×
1 687
Fashion Jobs
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
is&t Finance Specialist
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile di Produzione- Fashion Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
22 set 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Tagliatore: nel 2022 target 26 milioni di euro di fatturato

Pubblicato il
22 set 2022

Tagliatore compie 50 anni. Correva l’anno 1972 quando Franco Lerario decise di lavorare in proprio, assumendo le prime 10 lavoranti, e pur non avendo ancora una sala taglio riuscì a sviluppare nuovi capi per un grossista di Firenze. Oggi l’azienda pugliese di abbigliamento e accessori registra ottimi risultati di vendita, e la novità dell’ingresso nel beachwear.

Pino Lerario, direttore creativo di Tagliatore


Partito producendo capispalla, Tagliatore è arrivato nel 2018 a produrre un total look di abbigliamento comprendente anche scarpe, borse, camicie, foulard, cinture e altri accessori. È invece del 2007 l’introduzione della linea donna Tagliatore 0205. “Con la PE 2023 facciamo debuttare anche una linea di moda mare”, rivela a Fashion Network.com il direttore creativo Pino Lerario, molto soddisfatto dei risultati di fatturato del suo marchio: “Dopo aver chiuso il 2021 a 21 milioni di euro, stimiamo di terminare il 2022 a 26 milioni, grazie al lavoro dei nostri 200 dipendenti diretti – che con l’indotto arrivano a 500. Circa il 20% del giro d’affari è ormai ottenuto con la donna”.
 
Il brand genera il proprio fatturato al 50% in Italia e al 50% all’estero. Il Giappone è il principale mercato estero di Tagliatore; a seguire ci sono soprattutto Turchia, Germania, Francia e Corea del Sud, e poi Austria, Svizzera, Svezia, Norvegia, Danimarca.

La vicenda produttiva della famiglia Lerario inizia a Martina Franca, in provincia di Taranto, con la bottega di calzature di Vito Lerario, detto Tagliatore, perché intagliava e cuciva tomaie. Il soprannome viene ereditato dal figlio Franco, che invece decide di dedicarsi alla sartoria, aprendo nel 1984 la Confezioni Lerario, realtà che inizialmente lavora in conto terzi, per poi arrivare al lancio del brand Tagliatore nel 1999. 

Tagliatore, Primavera-Estate 2023


Oggi l’azienda familiare pugliese è condotta dalla terza generazione, composta da Pino, Vito, Teresa e Luciano Lerario. Vito e Luciano sono i responsabili della produzione, Teresa si occupa della parte amministrativo-finanziaria, mentre Pino è la mente creativa e il portavoce del brand, colui che ne supervisiona tutte le fasi progettuali e produttive.
 
Tagliatore oggi produce 100 modelli campione a stagione, tra creazioni per l’uomo e per la donna, con un'apertura di circa 500 varianti tessuti e colori a stagione. “Sono circa 400 varianti per l’uomo e 150 per la donna, perché una cinquantina si miscelano. Inoltre produciamo almeno 340 capispalla al giorno e siamo distribuiti presso 800 clienti multimarca worldwide, 450 in Italia e 350 all'estero”, precisa Pino Lerario.
 
“Visto il nostro ampliarci fino a un total look c’era in programma di aprire un negozio a Milano nel 2020, ma il Covid ha rallentato il progetto. Comunque non siamo rimasti fermi e nel frattempo abbiamo inaugurato uno showroom direzionale Tagliatore, proprio a Milano, in Palazzo Meroni, su Corso Italia”, spiega ancora lo stilista.
 
Per la stagione calda del 2023, Tagliatore predilige tessuti naturali e super leggeri quali il cotone seersucker, perfetto per le giacche totalmente sfoderate e destrutturate, a cui abbinare pantaloni dal fit loose, per un look dal fascino retrò. Accanto a capi effortless chic e dal tocco décontracté, prendono vita giacche classiche dai tessuti estivi più strutturati.

Tagliatore 0205, Primavera-Estate 2023


Ma è sui colori che Pino Lerario pone l’accento. Colore d’elezione è il verde salvia, cui si affianca l’azzurro cielo. Il rosa vivace si unisce invece con armonia ad un caldo bordeaux. Una palette dai colori polverosi, accompagna una collezione in cui maglieria e accessori si uniscono coerentemente al DNA del brand dall’attitudine sartoriale.
 
Invece, nella PE 2023 di Tagliatore 0205, il tessuto d’elezione è il lino, fibra nobile e naturale, che vive nei capi natural fresh dal tocco shiny. Giacche, completi e trench parlano un nuovo linguaggio, con linee più asciutte e fit slim capaci di esaltare la sinuosità del corpo femminile, strizzando l’occhio a sartorialità e artigianalità. All’interno del progetto creativo troviamo anche forme morbide e costruzioni più over, per un look maggiormente destrutturato e androgino. Tra i colori dominano il rosa, il verde e il turchese, ma non mancano le tinte monocromatiche della terra, fino ad arrivare agli intramontabili blu e neri, che, per la sera, si rivestono di paillettes per un look glamour.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.