Shoose & Co. fa crescere Apepazza e mette il suo know how al servizio di nuovi brand

Shoose & Co, azienda padovana con oltre 50 anni di storia nel mondo delle calzature, titolare al 50% del brand Apepazza (il restante 50% è stato acquisito lo scorso anno dalla trevigiana Febos), ha avviato nel 2015 un incubatore di lancio di nuovi brand che vogliano produrre le proprie scarpe in Italia. Luca Bagante, Presidente dell’azienda e terza generazione della famiglia fondatrice, ha raccontato i progetti della società a FashionNetwork.com.

Luca Bagante, Presidente di Shoose & Co, e la sorella Marta, Footwear & Accessories Designer

“Mio nonno Ruggero ha fondato la prima azienda come grossista di calzature, quindi nell’area commerciale. Tra il 1983 e il 1984 mio padre Claudio e i miei zii Adriana e Roberto hanno fondato il marchio Apepazza, nato inizialmente come produzione di espadrillas spagnole impreziosite da applicazioni di bigiotteria e ricami, per poi passare anche a sandali gioiello, zeppe e tacco tra la fine degli anni ’90 e il 2000”, ha raccontato Bagante. “Negli anni ’90 abbiamo gestito direttamente anche la produzione, con aziende spagnole compartecipate da noi, ma verso il 2010 abbiamo deciso di concentrarci più sullo stile e sulla creatività”.
 
Nasce poco dopo la collaborazione con Febos, che nel 2013 inizia a produrre (con partner esterni) e a distribuire Apepazza, fino all’acquisizione del 50% del brand nel 2018. “Abbiamo deciso di sfruttare al meglio le sinergie tra le nostre due aziende: noi ci occupiamo della creatività, del design e dello sviluppo prodotto, mentre Febos segue la parte commerciale”, ha precisato Bagante.
 
Un sodalizio che sta dando buoni frutti, viste le performance positive registrate da Apepazza negli ultimi anni. Inoltre, da tre stagioni Shoose & Co cura anche lo stile della linea di calzature da donna Napapijri, di cui Febos è licenziatario.
 
Un’altra collaborazione prestigiosa che Shoose & Co sta portando avanti dal 2017 è quella con Asics per la realizzazione di capsule collection made in Italy per il brand Onitsuka Tiger: la prima è stata presentata nel 2018 da 10 Corso Como; in via di definizione la seconda.
 
Inoltre, dal 2015 Shoose & Co ha deciso di mettere la sua grande esperienza nel campo delle calzature, in tutti gli ambiti (dallo stile, alla produzione fino all’area commerciale) al servizio di marchi emergenti o già affermati che vogliono produrre le proprie scarpe in Italia, avviando un servizio di incubatore specializzato nello sviluppo di start up della calzatura.
 
“Forniamo consulenza strategica, individuiamo per ciascun marchio il partner produttivo più adeguato alle sue caratteristiche e alle quantità da produrre, garantendo la miglior catena di prezzo. In Italia collaboriamo con tutti i distretti produttivi: Veneto, in particolare la Riviera del Brenta dove noi stessi siamo nati, Marche, Toscana, Lombardia, Campania, Puglia. Abbiamo rapporti consolidati anche con aziende produttive in Spagna, Portogallo e Paesi dell’Est; fuori dall’Europa lavoriamo molto con India e Indonesia”, ha spiegato Bagante, sottolineando che “il fatto di avere un nostro brand di proprietà è un grande plus, perché ci consente di provare prima sulla nostra pelle le soluzioni che proponiamo poi ai nostri clienti: abbiamo un’esperienza concreta e non solo teorica, come la maggior parte delle società di pura consulenza”.
 
Oltre alle calzature, la società sta collaborando anche con marchi di accessori come borse e cappelli. “Per questo business registriamo crescite del 20/30% circa anno su anno”, ha concluso Bagante.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeLusso - ScarpeInnovazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER