×
1 894
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · TORINO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Buyer Accessori di Produzione e Lavorazioni
Tempo Indeterminato · PADOVA
CMP CONSULTING
E-Commerce Specialist - Korean Speaking
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Showroom Manager Arredamento Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Sales Area Manager, Emerging Markets - Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA DI CALZATURE
Application Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
DIESEL
Europe Head of E-Commerce
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
District Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Area Manager Nord Italia
Tempo Indeterminato · ITALIA
FORPEN
Fisso
Tempo Indeterminato · SAONARA
THUN SPA
Analytics Junior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
THUN SPA
Analytics Senior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
DOPPELGANGER
Addetto Tesoreria
Tempo Indeterminato · ROMA
HUGO BOSS
Retail Operations Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
STIÙ SHOES
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
1 dic 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Seconda mano: il nuovo trend è il “rent-a-rack”

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
1 dic 2021

Nel quartiere ultra trendy di Atwater a Los Angeles, tra negozi specializzati in succhi e frullati, un punto vendita dedicato ai cristalli, qualche sala yoga, uno specialista del buon vecchio K7 e uno store di alimentari specializzato in burro di mandorle con matcha senza olio né sale, ha aperto da pochi giorni Redress, un nuovo concept di negozio dell'usato.

Redress, il nuovo concept di "rent-a-rack", ha debuttato negli Stati Uniti


Al suo interno, una ventina di appendiabiti color antracite offrono capi di seconda mano, per la maggior parte di moda femminile, affiancati da alcuni camerini di prova e da un mantra scritto in lettere nere: “Life is too short to wear boring clothes” (“La vita è troppo breve per indossare abiti noiosi”). Un negozio dell'usato nel suo format più semplice, ma la cui originalità sta nel funzionamento: il rent-a-rack, ovvero la possibilità per i privati di noleggiare un appendiabiti a settimana.
 
Con un espositore appendiabiti offerto a 99 dollari a settimana, il negozio Redress invita ogni cliente a vendere 50 pezzi a sua scelta (in buone condizioni e stirati): la casa si riserva una commissione aggiuntiva del 15% su ogni pezzo venduto. “Un buon modo per riciclare i vestiti del proprio armadio e dare nuova vita a un capo di abbigliamento”, spiega Kati Kanerva, produttrice e fondatrice dello show televisivo Au pairs e ideatrice del concept di Redress.

In pratica, il sistema invita il cliente a prenotare online la settimana dalla quale vuole proporre i suoi capi in vendita. Ogni cliente è libero di fissare i prezzi che vuole, di condividere l'appendiabiti con un amico, di portare in negozio la sua selezione, di pubblicare il proprio annuncio sui social network e di seguire l'andamento delle vendite online. Quando un pezzo viene venduto, ogni cliente può allora aggiungere un nuovo articolo e, alla fine della settimana di noleggio, recuperare le somme generate dai capi venduti.

Redress si trova nel quartiere di Atwater, a Los Angeles


“Un sistema che si rivela redditizio per la maggior parte dei venditori”, spiega Kati Kanerva. “I migliori di loro sono riusciti a realizzare con noi oltre 1.800 euro di fatturato in meno di due settimane, e la media dopo 9 giorni si aggira intorno ai 480 euro. Se hai dei buoni articoli e li offri a un prezzo equo, il sistema funziona. Il quartiere di Atwater dove ci troviamo è un sobborgo di passaggio, ogni domenica nelle vicinanze si tiene un mercato, e se aggiungiamo i passaparola sui social, si ottiene un traffico regolare nella boutique”.
 
Ispiratasi al suo paese d'origine, la Finlandia, dove esistono da una decina d’anni concept di “rent-a-rack” (è il caso in particolare del marchio Relove, presente a Helsinki presso i grandi magazzini Stockmann e in altri due quartieri), Kati Kanerva è la prima ad esportare il modello negli Stati Uniti. “Sono cresciuta con questo modello del rent-a-rack che esiste in diversi Paesi del nord Europa, in Finlandia ma anche in Olanda, Danimarca, Svizzera, Islanda, Norvegia o Estonia. Un sistema che sta piacendo ovunque, ora anche in Australia, a Sydney (con il marchio Venla, fondato anch’esso da due finlandesi, che ha già due negozi, e il concept Rentthatrack a Southport, ndr.). Inoltre abbiamo in programma altre aperture negli USA”.

Redress, primo indirizzo di "rent-a-rack" negli States


È disponibile nello store anche una selezione di oggetti per la casa, ma Redress sta lavorando a una proposta di articoli di lusso, un'offerta parallela al concetto di “rent-a-rack”, senza affittare un appendiabiti, grazie alla quale il marchio prevede di ottenere una commissione del 50% su ogni pezzo venduto.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.