Stefano Ricci chiude il 2017 con una crescita a doppia cifra (+14%)

L'azienda Stefano Ricci, che sarà presente al salone Pitti Uomo 93 con la nuova collezione autunno/inverno 2018-19, consolida la propria leadership internazionale nell'abbigliamento maschile di lusso mettendo a segno una crescita a doppia cifra nel fatturato del 2017 (+14%), che si aggira intorno ai 144 milioni di euro.

Un outfit maschile di Stefano Ricci - Instagram/Stefano Ricci

Dopo aver aperto recentemente la seconda boutique a Las Vegas, presso il Wynn Las Vegas Hotel, la società fiorentina, che ad oggi occupa 500 dipendenti, aprirà entro febbraio 2018 il nuovo monobrand, il 60esimo, al Peninsula di Hong Kong.

"È un traguardo significativo”, ha dichiarato Niccolò Ricci, AD della società fondata nel 1972. “Indica la rotta per un futuro che nasce nel solco della continuità. Proprio 25 anni fa mio padre decise di aprire la prima boutique in assoluto e la scelta fu considerata da molti rivoluzionaria: Shanghai. L'apertura di Hong Kong rappresenta idealmente il coronamento di questo lungo percorso".

Parallelamente, per l'anno appena concluso, è arrivata la conferma, per il terzo anno consecutivo, del Rating etico più alto a livello internazionale nel segmento luxury: la londinese Standard Ethics indica il livello EE (strong), con una visione di lungo periodo favorevole a un rating futuro atteso di EE+ (very strong).

"La nostra crescita è il frutto di continui investimenti nelle nuove aperture e nelle maestranze”, ha continuato Ricci. “Siamo orgogliosi di aver inserito, negli ultimi anni, oltre 80 giovani che sono stati affiancati da maestri artigiani. In un momento come questo, nel quale i grandi gruppi internazionali tornano a investire sul territorio fiorentino alla ricerca di mani esperte, non possiamo che condividere questa nostra vocazione".

Copyright © 2018 ANSA. All rights reserved.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER