×
1 631
Fashion Jobs
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
3 giu 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Steven Stokey Daley vince il Premio LVMH 2022

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
3 giu 2022

Il vincitore del prestigioso Premio LVMH è il britannico Steven Stokey Daley con la sua etichetta S.S.Daley, mentre i brand ERL e Winnie New York condividono il Premio Karl Lagerfeld. Sono stati loro ad emergere giovedì scorso fra gli otto finalisti di questa edizione 2022, ricevendo un riconoscimento del valore rispettivamente di 300.000 e 150.000 euro.

Steven Stokey Daley premiato dall'attrice Cate Blanchett


I giovani designer hanno ricevuto i premi presso la Fondation Louis Vuitton, nella zona ovest di Parigi.
 
Il vincitore viene presentato come proveniente dalla classe operaia di Liverpool. Secondo gli organizzatori, Steven Stokey Daley “reinterpreta l'elitarismo e le istituzioni della classe superiore britannica. Mette in discussione la natura strutturale di questa eredità britannica attraverso un prisma 'omosociale'”.

Il designer Idris Balogun, col suo marchio Winnie New York, ed ERL, del designer americano Eli Russell Linnetz, si sono invece visti assegnare il Premio Karl Lagerfeld.
 
I vincitori sono stati selezionati da una giuria composta da sette Senior Designer della galassia LVMH - Jonathan Anderson (Loewe), Maria Grazia Chiuri (Dior), Nicolas Ghesquière (Louis Vuitton), Kim Jones (Dior), Stella McCartney, Silvia Venturini Fendi, Nigo (Kenzo) - ma che comprendeva anche Delphine Arnault, Jean-Paul Claverie e Sidney Toledano.
 
All'inizio di marzo, durante la semifinale del Premio LVMH a Parigi, una giuria di 62 esperti del settore aveva giudicato le proposte dei 20 semifinalisti, riducendo il loro numero a 8 finalisti. Per il secondo anno consecutivo, anche il pubblico ha potuto votare; infatti, oltre 62.000 persone hanno selezionato online il loro candidato preferito.

I vincitori del Premio LVMH 2022 coi membri della giuria - FNW


Gli altri finalisti in lizza erano: Knwls, della designer britannica Charlotte Knowles e del suo collega canadese Alexander Arsenault; la stilista irlandese Róisín Pierce; Ashlyn, del designer sudcoreano Ashlynn Park; Tokyo James, il marchio di Iniye Tokyo James, e RyunosukeOkazaki, dell’omonimo stilista giapponese.
 
Oltre alla ricompensa finanziaria, vincere il premio attira un'enorme attenzione da parte dei media e si traduce in ordini quasi automatici da parte delle boutique di moda internazionali.
 
Tuttavia, non necessariamente si traduce sempre in una garanzia di sicuro successo dall'oggi al domani. Alcuni precedenti vincitori, pensiamo a Grace Wales Bonner (2016), Marine Serre (2017) o Thebe Magugu (2019), hanno intrapreso carriere prestigiose creando marchi indipendenti di alto profilo. Altri sono passati inosservati, come Thomas Tait (primo vincitore nel 2014) o Doublet di Masayuki Ino (2018).
 
Ironia della sorte, sono stati spesso finalisti non vincitori del riconoscimento - come Jonathan Anderson, Virgil Abloh o Simone Rocha - ad avere in seguito le carriere più folgoranti.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.