Stefano Pilati curerà una mostra per il Pitti Uomo di giugno 2018

Dopo la mostra "Il museo effimero della moda" concepita da Olivier Saillard, che ha attirato più di 112.000 visitatori a Firenze lo scorso giugno, la manifestazione fiorentina ha annunciato l’organizzazione di un’altra iniziativa di questo tipo e valore. Il prossimo giugno, in occasione del Pitti Uomo 94, il Museo della Moda e del Costume del sontuoso Palazzo Pitti ospiterà infatti "Evolution - Involution - Révolution", 30 anni di moda maschile visti da Stefano Pilati.

Stefano Pilati - Ph. Courtesy SP Studio

L’ex direttore artistico di Saint Laurent, e poi di Ermenegildo Zegna, proporrà "la sua riflessione personale sulla moda contemporanea". Si tratta di un "approccio inedito alla cura di una mostra (né percorso antologico, né lettura accademica) che parte dalla propria esperienza e che attraverso evocazioni, suggestioni, coinvolgimenti e rifiuti, immergerà il visitatore nella multiforme realtà della moda maschile degli ultimi tre decenni, raccontando la sua relazione dialettica con un contesto sociale in continua evoluzione", spiegano gli organizzatori in un comunicato.
 
La mostra, che durerà fino ad ottobre, sarà la terza dopo "Karl Lagerfeld - Visions of Fashion" e "Il museo effimero della moda" di un ciclo triennale sulla moda, promosso dal Centro di Firenze per la Moda Italiana in partnership con la Galleria degli Uffizi e con la collaborazione di Pitti Immagine tramite la sua fondazione Pitti Discovery.
 
L’esposizione nascerà anche grazie al supporto finanziario del governo italiano, attraverso il Ministero dello Sviluppo Economico e l’agenzia di promozione internazionale ICE.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Saloni / fiereEventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER