×
1 568
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Swatch Group abbandona la partnership con Calvin Klein

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 22 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il produttore svizzero di orologi Swatch Group ha annunciato martedì di aver abbandonato la partnership con il marchio statunitense Calvin Klein, decidendo di lasciar arrivare a scadenza il contratto di licenza. “La decisione è stata presa a seguito delle recenti turbolenze e incertezze [manifestatesi] a livello della direzione di Calvin Klein”, ha indicato il gruppo elvetico in un breve comunicato.

Campagna Estate 2019 orologi - Calvin Klein


Il contratto arriverà a scadenza “in un prossimo futuro”, ha unicamente precisato Swatch, che produceva orologi su licenza per il marchio americano da 22 anni, senza fornire maggiori dettagli.
 
PVH Corp, la casa madre di Calvin Klein, anche proprietaria del brand Tommy Hilfiger, aveva presentato a gennaio un programma di ristrutturazione, che comprendeva la chiusura del suo flagship store a NewYork su Madison Avenue, con l'obiettivo di riposizionare il marchio le cui vendite stanno perdendo slancio.

Conosciuto per i segnatempo in plastica multicolore, il gruppo Swatch è anche proprietario di un ampio portafoglio di marchi (tra i quali Tissot, Longines e Omega) e produceva orologi per Calvin Klein dal 1997, consentendo al marchio americano di beneficiare del prezioso marchio di qualità svizzero. Nel 2004, la cooperazione col brand statunitense era stata rafforzata aggiungendovi delle collezioni di gioielli.
 
“La decisione è stata spiegata con le incertezze a livello gestionale di Calvin Klein, ma noi riteniamo che sia stata anche determinata dal calo delle vendite in questo segmento”, ha affermato René Weber, analista di Vontobel, in un commento al mercato azionario.
 
Calvin Klein era fino a questo momento il marchio di punta di Swatch Group nel segmento degli orologi fashion, con modelli venduti all’incirca fra i 150 e i 300 franchi svizzeri (da 136 a 272 euro). Questo segmento produttivo è soggetto a una forte concorrenza, esercitata sia da parte di altri marchi di moda che producono in Cina ma anche dagli smartwatch, articoli in piena ascesa, ha ricordato l'analista.
 
Tuttavia, la fine di questa collaborazione non dovrebbe avere conseguenze sul gruppo Swatch, dato che il suo contributo ai profitti era di “minore” entità, ha sostenuto l'analista. Il gruppo elvetico non specifica le proprie vendite marchio per marchio, ma René Weber valuta le entrate generate dalla partnership con Calvin Klein a 160 milioni di franchi svizzeri (145 milioni di euro) lo scorso anno, pari al 2% del fatturato di Swatch Group. Una cifra che non ha però generato utili, a causa della forte concorrenza in questo segmento, secondo le sue stime.

Copyright © 2019 AFP. Tutti i diritti riservati.