×
1 291
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Controlling Reporting & Finance Projects Lead
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Industrializzatore/Industrializzatrice Pelletteria
Tempo Indeterminato · PADOVA
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Direttore - Department Store Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Media Insights Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
THUN SPA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Affiliate E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · CHIASSO
VERSACE
Stock Controller - Napoli
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Responsabile Ricerca Tessuti
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
TBD EYEWEAR
Creative Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Accessori Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA RETAIL
Marketing Director
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Quality Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
13 set 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Sports Direct smentisce di aver discusso di una fusione tra House of Fraser e Debenhams

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
13 set 2018

Sports Direct ha affermato nella giornata di mercoledì di non avere intenzione di presentare un’offerta per la catena britannica di grandi magazzini Debenhams. Il distributore di articoli sportivi ha così reagito con questa affermazione a ciò che definisce come "recenti voci di stampa".

DR


In giornata, un consigliere uscente di Sports Direct aveva detto che il gruppo aveva discusso della possibilità di fondere House of Fraser con Debenhams.
 
Sports Direct, fondato dal miliardario Mike Ashley, ha comprato House of Fraser per 90 milioni di sterline (100,9 milioni di euro) il mese scorso dopo il fallimento di un piano di salvataggio sostenuto dal gruppo cinese C.banner. La società possiede anche una quota del 29,7% di Debenhams, gruppo britannico di grandi magazzini in difficoltà.

Alla domanda se il consiglio di amministrazione di Sports Direct avesse sollevato la possibilità di unire House of Fraser (788 milioni di sterline di vendite nel 2017) e Debenhams (2,954 miliardi di sterline di vendite), Simon Bentley ha detto alla stampa durante l'assemblea generale del gruppo a Londra: "Ne abbiamo discusso". Il dirigente lascia il consiglio di amministrazione del gruppo dopo avervi fatto parte dal 2007.
 
Simon Bentley ha aggiunto che Sports Direct era attualmente focalizzato sulla sua ultima acquisizione, aggiungendo che se si presenteranno delle opportunità in futuro, il gruppo sarà in grado di approfittarne.

dpa


Non è solamente in Inghilterra che i grandi magazzini devono affrontare delle difficoltà. Al di là l'Atlantico, le reti di department store si stanno ampiamente riducendo. E l’idea di una fusione tra House of Fraser e Debenhams sostanzialmente riprende l'accordo perfezionato martedì tra la canadese Hudson's Bay e l’austriaca Signa per fondere le loro catene tedesche di grandi magazzini Kaufhof (96 punti vendita in Germania) e Karstadt (80 punti vendita in Germania) nell’intento di resistere meglio alla concorrenza dei distributori online, creando così una entità dal fatturato annuo cumulato di 5,4 miliardi di euro, che sarà posseduta al 49,99% da Hudson’s Bay e per il resto da Signa.
 
“È come se si fondessero i Printemps e le Galeries Lafayette”, faceva notare martedì scorso Paolo de Cesare, Presidente del gruppo Printemps, durante una presentazione. Prima di aggiungere, sorridendo: “Ma questo non è d’attualità”.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.