Slowear: Nuo Capital ne acquisisce una quota di minoranza

La società di investimento di Hong Kong Nuo Capital ha acquisito una quota di minoranza del gruppo italiano di abbigliamento prêt-à-porter Slowear, che possiede numerosi brand e prevede di utilizzare questi fondi per mettere in pratica un piano di sviluppo ambizioso.

Nuo Capital ha comprato una quota minoritaria del capitale di Slowear - Slowear- Facebook

Dopo aver comprato una quota di minoranza nel capitale di Slowear, nell'ambito di un accordo confidenziale, il veicolo d’investimento della famiglia cinese Pao Cheng, Nuo Capital, che ha sedi a Milano e Hong Kong ed è guidato dal magnate Stephen Cheng, intende utilizzare le sue risorse, competenze e conoscenze del mercato asiatico per aiutare Slowear a proseguire nella propria espansione. L'azienda punta anche a raddoppiare il fatturato annuo del gruppo Slowear nel prossimo futuro (fonti ben informate parlerebbero di raggiungere i 100 milioni di euro entro il 2023, ndr.).
 
"Il nostro obiettivo è dare un forte impulso allo sviluppo dell'azienda", spiega Roberto Compagno, CEO di Slowear, in un comunicato stampa. Un obiettivo da ottenere "accelerando la diffusione del nostro format di vendita al dettaglio monomarca, sviluppando la nostra distribuzione e la nostra comunicazione su Internet, e facilitando il nostro ingresso nel mercato asiatico, dove vediamo un grande potenziale. Nuo Capital è un partner coerente con la nostra cultura d’impresa, molto orientata alla famiglia: potrà accompagnarci nella nostra crescita, ma anche nella gestione delle questioni strategiche del nostro settore. Siamo rimasti colpiti dalla filosofia di Nuo Capital, dal suo approccio a lungo termine e dalla sua volontà di sostenere le migliori aziende familiari e imprenditoriali, condividendo i loro valori, con l'obiettivo di sviluppare l'eccellenza italiana in Asia".
 
"Dopo investimenti nel vino [con Tannico e Terra Moretti, ndr.] e nel design italiano [con Artemest e Sozzi Arredamenti, ndr.], continuiamo il nostro slancio con l’abbigliamento di lusso informale insieme alla famiglia Compagno", ha dichiarato Tommaso Paoli, CEO di Nuo Capital.
 
Il gruppo Slowear è stato fondato dalla famiglia Compagno a Mira (VE) nel 1951. La società opera nel settore della moda maschile, ha circa 450 dipendenti e possiede i marchi Incotex, Zanone, Montedoro, Officina Slowear e Glanshirt. Slowear dispone di una rete di 29 negozi per la vendita al dettaglio, tra i quali dei corner e dei franchising, oltre a 15 flagship in grandi città come Milano, Parigi, Londra, New York e Tokyo, e viene venduto in un network di oltre 1.100 rivenditori multimarca globali.
 
Nel 2017, Slowear ha registrato un giro d’affari 50 milioni di euro, il 70% realizzato all’estero ed il 30% in Italia, con Giappone, Europa ed USA come primi mercati di riferimento. L’azienda veneta ha comunicato che per il 2018 si attende una crescita delle vendite del 6%.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Business
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER