×
1 532
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Fabric Research Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Replenishment
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
District Manager Wycon - Calabria
Tempo Indeterminato · COSENZA
RANDSTAD ITALIA
Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
ROSSIMODA S.P.A.
Buyer Componenti Calzatura
Tempo Indeterminato · VIGONZA
FIRST SRL
Helpdesk IT Specialist
Tempo Indeterminato · RHO
DELL'OGLIO
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · PALERMO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Lombardia/Piemonte- Settore Profumeria
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
BOT INTERNATIONAL
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Addetto/a Ufficio After Sales Calzature
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
SYNERGIE ITALIA
Sales Account
Tempo Indeterminato · LUCCA
STUDIO RENÉ ALBA
E-Business Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
Di
APCOM
Pubblicato il
30 apr 2010
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Tessile: ripresa vera dal 2011

Di
APCOM
Pubblicato il
30 apr 2010

Milano, 30 apr. - "La crisi del settore del tessile-abbigliamento italiano è dura, ma se ne uscirà piano piano tra il 2011 e il 2013". E' la convinzione degli imprenditori secondo una ricerca svolta da Astra Ricerche per Sistema moda Italia.



Per lo studio sono state fatte quasi 300 interviste, di cui 50 face to face, a imprenditori del settore. Secondo le aziende non si è mai vista una crisi così grave, definita "durissima" dall'80%, destinata a continuare nel 2010. Considerando il settore in generale, per 4 imprese su 5 si tratta di una crisi durissima, visione che migliora se si passa al giudizio delle singole imprese: la crisi "picchia duro" per due su tre.

I catastrofisti, che pensano che il settore non si riprenderà più, sono il 17% del totale. L'ottimismo però prevale: il 60% degli intervistati vede una ripresa nel 2011-2013. La percezione generale è che la crisi abbia cambiato per sempre le coordinate del tessuto economico, e il settore dopo avrà una nuova articolazione.

Secondo Michele Tronconi, presidente di Sistema moda Italia, "il peggio è passato. Ci troviamo in una fase di adattamento, è difficile dare un quadro della situazione: ma il made in Italy ha ancora delle chances". La ricerca, dice, si spiega con l'esigenza di "rimettersi in ascolto" nei confronti degli imprenditori.

Secondo il presidente di Smi bisogna puntare su una "collaborazione costruttive intrafiliera per un successo di insieme". La crisi, sostiene il direttore generale Gianfranco Di Natale, "valorizzerà il nostro prodotto, c'è spazio sia in Cina che in Brasile".

Tra gli imprenditori, spiega il professor Enrico Finzi di Astra, è "diffusissimo l'orgoglio sull'unicità del settore italiano e sulla sua capacità di ripresa". Tra le misure giudicate molto efficaci dalla maggioranza delle imprese ci sono gli sgravi sul costo dell'energia, la riduzione generalizzata dell'Irap, la riduzione del cuneo fiscale e dell'Iva.

Fonte: APCOM