×
1 700
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
District Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
NARA CAMICIE
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Account Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Retail Area Manager Piemonte/Liguria/Lombardia
Tempo Indeterminato · TORINO
ANONIMA
ww Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Digital Client Development Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
ORIENTA SPA
General Manager - Bolzano
Tempo Indeterminato · BOLZANO
ANTONIOLI S.R.L.
SEO & SEM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Sustainability Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Pubblicato il
3 mar 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

SMI fa appello al Governo: a rischio 70.000 impieghi

Pubblicato il
3 mar 2021

Il 3 marzo Sistema Moda Italia ha presentato un’analisi econometrica realizzata dall’Università Carlo Cattaneo sull’andamento del settore tessile-abbigliamento: è grido d’allarme. L’attuale crisi provocata dalla pandemia e dalle conseguenti misure adottate dal Governo che hanno penalizzato fortemente il comparto (si pensi a mesi di chiusura forzata di tanti esercizi commerciali) costituisce, per dimensione e complessità, una vera minaccia al patrimonio di imprese e competenze della filiera. Nell’arco dei prossimi 3 anni, in assenza di interventi, il comparto potrebbe arrivare ad una perdita di fatturato di circa 9 miliardi di euro e alla chiusura di circa 6.500 imprese (il 15%), con la conseguente perdita di 70mila posti di lavoro (il 17,8%): un vero e proprio tsunami economico e sociale.

Shutterstock


SMI ritiene che con una solida ed articolata politica di investimenti da attivare tempestivamente, sia possibile preservare e rilanciare la filiera, con dimostrabili benefici anche sul settore manifatturiero nel suo complesso. L’associazione ha elaborato un’articolata strategia di intervento concepita su tre livelli operativi e con investimenti complessivi per circa 8 miliardi di euro.
 
In primis si dovrebbe pensare ad interventi di emergenza immediati, per un valore di 2 miliardi di euro, per salvaguardare le professionalità prolungando la cassa Covid e agevolare i processi di ristrutturazione, con un contributo a fondo perduto per le PMI che abbiano subito un forte calo, consentendo loro sia di affrontare il delicato tema sociale delle uscite dal lavoro che quello delle entrate di nuove professionalità richieste dal settore nei prossimi anni. Bisognerebbe poi, a 36-48 mesi, ci fossero misure per sostenere la sostenibilità, l’innovazione creativa, la digitalizzazione, anche a sostegno delle manifestazioni fieristiche, e il recupero di competitività settoriale (previsti stanziamenti per 4 miliardi di euro). Infine sarebbero necessarie azioni mirate di lungo periodo, con investimenti da 2 miliardi di euro, in rafforzamento e completamento delle misure previste nella fase precedente, eminentemente strutturali, negli ambiti della promozione, della formazione e della riqualificazione delle risorse umane.

Sistema Moda Italia ha ritenuto indispensabile attivarsi, come referente istituzionale del Governo, con un’analisi precisa e puntuale per delineare lo stato reale della crisi e con lo studio di soluzioni attuabili concretamente per un intervento strutturale che permetta non solo al settore – determinante per l’economia del Paese - di riprendersi ma anche e soprattutto di crescere ed essere un punto di riferimento dell’asset economico e sociale dei prossimi anni.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.