×
1 519
Fashion Jobs
CAMICISSIMA
Magento Specialist 2.4
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Real Estate Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci- Corporate Image Department Director
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager East Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Tecnico Qualità
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Europe Man Rtw Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FACTORY SRL
Responsabile di Linea Maglieria
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MANDARINA DUCK
Ecommerce Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Pubblicato il
19 apr 2021
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

The Lycra Company collabora con Itochu per fibre ottenute da scarti tessili 

Pubblicato il
19 apr 2021

The Lycra Company, una delle aziende leader mondiali nelle fibre e soluzioni tessili per l'industria dell'abbigliamento, continua a dimostrarsi sepre più sensibile alle problematiche della preservazione dell’ecosistema e a pochi giorni dalla Giornata Nazionale della Terra (Earth Day) annuncia il lancio delle prime offerte performanti realizzate al 100% da scarti tessili.

Jeans in fibra Coolmax Ecomade ricavata al 100% da scarti tessili - The Lycra Company


Le fibre Coolmax e Thermolite EcoMade realizzate con scarti tessili sono il risultato di una collaborazione strategica tra The Lycra Company e Itochu Corporation, gruppo nipponico con circa 100 sedi in 62 nazioni e attivo da oltre 160 anni in svariati settori tra cui tessile, aerospaziale, elettronica, multimedia, energia, chimica, finanza e immobiliare, nonché già collaboratore di importanti brand della moda e del lusso.
 
Per molti anni, le prime fibre Coolmax e Thermolite sono state realizzate con materie prime riciclate, come le bottiglie di PET. The Lycra Company continuerà a proporre questi prodotti parallelamente a quelli realizzati col riciclo degli scarti tessili. Questi ultimi, che consistono in scarti dei produttori di indumenti, vengono convertiti da un processo unico di depolimerizzazione e raffinazione dal quale risultano fibre con proprietà paragonabili al poliestere vergine.
 
Le nuove fibre sono disponibili nelle forme standard e adatte ai comuni processi tessili e agli usi di battitura degli isolanti. Vengono realizzate in Cina (non nello XinJiang, ndr.) e in questa fase sono al momento riciclabili solo gli scarti di tessuto ricchi di poliestere. I primi tessuti ottenuti con questo processo arriveranno probabilmente dalle fabbriche tessili cinesi nel periodo maggio-giugno, mentre quelli delle fabbriche europee seguiranno a luglio-agosto.

“Il problema degli scarti tessili”, ha detto in una nota Julien Born, direttore commerciale di The Lycra Company (di cui è appena diventato anche co-CEO), “rappresenta una sfida sostanziale per la sostenibilità, dato che l'equivalente di un camion di scarti tessili viene mandato in discarica o incenerito ogni secondo.Questa collaborazione dimostra l'approccio sinergico che abbiamo nello sviluppo di prodotti e tecnologie che supportano un futuro più sostenibile per i nostri clienti a livello globale”.
 
Ma FashionNetwork.com ha voluto parlare dell’iniziativa di The Lycra Company in modo più approfondito con Arnaud Ruffin, Commercial Director Brands & Retailers EMEA della società.

Arnaud Ruffin - Foto: Dominique Maitre


FashionNetwork: Cosa si può fare nel prossimo futuro per garantire che le fibre contenenti materiali plastici (come spandex, poliuretano) abbiano un minore impatto sull'ambiente?
Arnaud Ruffin: Stiamo lavorando su diversi fronti per ridurre al minimo l'impatto delle nostre offerte.  In primo luogo, in termini di input, stiamo lavorando sull'utilizzo di più risorse rinnovabili come la biomassa e alternative a base biologica, al posto di risorse limitate come il petrolio. Garantiamo inoltre l'uso di sostanze chimiche sicure nei nostri prodotti attraverso certificazioni come Oeko-Tex Standard 100 e Gold Level Material Health dal Cradle to Cradle Products Innovation Institute per 25 dei nostri prodotti Lycra. In secondo luogo, ricicliamo gli scarti in fibre Lycra riducendo così i rifiuti che arrivano alle discariche. In terzo luogo, offriamo una serie di tecnologie Lycra volte a prolungare la durata di vita degli indumenti – secondo il WRAP (World Resources Action Programme), prolungare la vita di un capo di abbigliamento di soli nove mesi può ridurre del 20% ciascuno gli scarti tessili, l'acqua utilizzata e le emissioni associate a quell'indumento. Infine, stiamo aiutando i nostri clienti a identificare quei riciclatori di indumenti in grado di gestire i prodotti con fibra di Lycra alla fine del ciclo di vita per evitare che quei capi finiscano in discarica.
 
FNW: Dopo decenni di acquisti compulsivi, stiamo assistendo a un risveglio globale delle coscienze rispetto al problema dell'inquinamento. Quale importanza assume quindi il riciclo nel mondo della moda, e in particolare la vostra iniziativa?
AR: Le nostre nuove fibre Coolmax e Thermolite EcoMade realizzate con il 100% di scarti tessili mirano proprio ad affrontare il problema dei troppi rifiuti tessili e di abbigliamento che finiscono in discarica. Il nostro obiettivo è aiutare a mantenere i rifiuti fuori dalle discariche e, sebbene oggi iniziamo con i rifiuti pre-consumo, il nostro obiettivo finale è quello di raccogliere i rifiuti post-consumo e lavorare con i nostri marchi e retailer partner per riprendere gli scarti tessili alla fine del loro percorso di vita chiudendo così il ciclo.
 
FNW: La partnership con Itochu sarà continuativa negli anni? The Lycra Company ha previsto altri co-lab con simili compagnie globali?
AR: Abbiamo sviluppato un’idea di business a lungo termine con Itochu, sfruttando le capacità e i punti di forza unici l’uno dell'altro. Siamo sempre alla ricerca di collaborazioni sinergiche, ad esempio in soluzioni sostenibili innovative, che possano aggiungere nuovo valore ai nostri partner nell'industria tessile.
 
FNW: Nell'Unione Europea vengono utilizzate ogni anno oltre 50 milioni di tonnellate di materie plastiche, ma solo 8 di esse vengono riciclate. Quali azioni The Lycra Company sta attuando nel campo della plastica per migliorare l'economia circolare?
AR: Consideriamo questi nuovi prodotti realizzati con scarti tessili come trampolini di lancio verso l'economia circolare. Non ci siamo ancora, ma il nostro obiettivo a lungo termine, come accennato in precedenza, è passare agli indumenti post-consumo e lavorare con marchi/rivenditori per riprenderli alla fine della loro vita in modo da poter chiudere il ciclo. Questa è solo la prima di una serie di innovazioni pianificate da The Lycra Company volte a far progredire l'economia circolare. Oltre all’iniziativa con le fibre Coolmax e Thermolite EcoMade, stiamo anche lavorando a soluzioni circolari per i nostri altri prodotti.

Vari tipi di tessuti Coolmax EcoMade da scarti tessili - The Lycra Company


FNW: Finita l'emergenza per il Covid-19, secondo lei torneremo ad organizzare fiere professionali come l'anno scorso o rimarrà tutto virtuale e digitale?
AR: Non vediamo l'ora di partecipare alle fiere in presenza quando il momento appropriato arriverà. Per ora, abbiamo spostato i nostri contenuti sul digitale per soddisfare meglio le esigenze delle fiere virtuali, con interviste video e materiale digitalizzato collaterale. Abbiamo anche sperimentato webinar per connetterci ulteriormente con clienti nuovi ed esistenti condividendo approfondimenti e soluzioni di prodotto.
 
Tornando ai nuovi prodotti derivanti da scarti di tessuti, essi saranno venduti da The Lycra Company in tutto il mondo, ad esclusione del Giappone, dove Itochu sarà responsabile delle vendite e del marketing. Diverse fabbriche hanno accesso alle nuove offerte e inizieranno a breve a sviluppare tessuti con queste innovative fibre sostenibili.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.