Sharra Pagano vuole espandersi all’estero e pensa a un nuovo flagship a Milano

Sharra Pagano, storico brand di gioielleria fondato a Milano nel 1969 da Lino Raggi e acquisito qualche anno fa da Giuseppe Fredella, Presidente dell’Associazione Gioiello Moda Italia, punta a crescere all’estero, dove oggi realizza il 40% del proprio fatturato.

 
“Lo sviluppo distributivo avrà come vettori principali la realizzazione di corner all’interno di prestigiosi department store, oltre ad accordi di collaborazione con showroom multimarca in Italia e all’estero”, ha spiegato Giuseppe Fredella a FashionNetwork.com. “Il piano di espansione internazionale include Russia, Middle East, Cina e Giappone, oltre al consolidamento dei mercati già esistenti”. 
 
Sul fronte italiano, per i suoi 50 anni Sharra Pagano sta valutando l’opening di un nuovo flagship store a Milano e intende rafforzare il suo atelier creativo situato in via Felice Casati, con l’obiettivo di soddisfare una clientela “haute couture” alla ricerca di creazioni uniche e made to measure. 
 
Altro asset importante per la crescita del marchio sarà la comunicazione, attraverso eventi selezionati che comunichino l’essenza del brand, la sua storicità, artigianalità e unicità artistica, il potenziamento delle piattaforme digital e investimenti mirati su testate moda internazionali.
 
“La strategia attuale prevede una uguale attenzione allo sviluppo e valorizzazione del brand Sharra Pagano e allo sviluppo di nuove collaborazioni con marchi emergenti ed alto potenziale”, ha aggiunto Fredella; oltre al proprio brand, infatti, la società produce in licenza i gioielli di varie griffe di moda. 
 
Infine, l’imprenditore non esclude che tra i progetti futuri di Sharra Pagano, nato in concomitanza con la nascita del pret-à- porter italiano, ci possa essere l’introduzione di capsule di accessori accanto ai bijoux, come già accaduto in passato con occhiali, borse e foulard.
 
Oggi l’azienda realizza il proprio giro d’affari per il 60% in Italia, per il 20% in Europa, per il 10% negli Stati Uniti, per il 5% in Australia e il restante 5% nel resto del mondo.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriGioielleriaDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER