×
1 281
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Commerciale & Marketing (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
Pubblicato il
26 mag 2021
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Serapian riapre la boutique di Roma e punta sul “bespoke virtuale”

Pubblicato il
26 mag 2021

La maison milanese di alta pelletteria Serapian, entrata nell’orbita del gruppo svizzero del lusso Richemont nel 2017, ha riaperto il 25 maggio il proprio store di via del Babuino 71 a Roma, uno spazio di 60 metri quadrati presente nel cuore della capitale dal 2013, pronto ad accogliere la propria clientela dopo un progetto di restyling a cura dello studio ML Architettura.


La boutique Serapian di via del Babuino a Roma


Nel nuovo store, la “milanesità” del brand è rispecchiata dal giallo Maria Teresa, tipico delle facciate di molti edifici storici del capoluogo lombardo, ma anche dall’utilizzo di marmi per il pavimento e di ottoni per le finiture. Una parte della parete del negozio ospita il “Mosaico Wall”, una coloratissima installazione di tasselli di cuoio tra cui i clienti possono scegliere per comporre la propria Mosaico bag all’interno del Salottino Bespoke, come già avviene nell’atelier di Villa Mozart a Milano, quartier generale della maison.
 
Per la boutique romana, Serapian ha realizzato alcune speciali collaborazioni: Azucena, realtà storica del design milanese fondata nel 1947 dagli architetti Luigi Caccia Dominioni, Ignazio Gardella e Corrado Corradi Dell’Acqua, ha realizzato le due sedie Catilina, con cuscini in Mosaico, presenti nel salottino. Al duo milanese di creative consultant Cameranesi Pompili, Serapian ha affidato il compito di creare delle strutture-sculture con la duplice funzione di valorizzare il display e portare in boutique un tocco artistico in più, insieme agli splendidi vasi realizzati da Ceramiche Milesi, realtà meneghina di alto artigianato dei fratelli Egidio e Cesare Milesi.
 

Una delle sedie Catilina realizzate da Azucena per Serapian


“Per noi questo appuntamento è molto più di un semplice re-opening: vuole essere una messaggio di speranza e positività, dopo un periodo critico e difficile come quello che abbiamo passato tutti”, ha spiegato a FashionNetwork.com Giacomo Cortesi, AD di Serapian e Managing Director di Pelletteria Richemont Firenze, la realtà multi-brand al servizio delle varie maison della divisione Fashion & Accessories del gruppo svizzero. “Possiamo considerarci fortunati per come la nostra azienda ha affrontato la crisi, quindi era per noi un dovere morale trasmettere questo messaggio, tanto che abbiamo anticipato la riapertura, anche se fra un paio di mesi sarebbe stata probabilmente più strategica”.

Serapian ha attraversato la “tempesta Covid” riuscendo a limitarne i danni e si aspetta per il prossimo anno una forte crescita, ci anticipa Cortesi: “Far parte di un grande gruppo ci ha aiutato molto: abbiamo valorizzato gli asset della società, in particolare il digital che è un pilastro fondamentale per Richemont, beneficiando di sinergie che ci hanno dato una forte spinta”, spiega. “Il nostro e-commerce è letteralmente esploso, con crescite a tre cifre, e sono aumentati in modo significativo i nostri follower sui vari social network, anche se non vogliamo abusare di questi strumenti, perché intendiamo continuare a essere unici, esclusivi e con un forte focus sull’artigianalità”.
 

Giacomo Cortesi, AD di Serapian


Tra le varie iniziative digitali, Serapian ha avviato un progetto focalizzato sul proprio servizio bespoke e finalizzato a mettere in comunicazione diretta da remoto le boutique di tutto il mondo con l’Atelier milanese della griffe, in modo che il cliente si possa confrontare direttamente con gli artigiani e farsi realizzare la propria borsa su misura. “Il progetto è partito dal nostro store di Ginza, a Tokyo, e a breve arriverà in Medio Oriente, per poi proseguire in tutta Europa”, spiega l’AD. “L’obiettivo è di creare in ogni nostro negozio, ma anche presso alcuni dei nostri principali partner wholesale, una sorta di Salottino Bespoke ‘virtuale’. Le boutique saranno ovviamente dotate di campioni di nappe e pellami, nei vari colori, in modo che il cliente possa toccare e ‘sentire’ il materiale: vogliamo infatti che tutti e cinque i sensi siano coinvolti nella scelta del prodotto”.
 
Serapian dispone oggi di due store monomarca in Italia (oltre a quello romano, la boutique di via della Spiga a Milano) e quattro in Giappone, a Tokyo (Shinjuko Isetan, Ginza 6, Osaka Umeda Hankyu Men & Women, Nagoya Matsuzakaya). La griffe è inoltre presente all’interno di alcuni tra i principali department store internazionali, tra cui La Rinascente, Printemps, La Samaritaine, Harrods, Fondaco Dei Tedeschi, Tsum e Barney’s Japan.
 
Per il prossimo futuro Serapian ha in programma di espandersi in Giappone e Russia, suoi mercati principali insieme all’Italia, ma anche in Middle East. “Stiamo valutando anche Cina e Stati Uniti”, aggiunge Cortesi. “La nostra espansione sarà su più canali, retail, wholesale e digital; entro l’anno potrebbero esserci delle nuove aperture di monomarca, ma vista la situazione di incertezza causata dalla pandemia preferiamo annunciarle quando saremo sicuri”.
 
Nel frattempo, la griffe porta avanti il proprio impegno in ambito sostenibilità: “L’attenzione verso l’ambiente e la riduzione degli sprechi fanno da sempre parte del DNA di Serapian, sia a livello di prodotti che di processi. Stiamo lavorando a una nuova capsule green, che lanceremo con la prossima primavera/estate: dopo gli scarti dell’uva e delle mele, utilizzeremo un altro materiale ecologico, che non possiamo ancora rivelare”, conclude l’AD.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.