×
1 744
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Head of Production
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Site Management Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ELENA MIRO'
Head of Merchandising & Buying
Tempo Indeterminato · ALBA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
PATRIZIA PEPE
Digital Adversiting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PATRIZIA PEPE
E-Commerce Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Retail Buying Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
Business Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
CONFIDENZIALE
IT Help-Desk
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PATRIZIA PEPE
International Key Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
CRM Manager, Fashion Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
NALI ACCESSORI
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Business Developer- Interior Design Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Rtw ww
Tempo Indeterminato · VICENZA
OTB S.P.A.
Global Collection Merchandising Manager Denim
Tempo Indeterminato · VICENZA
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
4 apr 2022
Tempo di lettura
6 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Thebe Magugu svela le prime idee per il progetto Amigo di AZ Factory

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
4 apr 2022

Pochi designer saranno al centro dell'attenzione quest'anno come Thebe Magugu, il giovane e brillante talento sudafricano scelto per essere il primo stilista a creare una collezione Amigo per AZ Factory, dopo Alber Elbaz.

Thebe Magugu per AZ Factory - Foto: AZ Factory - DR


Magugu ha svelato le sue prime idee in alcune call private su Zoom con vari giornalisti di moda, rifacendosi a molti dei primi concept di AZ Factory mostrati in quello che finora è l’unico show dell’etichetta.
 
La collezione arriva un anno dopo la tragica scomparsa del fondatore della maison Alber Elbaz, morto di Covid-19 nell'aprile 2021. In una brillante carriera, l'israeliano Elbaz ha portato Lanvin ad essere considerata una delle 5-6 case di moda più influenti di tutto il settore, dopo aver realizzato collezioni brillanti e ricche di invenzioni per Krizia, Guy Laroche e Yves Saint Laurent.

Elbaz ha potuto mettere in scena solo una sfilata AZ Factory, un finto programma televisivo di varietà durante la pandemia (tenutosi durante la stagione dell'alta moda parigina nel gennaio del 2021) per il suo marchio alle prime armi, che è sostenuto da Richemont. Il colosso del lusso con sede in Svizzera è proprietario della più importante scuderia mondiale di marchi di orologi e gioielli. Richemont possiede altre tre case di moda: Chloé, Azzedine Alaïa e Dunhill.
 
Con una nuova strategia, AZ Factory sta selezionando una serie di "Amigos" per concepire delle collezioni per la maison. La scelta come ‘First Amigo’ di Thebe Magugu - ex vincitore del Premio LVMH e dotato di uno straordinario senso del potere immaginativo della moda - ha già suscitato molta eccitazione.
 
Nato a Kimberly, Magugu si è trasferito a Johannesburg per studiare fashion design, fotografia di moda e fashion media alla LISOF. Ha debuttato con la prima collezione a suo nome nell'aprile 2017, ottenendo immediatamente consensi per il suo talentuosissimo storytelling. La sua sfilata più recente a Parigi presentava immagini della propria famiglia allargata, con i suoi esponenti di più generazioni che indossavano i vestiti di Magugu. A marzo, mentre gli ospiti stavano partecipando a una nuova mostra di idee ispirate da Elbaz, AZ Factory ha svelato la scelta di Magugu in un video incisivo.

Thebe Magugu per AZ Factory - Foto: AZ Factory - DR


Quella mostra, allestita all'interno del museo Galliera e intitolata Love Brings Love, costituiva una retrospettiva della sfilata di gala dell'ottobre 2021 in commemorazione di Elbaz che ha visto la partecipazione di circa 40 importanti designer. Ognuno di essi si era impegnato a creare un capo che omaggiasse lo stile di Elbaz. Uno di loro era Magugu, che ha fatto riferimento ai tempi di Alber da Guy Laroche, e alla sua collezione A/I 1997-1998, con un abito in seta avorio plissé, una camicetta di raso e un gigantesco cappello piumato.
 
Thebe porta quel look in una nuova dimensione come Amigo di AZ Factory, dando una nuova colorazione a quel concept e rifinendolo con stivali a punta robusti e chic.
 
Magugu gioca anche con le stampe zebrate in un abito superbamente drappeggiato scolpito attorno a un top elasticizzato, giocando ancora una volta sulle prime idee di Alber per uno stile atletico-elegante. E lo fa usando l’avvolgente tecnologia AnatoKnit e facendo indossare la creazione alla sua modella-musa, Ponahalo Mojapelo, DJ e scrittrice.
 
