Shiseido: previsioni annuali riviste al rialzo dopo un primo semestre solido

Il produttore giapponese di cosmetici Shiseido ha rivisto positivamente le sue previsioni annue dopo aver registrato un utile netto più che raddoppiato nel primo semestre del suo anno solare 2018, soprattutto grazie alla clientela cinese.

Un utile netto più che raddoppiato nel 1° semestre per Shiseido

Ora punta a registrare un guadagno netto annuo di 67 miliardi di yen (515 milioni di euro al cambio attuale), quasi triplicato in un anno, ed equivalente a 13 miliardi in più delle stime precedenti.
 
I suoi ricavi annui dovrebbero arrivare a 1.090 miliardi di yen (+8,5% in un anno) e il suo guadagno d’esercizio a 110 miliardi (+37%).
 
Nel periodo da gennaio a giugno, Shiseido ha ottenuto un utile netto di 47,7 miliardi di yen (370 milioni di euro), contro i 18,8 miliardi di un anno prima, e anche l’utile operativo è raddoppiato, su un fatturato cresciuto del 13%, a 532,6 miliardi di yen.
 
Il gruppo ha accolto con favore il successo dei suoi investimenti pubblicitari, che gli assicurano un aumento della sua fama in Giappone, in Cina e nei negozi aeroportuali.
 
In particolare, le sue vendite sono aumentate del 15% in Giappone, del 32% in Cina e del 47% nei negozi duty-free degli aeroporti.
 
I marchi di lusso del gruppo nipponico (Shiseido, Clé de Peau Beauté, NARS, Laura Mercier, Dolce & Gabbana) stanno ottenendo un grande successo e anche la sua struttura di costi è migliorata.
 
Inoltre, Shiseido sta sfruttando appieno la continua crescita del numero di turisti nell'arcipelago, così come una ripresa della richiesta di prodotti per la cura della pelle, fra le altre cose.
 
Circa il 45% del fatturato del gruppo è incassato in Giappone, il 17,5% in Cina, l’11% in Nord America, l’8,8% in Europa e l‘8,5% nei negozi all’interno degli aeroporti.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 AFP. Tutti i diritti riservati.

CosmeticiBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER