×
1 384
Fashion Jobs
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILAN
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
SIDLER SA
Jersey Product Manager / Luxury Brand / Ticino
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
OTB SPA
E-Commerce Accounting Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
MIA BAG
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
STELLA MCCARTNEY
Health, Safety & Environment Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Marketing & E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · BOLZANO
VALENTINO
Compliance & Sustainability Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
UMANA SPA
IT Manager
Tempo Indeterminato · VENEZIA

Sfilate Primavera-Estate 2014: Parigi subentra a Milano

Pubblicato il
today 25 set 2013
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Difficilmente il calendario parigino della Primavera-Estate 2014 potrebbe essere più ricco. Con circa 100 sfilate e presentazioni spalmate su 9 giorni, il programma ufficiale dovrebbe lasciare a tutti coloro che lo affronteranno ben poco spazio a momenti di pausa e di relax.

Emanuel Ungaro, autunno-inverno 2013-2014 (PixelFormula)


Cosa c'è di ancor più importante di una prima collezione, per uno stilista che approda in una maison di lusso? Risposta: senza dubbio, la sua seconda collezione. Bisognerà dunque essere sempre sul pezzo (sin dalle nove del mattino) per cogliere gli appuntamenti più importanti della FW della Ville Lumière. Fra loro: la seconda stagione di Alexander Wang da Balenciaga e il secondo défilé parigino di Yang Li, nuovo beniamino del lusso "cool". Non meno decisiva la sfilata di Fausto Puglisi per Emanuel Ungaro (la cui prima collezione la stagione scorsa ha destato ottima impressione) o quella di Geraldo da Conceicao, altrettanto elogiato per le sue creazioni per il marchio Sonia Rykiel in pieno riposizionamento.

Il generale arricchimento del programma ufficiale raddoppia grazie a una fitta serie di sfilate off, organizzate fuori dagli orari ufficiali. Vi si potranno trovare case di moda straniere come Talbot Runhof, Wunderkind, Allude, Atsuro Tayama e Luis Buchino. L'azienda di lusso etico newyorchese Maiyet ha fatto il percorso inverso e tornerà nel programma ufficiale il 28 sera.

Assente dal programma ufficiale, la maison Mugler si è presa un anno sabbatico in questa stagione, citando la fase di grandi cambiamenti interni che sta attraversando, fra nuovo CEO e un direttore artistico non ancora confermato, che le hanno impedito di presentare una collezione strutturata a buyer e stampa. La nomina della nuova direzione artistica dovrebbe arrivare prossimamente. Paco Rabanne, invece, non figura nel programma ufficiale per ragioni di organizzazione interna, ma ha previsto comunque un suo défilé indipendente giovedì 26 settembre. Una sfilata in occasione della quale gli invitati scopriranno il nuovo designer incaricato di curare lo stile, il francese Julien Dossena, presentato alla stampa a metà estate. Infine, Costume National sarà assente anch'esso dalle passerelle parigine perchè ha deciso questa stagione di tornare a sfilare a Milano.

Lanvin, primavera-estate 2013 (PixelFormula)


C'è molta suspense poi alla voce “mercato”, con la collezione Rochas di Marco Zanini che potrebbe essere l'ultima, a voler credere alla voce che gira da alcuni mesi, che dà l'italiano in fuga verso Schiaparelli (gruppo Tod's). Voce che sta prendendo maggiore corpo all'inizio di questa fashion week, poiché il “New York Times” riporta echi di un presunto trasferimento di Alessandro Dell’Acqua (ex Les Copains) proprio verso Rochas. La risposta mercoledì 25 dopo la sfilata?

La prima giornata di martedì, dedicata alle aziende giovani, ha visto debuttare Christine Phung, premiata nella categoria delle collezioni al debutto dall'Andam. Il suo primo défilé in assoluto è stato organizzato in boulevard Haussmann alle Galeries Lafayette, partner storico del premio annuale. Anche il brand italiano Ter et Bantine approda nel programma parigino, nelle sfilate off collaterali alle Belle Arti mercoledì 25.

Tra gli importanti cambiamenti di calendario, si notano i nuovi spazi occupati da Hermès (l'ultimo mercoledì alle 16:30), l'arrivo di Zadig & Voltaire nel calendario ufficiale mercoledì 2 ottobre al Palais de Tokyo, e l'assenza di una nuova entità 'Made Fashion Week'. Il collettivo newyorchese prosegue tuttavia la sua azione di sostegno ai giovani stilisti, come col francese Jacquemus di martedì sera, in modo individuale e senza clamori.

Oltre ai grandi, Vuitton, Chanel, Hermès e Dior, i cacciatori di nuovi talenti andranno a cercare momenti eccitanti negli showroom, che vedranno i lanci di numerosi marchi promettenti. Tra loro, Corbier Agostini, un duo parigino che presenterà la prima collezione cocktail Made in France ricca di influenze giapponesi (foto) in una galleria del I arrondissement il 29. Un'altro parigino si lancia in questa stagione, Pallas Paris (brand dietro il quale si nascondono alcuni ex modellisti di maison del lusso), che sarà tutto da scoprire nello showroom dell'Agenzia M&K.

Prima collezione per la coppia Corbier Agustini presentata nel calendario off (preview)


In questa stagione, a Parigi sarà presente anche tutta una generazione di “Visti a Hyères” che presentano le nuove linee. Da Steven Tai (allo showroom Florence Deschamps) fino a Léa Peckre (il 25), Satu Maaranen (premiata 2013) o ancora Victoria/Tomas, brillante duo anche lui presente a Hyères quest'anno.

Inoltre, da Designers Apartment un nuovo casting rinnoverà, a partire dal giorno 27, l'appuntamento con una selezione di talenti nascenti che dovrà, secondo il principio fondatore dello showroom della Camera Sindacale e del Défi, essere ripetuta una volta all'anno. FashionMag tornerà presto sull'avvenimento.

Florent Gilles (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.