×
733
Fashion Jobs
OFF-WHITE C/O VIRGIL ABLOH
Franchising Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Network & Security Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
CONFIDENZIALE
Sistemista IT
Tempo Indeterminato · LUGANO
NEIL BARRETT
IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM
Digital Media Manager
Tempo Indeterminato · GALLARATE
FOURCORNERS
Product Marketing Manager - Fragranze
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Logistic And Customer Service Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Developer
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Commerciale Senior
Tempo Indeterminato · CREMONA
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
SLOWEAR SPA
Retention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Omnichannel Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CWF - CHILDREN WORLDWIDE FASHION
Wholesale Coordinator H/F
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Creative & Product Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Buyer Rtw Woman
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
28 giu 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Settimana della Moda uomo di Parigi: bentornato nella Ville Lumière Alexander McQueen

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
28 giu 2017

Il ritorno a Parigi del marchio Alexander McQueen per presentare la sua collezione di abbigliamento maschile dopo un’interruzione di parecchi anni è stato un successo importante per questa stagione di sfilate. Soprattutto visto che è stato fatto così, se si pensa alla bravura realizzativa e alla bellezza di questa collezione per la PE 2018, una delle più raffinate mai prodotte dal direttore creativo Sarah Burton, presentata all’Orangerie di Giardini del Luxembourg domenica sera, l’ultimo dei 17 giorni di sfilate europee.

Alexander McQueen - primavera-estate 2018 - Menswear - Parigi — © PixelFormula


Come sempre, Burton ha spaziato attraverso i tipici abiti e l’immaginario britannici – dai rocker degli anni ‘50 ai dandi coloniali fino ai gentiluomini edoardiani. Anche senza analizzare approfonditamente ciò a cui lei ha fatto riferimento, i vestiti sembravano sempre distintamente dei McQueen.
 
Mentre altre pedane annegano in giubbotti Perfecto (le giacche di pelle per motociclisti realizzate per la prima volta da Irving Schott nel 1928), Burton crea un capotto Perfecto di pelle nera rivestito di pelliccia e aggiunge non uno o due, ma varie dozzine di zip extra, per un look assolutamente cool che non può essere copiato. Il suo cappotto di pelo di cammello, dove il design esterno imita i disegni del rivestimento interno, è stato davvero mirabolante. La stilista ha anche aperto una nuova breccia con un trio di strette camicie da smoking senza maniche diventate così degli chiccosissimi gilet da sfoggiare in discoteca. I suoi cappotti Principe di Galles erano impeccabili.

Alexander McQueen - primavera-estate 2018 - Menswear - Parigi — © PixelFormula


In definitiva questa collezione è stata in gran parte della couture maschile. Il che significa che la purezza e la conseguente qualità dei materiali, la complessità dei disegni e la bellezza degli abbellimenti sono stati combinati da Sarah Burton per garantire che questi siano capi sostanzialmente impossibili da copiare; che le catene globali di fast fashion del mercato di massa le quali vivono “interpretando” gli stilisti di moda che sfilano in passerella non saranno in grado di farlo con questo marchio.

Ecco perché questa collezione doveva essere mostrata a Parigi. Pur con il massimo rispetto per la stagione britannica del menswear, il movimento, e soprattutto i dettaglianti, sono tutti qui a Parigi, e non a Londra.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.