×
625
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Product Marketing Manager - Fragranze
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Logistic And Customer Service Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Developer
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Commerciale Senior
Tempo Indeterminato · CREMONA
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
SLOWEAR SPA
Retention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Omnichannel Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CWF - CHILDREN WORLDWIDE FASHION
Wholesale Coordinator H/F
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Creative & Product Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Buyer Rtw Woman
Tempo Indeterminato · MILANO
METARISORSEUMANE
Junior Sales Manager B2B – Contract
Tempo Indeterminato · LIONE
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Business Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Emea Marketing Manager / Luxury Field / Milan
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Experience Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Analista Funzionale - Omnichannel IT Solution Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Qualitative & Quantitative Research Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager
Tempo Indeterminato · PARIGI
Pubblicato il
21 nov 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Shopping tax free cinese in Toscana: +39% nei primi 10 mesi

Pubblicato il
21 nov 2013

I turisti cinesi che ogni anno scelgono l’Italia e, in particolare, la Toscana come meta dei loro viaggi continuano ad aumentare, e rappresentano un’opportunità preziosa per lo sviluppo dell’economia e del turismo della regione e dell’Italia in generale. Infatti, negli ultimi dieci anni, l’outbound della Cina è quintuplicato e si stima dovrebbe arrivare a oltre 90 milioni di turisti nel corso del prossimo anno. Inoltre, il turista tipo cinese appartiene a una fascia elevata di popolazione, con un buon livello di istruzione e un reddito elevato, che destina al viaggio un budget considerevole: tra i 6.000 e i 12.000 euro, più di circa 10.000 euro dedicati esclusivamente allo shopping.

Per approcciare e gestire in modo efficace questa particolare e fondamentale clientela Global Blue ha presentato il 20 novembre a Palazzo Strozzi “Turismo cinese in Toscana: prospettive e strategie per il turismo e il retail”, un’accurata fotografia delle caratteristiche socio-economiche e di spesa del turismo proveniente dalla Cina insieme alla Fondazione Italia-Cina, ai due tour operator cinesi HHTravel e Diadema e con il sostegno del Comune di Firenze. Per approfondire il tema del flusso dei visti turistici è intervenuto il Vice Presidente dell’Associazione Partner Palazzo Strozzi, l'Ambasciatore Iannucci, che ha rappresentato l’Italia in Cina fino a dicembre 2012. Ad inaugurare i lavori James Bradburne - Direttore Generale Fondazione Palazzo Strozzi.

I Cinesi appartengono a quella categoria di turisti per cui lo shopping è una parte fondamentale del viaggio: secondo i dati relativi al Tax Free Shopping di Global Blue, sono loro ad aver sempre registrato una crescita degli acquisti con percentuali superiori alla media italiana anche nella fase più acuta della crisi economica, quando il mercato italiano crollava al -2% nel 2008 e il dato cinese si attestava a un +13%. Nello specifico, gli acquisti dei Cinesi in Italia nei primi dieci mesi del 2013 sono cresciuti del 27%, una percentuale che ha raggiunto il +39% in Toscana, posizionandoli come top spender regionali (con uno scontrino medio di 693 euro). Questo trend positivo risulta costante ormai da circa 5 anni, con picchi di crescita degli acquisti cinesi che hanno raggiunto il +103% nel 2010 per poi stabilizzarsi al + 86% nel 2011 e nel 2012, percentuali superiori al già positivo andamento dello shopping cinese a livello nazionale (in Italia +93% nel 2010 e +72% negli anni 2011-2012). Secondo i dati Global Blue dei primi dieci mesi del 2013, circa il 30% degli acquisti dei turisti del Paese del Dragone viene realizzato in Toscana, un dato che conferma la regione come luogo preferito per lo shopping di questa nazionalità dietro solo la Lombardia. Nel panorama tax free italiano invece, il primato spetta ancora ai Russi, con il 27% del mercato
.
A trainare l’andamento positivo del Tax Free Shopping nel territorio toscano è la presenza di un’offerta commerciale che ha saputo sfruttare adeguatamente tutti i canali di vendita: gli acquisti si dividono tra i negozi, concentrati fortemente a Firenze, e i diversi outlet della zona. Per quanto riguarda le nazionalità, se i negozi toscani vedono una maggiore uniformità nella ripartizione della spesa (Russi e Cinesi si dividono rispettivamente il 20% e il 19% del business, mentre gli americani il 16%), gli outlet registrano una netta predominanza proprio dei Cinesi, con il 38% degli acquisti.

I turisti cinesi sono high-spender, amano i pacchetti di viaggi di lusso e strutture alberghiere di alta categoria, scelte dal 70% dei Cinesi che visitano la Toscana. La Toscana viene scelta soprattutto per viaggi alla scoperta delle bellezze culturali della zona abbinati a tour enogastronomici, ma sta crescendo anche l’interesse per vacanze volte alla salute e benessere, grazie alle innumerevoli stazioni termali presenti sul territorio. Alcune iniziative dedicate per promuovere e far conoscere la Toscana, come "Passaporto per la Toscana", creato nel 2011 in cinese e i passaporti tematici come "Sulle tracce di Michelangelo" e "Sulle tracce di Dante", hanno fatto avuto riscontri particolarmente positivi.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.