×
1 574
Fashion Jobs
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
Pubblicità
Pubblicato il
19 mar 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Sì Sposaitalia: la wedding experience secondo la Generazione Z

Pubblicato il
19 mar 2021

Centennials, iGen, Gen Z o più semplicemente, Generazione Z: sono loro, i nati dopo la seconda metà degli anni ‘90, i protagonisti della rivoluzione nelle abitudini e nei gusti che sta facendo mutare il mercato. Loro, che sono venuti al mondo in un periodo storico dominato dalla tecnologia e che la utilizzano fin dalla nascita, valgono già oggi un terzo del mercato stesso e ne guidano la crescita, tanto che sono destinati, nel prossimo futuro, ad arrivare a coprire l’80% dei consumi. Da questo presupposto è partita l’indagine sulle consumatrici di domani condotta dal salone milanese della sposa Sì Sposaitalia Collezioni con il coordinamento scientifico di Laura Puricelli, Lecturer & Consultant in Digital Strategy e Innovation per moda, lusso e retail, che è stata al centro del webinar “Meet the Generation Z Bride - Alla scoperta degli sposi del futuro”.

Sì Sposaitalia Collezioni


La ricerca è volta a portare in primo piano esigenze, bisogni e desideri delle future spose, con una particolare attenzione alla wedding experience, per fornire uno strumento utile a orientare le strategie delle aziende e dei brand. Ne è emerso che le giovani spose, tacciate di vivere un’esistenza più virtuale che reale, invece credono ancora nel matrimonio tradizionale. Un’affermazione emersa soprattutto nella fascia d’età che va dai 14 ai 22 anni: giovani e giovanissime che dimostrano il forte lato pragmatico che le caratterizza, anche in rapporto ai valori nei quali credono, analizza Sì Sposaitalia.
 
L’abito da sposa coincide con quello da sogno per la maggior parte delle intervistate (36,4% delle giovanissime, 50% delle maggiorenni), la cui scelta ricade, preferibilmente, su un modello bianco (secondo il 68% delle prime e il 50% delle seconde) oppure su un vestito capace di rispettare la tradizione.

Le indicazioni emerse dall’indagine, poi, portano in primo piano la tendenza dell’accessorio per personalizzare il proprio abito (con una preferenza netta espressa dal 40% delle giovanissime), mentre lo stile prediletto da entrambe le fasce d’età (40% delle giovanissime e 54% delle giovani) è quello essenziale, semplice, con una preferenza accordata alla linea ad A degli abiti.

Come per le spose del passato, anche per la maggioranza delle native digitali la scelta dell’abito da sposa non sarà una questione totalmente virtuale e non potrà prescindere anche in futuro dall’atelier, esperienza fondamentale e unica del momento del matrimonio. Se è vero che l’attuale emergenza pandemica ha congelato in parte questo tipo di appuntamenti, le indicazioni per il futuro sono chiare: tradizione significa anche toccare, indossare, vivere l’abito e farlo condividendo l’esperienza della prova con le persone del cuore, per un’esperienza che il web non potrà mai sostituire. Ne sono convinte oltre il 54% delle giovani e il 58% delle giovanissime della Gen Z, pronte a farsi accompagnare in atelier da mamme e amiche strette.

Un abito da sposa di Bellantuono - Sì Sposaitalia Collezioni


Una generazione che, al netto delle critiche che le vengono continuamente rivolte, dimostra di avere le idee chiare, frutto di decisioni ponderate e consapevoli, in linea con le loro convinzioni, affiancate ad una sempre maggiore consapevolezza in termini di sostenibilità ambientale, che passa dal privilegio accordato ad aziende dalla filiera produttiva virtuosa a eventi a impatto zero che fanno del rispetto il vero lusso. Tutto questo senza dimenticare il valore del Made in Italy che non è ancora ben conosciuto come concetto dalle giovani (36,4%) e dalle giovanissime (45%), ma parallelamente le stesse intervistate sono in grado di percepire i contenuti di qualità, creatività e cura del dettaglio all’interno del concetto più ampio della sostenibilità, indica la ricerca.
 
Salta all’occhio l’attenzione che le nuove generazioni continuano ad avere nei confronti delle tradizioni che, soprattutto in un momento storico in cui domina l’incertezza, sono dei veri e propri appigli a cui affidarsi. Famiglia, radici, autenticità sono dunque le basi sulle quali brand e creativi del segmento degli abiti da sposa dovranno modulare le proprie strategie per avvicinare le nuove consumatrici.
 
L’ultima edizione di Sì Sposaitalia Collezioni, quella tenutasi dal 5 all’8 aprile 2019 (in quanto a causa della pandemia la fiera si era spostata da aprile a giugno 2020 e poi a settembre scegliendo infine di rimandarsi direttamente al 2021) aveva presentato 220 collezioni dell'universo sposa e cerimonia; i visitatori erano stati 10.279, provenienti da 61 nazioni. La prossima edizione è per il momento in calendario dal 21 al 24 maggio 2021 nei padiglioni di fieramilanocity.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.