a partire dalla stagione Autunno-Inverno 2020/21, l’effetto marmorizzato”, afferma una portavoce di Thermore. Infatti, “abbiamo compreso che le migliorie tecniche applicabili a questo prodotto sarebbero potute essere minime. L’unica caratteristica variabile era quindi l’aspetto”.

“Ad oggi, i progressi nel settore tessile consentono ai tessuti di essere particolarmente resistenti e leggeri, tanto da essere quasi trasparenti”, prosegue. “Abbiamo così capito che il mondo dell'abbigliamento era pronto per una nuova sfida, e ci siamo chiesti: perché non utilizzare l’imbottitura per conferire agli indumenti un originale tocco stilistico?”.

La particolarità è che il risultato finale sarà sempre diverso, proprio come nel caso del marmo, di cui ogni lastra non può essere identica all’altra. Rivendicando di utilizzare la più avanzata tecnologia nel campo delle fibre libere sul mercato, Thermore ricorda in un comunicato che le fibre di “Ecodown Fibers” sono altamente voluminose, presentano un elevato fill-power, sono estremamente durature nel tempo e sono riciclate.
 
Thermore ha presentato anche il prodotto “Ecodown Fibers Black”. L’imbottitura che, combinata all’utilizzo di tessuti chiari, fornisce un effetto di colore 3D. Inoltre, questo nuovo prodotto offre la possibilità di cambiare la tonalità di colore di qualsiasi tessuto utilizzato, creando infinite variazioni.

"Ecodown Fibers Black” a confronto con la fibra "Loft" - Thermore


L’azienda milanese, che tradizionalmente preferisce non comunicare i propri dati economici, è stata fondata nel 1972 con il nome di Fi.Si. (Fibre Sintetiche S.p.A.) da Lucio Siniscalchi. Oggi è diventata una delle leader mondiali nella ricerca, produzione e commercializzazione di isolamenti termici per l’abbigliamento, con attività in Europa, Nord e Sud America, Oceania e Asia, impianti di produzione in Thailandia e uffici in Via Tortona 35 a Milano (che segue Europa e America) Hong Kong e - da meno di un anno - a Tokyo. I suoi bestseller, secondo la portavoce, rimangono le imbottiture in pezza (core business sin dalle origini) cui si sono aggiunte proprio le fibre “Ecodown”.
 
Thermore è membro dell’Outdoor Industry Association, della SnowSports Industries America e della Camera Nazionale della Moda Italiana, e la PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) ha certificato come vegani tutti i suoi prodotti.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.