×
1 461
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Sneakerness: tutto pronto a Milano per la seconda edizione italiana

Pubblicato il
today 3 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Torna a Milano, il 5 e il 6 ottobre prossimi, Sneakerness, l’evento internazionale BtoC che raduna i migliori reseller di cultura sneakers. Il fenomeno del reselling è cresciuto in modo esponenziale nel mondo negli ultimi due anni, non solo negli Stati Uniti: si stima che il mercato della rivendita di sneakers da collezione valga più di 1,2 miliardi di dollari.

Un'immagine della prima edizione di Sneakerness


Sneakerness rappresenta il momento più seguito per la sneakers culture a livello europeo, un evento dedicato alla compravendita di scarpe rare, in edizione limitata, numerate o autografate, di pezzi storici, di modelli introvabili, delle collaborazioni più prestigiose e uniche.
 
La fiera si terrà alla Fabbrica Orobia di Milano, in zona Porta Romana, non lontano dalla Fondazione Prada. La struttura, nata nel 1920, ex scalo ferroviario, 6.000 metri quadrati d’estensione, lasciata volutamente allo stato originale, conserva evidenti i segni del suo trascorso industriale.

Fondata dallo svizzero Sergio Muster e realizzata per il mercato italiano da SG Company S.p.A., Sneakerness negli anni ha preso sempre più piede a livello internazionale, svolgendosi ad Amsterdam, Berlino, Mosca, Parigi, Varsavia, Colonia, Johannesburg e Rotterdam e accogliendo solo nel 2018 più di 45.000 visitatori. Furono 10.000 i partecipanti alla prima edizione milanese.
 
Con la presenza di oltre 50 reseller, la fiera presenterà vari eventi collaterali: contest sportivi, conferenze, talk, esposizioni artistiche e le collaborazioni musicali con le radio M2O e TRX.

Ma il focus principale di questa edizione è rappresentato dalla partecipazione straordinaria di StockX, la piattaforma di reselling di sneaker, fondata a Detroit nel 2016, che propone anche orologi e articoli di streetwear, e che porta all’evento la possibilità di autenticare le proprie scarpe per evitare la vendita e l’acquisto di falsi.
 
La piattaforma statunitense di reselling di sneaker, che per valutare i prodotti usa un metodo di quotazione mutuato dal mercato azionario, permettendo cioè di fare offerte con transazioni “bid and ask” in tempo reale, viene valutata oltre un miliardo di dollari dopo l’ultimo round di finanziamenti delllo scorso giugno da 110 milioni di dollari, grazie ai quali conta di svilupparsi in Europa, Cina e Giappone fra 2019 e 2020. StockX (approdato ufficialmente anche in Italia dallo scorso gennaio) vanta più di 8 milioni di utenti unici al mese, con un giro di affari di quasi 2 milioni di dollari ogni giorno. Il tutto in un mercato delle sneakers che vale complessivamente ben 55 miliardi di dollari, mentre oltre 3 milioni di appassionati ricercano online ogni mese un capo di streetwear.

In un mercato internazionale in cui le sneakers in limited edition e i drop dei marchi più attesi possono raggiungere cifre astronomiche (è dello scorso luglio la notizia che un set di 99 paia di sneakers da collezione è stato acquistato da un imprenditore canadese per 850.000 dollari in un'asta privata organizzata dalla casa d'aste Sotheby's a New York, ndr.), dilagano sempre più anche i prodotti contraffatti tra i reseller, creando vittime inconsapevoli tra gli appassionati delle sneakers e gli stessi venditori.

Sneakerness


È anche per questo che la seconda edizione milanese di Sneakerness presenta un sistema di autenticazione globale e un pricing trasparente per determinare i prezzi medi di ogni release in partnership proprio con StockX, che presenzierà alla manifestazione per la prima volta in Italia (dopo New York, Los Angeles e Londra) con il suo concept di Drop-OffGrazie alla presenza in loco degli ‘Authenticator’ di StockX, il Drop-Off offrirà agli utenti la possibilità di consegnare le sneakers che hanno già venduto sulla piattaforma, effettuare l’autenticazione e ricevere il pagamento direttamente sul posto e di persona.
 
Tra gli altri partner del salone spiccano Foot Locker, Mini, Tik Tok e Swatch. Il marchio elvetico di segnatempo presenterà per la prima volta in Italia la collaborazione con BAPE, una collezione di sei orologi Swatch Big Bold, in edizione limitata, che sarà acquistabile tramite raffle.

Fra i talk, Derek Morrison, direttore di StockX Europa, si unirà a Stefano Pomogranato, fondatore di Special Sneaker Club Milano, a Jacopo Pozzati, fondatore di SOTF e a Kola Tytler, co-fondatore di Dropout Milano, per discutere il fenomeno del mercato del reselling. Il panel sarà presentato da Chris Danforth, Footwear Editor di “Highsnobiety”.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.