Svolta nei profumi,nasce la nota tonda, la 'round shape'

Rivoluzione nel mondo dei profumi che abbandonano la struttura fatta di note di testa, cuore e fondo che si sprigionano nell'aria in tempi diversi, modificando e riducendo quindi il loro effetto col passare delle ore. I nuovi profumi non cambiano più, grazie a una struttura'rotonda', fatta di accordi odorosi stabili.


Le fragranze si fanno 'round shape' cioè rotonde e dall'odore che persiste per ore, come appena spruzzate. Ritorna inoltre l'amore per l'odore dei fiori di una volta, ma le essenze non si ricavano più davvero dai petali di rose né da sostanze sintetiche, si estraggono dai lieviti del pane e dai probiotici.

Lo attestano alcune nuove ricerche e il fiuto di alcuni nasi maestri profumieri che sfornano le prime fragranze moderne. La prima indagine è stata svolta dall'inglese Seven Scent, che fabbrica essenze per le principali industrie di profumeria nel mondo. Per il 2016-2017 si prevede il ritorno delle essenze di violetta, di bouquet fioriti, di bacche polpose come lamponi, more, ribes nero e bacche rosse, legni e foglie. La nostalgia comanderà i gusti olfattivi, ma i profumi sono prossimi a cambiare per sempre.

I ricercatori di una start-up biotech di Boston, la Ginkgo Bioworks, armeggiando con i geni di un lievito, il fungo microscopico che fa lievitare il pane, hanno prodotto il dolce e muschiato odore della rosa mosqueta e un mix di fiori. Ha spiegato Christina Agapakis, direttore creativo della company alla conferenza 'Business Insider Biofabricate', dedicata alla biologia, all'arte e al design tenuta a fine ottobre a New York City: "Stiamo sviluppando anche palette di fragranze partendo da colture di microbi della famiglia del lactone, per fare essenze uguali alla pesca, all'albicocca, al mango e al cocco". Sono in corso anche esperimenti con i probiotici, quelli che mantengono sano il nostro sistema digerente, per produrre essenze ecologiche e alternative. Con la fermentazione e l'ingegneria genetica le cellule dei lieviti diventano una fattoria che produce ingredienti profumati a volontà. La rivoluzione della profumeria riguarda, infine, anche la storica piramide olfattiva. Sistema messo a punto nel XX secolo da Jean Carles, profumiere francese fondatore della Roure Perfumery School (oggi Givaudan), la piramide classifica ancora oggi le essenze nelle rinomate note di testa (molto volatili, durano poche ore), di cuore (più durature) e di fondo (le più persistenti). Un profumo quindi cambia col passare delle ore.

Non cambiano invece le fragranze 'round shape', di forma rotonda, che si basano su accordi odorosi persistenti e fedeli. "Ho voluto sperimentare una nuova fragranza che lasci una scia infinita", - spiega Aurélien Guichard, naso francese fra i più richiesti, nato a Grasse e autore della nuova fragranza Ever Bloom della casa giapponese Shiseido. "E' una struttura a tutto tondo costruita su un accordo unico portante. Rispecchia una maggiore modernità, anche se non vorrei parlare di un nuovo trend". Si tratta della prima fragranza definita ufficialmente 'round shape'.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

ProfumiNomine
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER