×
1 272
Fashion Jobs
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
15 set 2018
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Schiaparelli si lancia nel prêt-à-porter con un progetto originale

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
15 set 2018

Schiaparelli ripensa il concept di prêt-à-porter con un nuovo format a misura d'uomo. Come considerare il ready-to-wear quando sei una piccola casa di moda? Come trasporre l'essenza della couture in una linea più accessibile? Come differenziarsi dagli altri e continuare a suscitare desiderio? Tante domande, che il marchio parigino di proprietà del titolare di Tod's, Diego Della Valle, si è posto in questi ultimi due anni e che ora ha deciso di affrontare. Come? Con il nuovo progetto “Story”, che sarà svelato in occasione della Fashion Week parigina.

Un'immagine del film realizzato per "Story #1", i cui realizzatori hanno rivisitato i legami tra Elsa Schiaparelli e Man Ray - Kuntzel+Deygas


Ogni “Story” declinerà una collezione di 20-30 capi di prêt-à-porter di lusso con una quindicina di accessori attorno a un tema molto forte legato allo spirito e alla storia della maison, e sarà presentata senza tener conto delle abituali stagioni e del calendario della moda.
 
“Più che di una collezione, preferiamo parlare di un guardaroba. L’idea è di raccontare molteplici piccole storie, che s’incrociano e formano insieme una storia più grande, quella di Schiaparelli, che vogliamo rendere più accessibile restituendole il suo eclettismo”, spiega a FashionNetwork.com un portavoce della griffe.

Le collezioni saranno vendute direttamente nei saloni della maison al 23 di place Vendôme, collegati al quartier generale del marchio al numero 21, dove Elsa Schiaparelli aveva aperto il suo atelier nel 1935. Questi “saloni-boutique” saranno aperti a partire dal 25 settembre. Lo spazio di 400 metri quadrati, situato al terzo piano dell’edificio, accoglierà le clienti dal lunedì al sabato senza appuntamento, in un'atmosfera accogliente, con una vista dall’alto sul Ritz e la celebre colonna Vendôme, simbolo del lusso in tutto il mondo.
 
Con l’apertura per la prima volta di questi saloni-boutique, Schiaparelli dà il via a un nuovo capitolo della sua storia, con l’obiettivo di offrire alle clienti del prêt-à-porter un’esperienza particolare. “Immergersi nel mondo di una vera casa d’alta moda costituisce un momento privilegiato, che trasforma l’acquisto in un’esperienza unica”, sottolinea la griffe, che ha voluto anche riflettere all’approccio sostenibile del progetto con “una produzione misurata” senza cedere alle sirene della sovrapproduzione.
 
Tutto è prodotto tra l’Italia e la Francia. Per garantire questa nuova attività di prêt-à-porter, iniziata sotto un’altra forma in maniera molto riservata nel 2016, la maison ha dovuto soprattutto ripensare la propria organizzazione potenziando la forza lavoro. In due anni i dipendenti sono raddoppiati, passando da 25 a 50 persone.
 
La formula inizia con “Story #1”,sul tema “Man Ray e i simboli Schiaparelli”, che gioca sulle opere principali dell’artista e fotografo surrealista, amico e complice di lungo corso di Elsa Schiaparelli. La collezione si comporrà di abiti, giacche, camicette, t-shirt e felpe, e di una prima borsa emblematica chiamata “Le Secret de Schiaparelli”, confezionata in Francia sulla base dei saperi tradizionali della pelletteria di più alto livello. I prezzi partono da 300-400 euro, per raggiungere molte migliaia di euro per alcuni capi speciali.
 
Inoltre, il marchio prevede di aprirsi a delle collaborazioni. Così, il talentuoso pasticciere Cédric Grolet è stato chiamato per creare una torta a forma di “occhiolino” goloso, mentre l’artista floreale danese che vive a Tokyo Nicolai Bergman ha immaginato delle scatole-bouquet con fiori rosa shocking. La prossima collezione “Story #2” sarà lanciata alla fine dell’anno.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.