×
1 529
Fashion Jobs
CONFIDENTIAL
District Manager Estero
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CAMICISSIMA
Magento Specialist 2.4
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Real Estate Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci- Corporate Image Department Director
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager East Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Tecnico Qualità
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Europe Man Rtw Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FACTORY SRL
Responsabile di Linea Maglieria
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
9 mar 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Stella McCartney: nel 2018, l’acquisizione da parte della fondatrice ha inciso sui risultati

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
9 mar 2020

Nel 2018, l’aumento dei costi, legato in parte all’acquisizione da parte di Stella McCartney delle quote del suo brand possedute dal gruppo Kering (il 50%), ha inciso sui risultati della società britannica. I numeri dell’esercizio, depositati di recente, mostrano infatti una perdita operativa di oltre 10 milioni di sterline.

Stella McCartney - autunno/inverno 2018 - Prêt-à-porter donna- Parigi - © PixelFormula


Nel corso dell’esercizio precedente, la società aveva realizzato un utile operativo di 9,1 milioni di sterline (10,42 milioni di euro) e, se la transazione con Kering non era ancora totalmente finalizzata alla fine dell’esercizio fiscale 2018, essa ha comunque contribuito a convertire tale utile in una perdita di, per la precisione, 10,8 milioni di sterline (12,37 milioni di euro).
 
I costi legati alla riorganizzazione dell’azienda e all’apertura di un grande flagship in Old Bond Street a Londra hanno contribuito ad aumentare le spese, passate da 29 milioni di sterline (33,2 milioni di euro) nel 2017 a 49 milioni di sterline (56,09 milioni di euro) nel 2018.

Nel periodo, le vendite sono rimaste stabili, progredendo di un modesto +0,2%, dopo essere cresciute del +2% nel 2017, e raggiungendo quota 42,6 milioni di sterline (48,8 milioni di euro). La società, che oggi gode di una partnership con LVMH (che lascia alla stilista il controllo del suo marchio, ndr), si è rifiutata di dare indicazioni sull’esercizio 2019.
 
La strategia dell’azienda britannica è di ampliare il proprio network di vendita retail aprendo nuovi negozi, soprattutto in Asia. La società, fortemente focalizzata sul fronte internazionale, non sembra preoccuparsi troppo delle conseguenze della Brexit, visto che meno del 5% del suo fatturato è realizzato sul suolo britannico.
 
Inoltre, la maggior parte del reddito estero registrato dalla società si riferisce a royalties, che beneficiano delle convenzioni fiscali internazionali del Regno Unito e non dovrebbero quindi essere interessate dalla Brexit.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.