Thebe schiera anche illustrazioni di animali dell'artista algerino basato a Parigi Chafik Cheriet, che erano state realizzate per AZ Factory rimanendo però inutilizzate. Riscoprendole, le vediamo apparire in abiti, gonne e bluse di seta molto cool. E, con un tocco armonioso, Thebe gioca sulla predilezione di Alber per i fiocchi - lo stilista israeliano non è mai apparso senza un papillon - completando un cappotto di nylon blu petrolio con un enorme fiocco sul retro.
 
Sebbene abbia solo 28 anni, il pacato Magugu ammette di sentirsi già “come un veterano della moda”. Così lo abbiamo incontrato per discutere dei suoi piani.

Thebe Magugu - Foto: Aart Verrips per AZ Factory - DR


FashionNetwork: Cosa le ha dato più entusiasmo nell’occupare questa posizione?
Thebe Magugu: Risale a tanto tempo fa, quando guardavo FTV (Fashion Television) in Sud Africa e vedevo tutte queste persone creative che mi hanno ispirato. Ricordo che mia madre risparmiò per comprare una TV satellitare e uno dei primi show che vidi fu quello di Alber Elbaz. Quindi, l'idea di contribuire a questo universo è molto eccitante.
 
FNW: Alber ha sempre detto di volere un marchio democratico, cosa significa per lei?
TM: Penso che sia importante anche nel mio lavoro. Quando ho visto la moda attraverso la TV non ho visto molte persone come me rappresentate in essa. I primi messaggi non sono sempre stati gentili con alcuni di noi al di fuori. Quindi è stato molto stimolante e ispiratore il fatto che Alber volesse entrare in contatto con persone viste come intrinsecamente diverse dalla moda. E lasciare che vi trovassero uno spazio. L'inclusività è fondamentale.
 
FNW: Quali istruzioni ha ricevuto?
TM: È stato come un evento in due parti. L'anno scorso sono stato avvicinato da Alex Koo (il partner di Alber) che mi ha chiesto se volevo contribuire a questo incredibile evento tributo e ho risposto ‘Naturalmente’. Non ho mai avuto il piacere di conoscere Alber, ma conoscevo il suo lavoro. Il mio enorme rispetto per lui è raddoppiato già quando ho cominciato a documentarmi. Aveva un grande senso di gentilezza verso gli altri e questo è molto raro, specialmente nelle persone del suo calibro. E ho fatto riferimento a un look, un bellissimo vestito bianco che era apparso da Guy Laroche.
 
FNW: Quando ha iniziato a lavorare al progetto Amigo?
TM: Alla fine dell'anno scorso. Mi hanno chiesto di inviare un moodboard e ho mandato 29 schizzi. E abbiamo iniziato a sviluppare campioni a partire da quest'anno, avanti e indietro, da Parigi al Sud Africa. Il tutto lavorando in questo sbalorditivo edificio, la Fondazione Cartier. Sono stato qui a Parigi nelle ultime due settimane e sono impazzito, correndo e correndo...

Thebe Magugu per AZ Factory - Foto: AZ Factory - DR


FNW: Quali elementi del DNA di AZ Factory sono importanti per lei?
TM: Volevo entrare nella casa di moda in modo realmente molto rispettoso e non rovinare tutto ciò che era stato fatto prima. Volevo esprimere i punti in comune che condivido e il fatto che veniamo entrambi dallo stesso continente. Alber è nato in Marocco, io in Sudafrica ed entrambi siamo venuti a Parigi per perseguire i nostri sogni di moda. Mi chiedevo, e se l'Africa fosse la culla della moda e della haute couture? E questo dal momento che molto di ciò che costituisce la moda europea è la narrazione, l'artigianato e il tempo dietro gli oggetti. L'idea di qualcosa che si tramanda da una generazione all'altra. Come nella mia tribù, che è conosciuta per la narrazione e la tessitura della plastica. In realtà, vengo da due tribù: Sotho e Tswana. Quindi, quando ho visto il programma televisivo di Alber mi è parso bellissimo, soprattutto per un ragazzo come me originario di una piccola città mineraria come Kimberly.
 
FNW: In Love Brings Love ha fatto riferimento all'era di Alber per Guy Laroche. punterà su altri periodi della sua carriera?
TM: Ciò che ha reso Alber un designer brillante è che aveva un modo esecutivo di lavorare con qualsiasi marchio. Il suo periodo da Guy Laroche è molto in risonanza con me.
 
FNW: Possiamo aspettarci nuove Sneaking Pumps come Alber?
TM: Erano così belle, anche se noi facciamo riferimento a quella forma di sneaker a punta negli stivali e nelle scarpe con i tacchi a spillo.
 
FNW: Quando le persone potranno mettere le mani sulla collezione?
TM: Sarà disponibile per l'acquisto a giugno. Stiamo anche pianificando alcune attivazioni, in cui retail e cultura siano fianco a fianco.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.