×
1 520
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Settimana della Moda di Milano: Gucci ritorna, Bottega Veneta debutta

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 30 gen 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La scorsa stagione, Gucci ha presentato uno show di transavanguardianel teatro Le Palace a Parigi, ma questo febbraio il marchio fiorentino tornerà nel suo nuovo quartier generale di Via Mecenate, nella zona est di Milano, vicino all’aeroporto di Linate.

Gucci - Primavera-Estate 2019 - Womenswear - Parigi - © PixelFormula


La Settimana della Moda femminile milanese, o Milano Moda Donna com’è ufficialmente chiamata, sarà anche testimone del tanto atteso debutto in passerella di Daniel Lee da Bottega Veneta. È previsto che Lee presenti la sua prima collezione completa venerdì 22 febbraio in Corso Sempione, dentro una tenda in una delle posizioni preferite dai designer milanesi, vicino all’Arco della Pace. È una porta storica, le cui origini risalgono alle prime mura romane di Milano, quando era chiamata Porta Giovia, nel senso che era dedicata a Giove; e il fatto che si trattasse del dio supremo fra tutti, che i romani credevano vegliasse sugli spiriti dei loro antenati, fa ben sperare per il debutto di un marchio così legato al proprio heritage come Bottega Veneta. BV ha preso una pausa dalle sfilate in passerella la scorsa stagione, mentre Lee ha preso il posto di Tomas Maier, direttore creativo del marchio per molto tempo.
 
La stagione di sei giorni scatta coi primi 11 show mercoledì, con il primo giorno che culminerà con Moncler e il suo défilé all'ombra della grande Stazione Centrale di Milano.

Bottega Veneta - Autunno-Inverno r2018 - Womenswear - New York - © PixelFormula


La Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) ha anche invitato un nuovo gruppo di giovani promesse, in particolare Alexandra Moura, stilista portoghese di Lisbona, e Marios, marchio lanciato dai creativi Mayo Loizou e Leszek Chmielewski, che sfilano proprio con il supporto di CNMI.

Invece, il giovane stilista italiano Marco Rambaldi e Act N.1 parteciperanno entrambi grazie al sostegno di CNMI e CNMI Fashion Trust.
 
Naturalmente, i grandi nomi della moda italiana stanno tutti programmando le loro sfilate: Fendi, Missoni, Antonio Marras, Byblos, Roberto Cavalli, Salvatore Ferragamo e Giorgio Armani. Quest’ultimo organizzerà anche due sfilate per la sua collezione contemporanea Emporio Armani.

Alexandra Moura - Primavera-Estate 2018


La Fashion Week si aprirà pure con una serata di gala, “CNMI Fashion Hub Opening Cocktails”, mercoledì sera, al Museo di Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci; e si chiuderà con la cena "CNMI Dinner Celebrating New Designers”, organizzata da CNMI, dal Comune di Milano e da San Pellegrino, lunedì 25 febbraio.
 
Infine, uno dei principali show della Settimana non elencati nel calendario della moda sarà la sfilata di Dolce & Gabbana – dal momento che il marchio rimane ostinatamente fuori dalla CNMI. Questa porta a 59 il numero di passerelle a Milano, un numero utile da ricordare la prossima volta che qualcuno vi dice che la stagione milanese delle sfilate è in declino. A noi sembra invece che sprizzi salute da tutti i pori.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.