×
362
Fashion Jobs
NORRGATAN
Responsabile Ufficio Acquisti
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Coordinatore e - Commerce
Tempo Indeterminato · NAPOLI
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
THECORNER.COM
CRM/Campaign Manager
Tempo Indeterminato · RHO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · SANT'ANASTASIA
FORPEN
Buyer Fashion
Tempo Indeterminato · SAONARA
RETAIL SEARCH SRL
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
EXPERIS S.R.L.
Showroom Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Global E-Learning Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - European Store Planning Internship
Stage · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Internship Training Department
Stage · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Store Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Assistant Milano Scalo- Abbigliamento
Tempo Determinato · MILANO
LEEWRANGLER ITALY
Venditore/Sales Associate Full Time 40 Ore/Settimanali -- Department Store a Roma
Tempo Determinato · ROMA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - European Financial Controlling Internship
Stage · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Store Manager Ralph Lauren - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
WYCON COSMETICS
Commessa
Stage · PALERMO
BALTIMORA STUDIO
Addetto/a All' Amministrazione e Contabilita'
Tempo Indeterminato · MONZA
PESERICO
Sales Assistant - Castelromano Outlet (New Opening)
Tempo Determinato · CASTEL ROMANO
LOUNGE DENIM ROOM
Stage Addetto Alle Vendite
Stage · MARCIANISE

Scarpe&Scarpe chiede il concordato preventivo

Di
Ansa
Pubblicato il
9 apr 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La chiusura dei punti vendita per l'emergenza sanitaria Covid-19 ha dato il colpo di grazia alla catena Scarpe & Scarpe, che ha presentato istanza di concordato preventivo al tribunale fallimentare di Torino, città dove l'azienda ha la sede principale.

Negozio Scarpe&Scarpe


Secondo i sindacati, che hanno ricevuto la comunicazione ufficiale dell'istanza di concordato, lo stato di difficoltà aziendale sembra risalire a una situazione pregressa alla chiusura dei punti vendita per l'emergenza sanitaria con la previsione di mancate fatturazioni per circa 50 milioni di euro.

Sono 1.800 i dipendenti a livello nazionale nei 153 punti vendita - di cui circa 400 in Piemonte (27 a tempo determinato) - che hanno ricevuto a oggi solo il 60% della loro retribuzione del mese di febbraio e sono in attesa di percepire il saldo e i giorni lavorati a marzo.

"L'azienda”, spiegano Stefania Zullo e Cristiano Montagnini della Fisascat Cisl Torino-Piemonte, “pur avendo raggiunto l'accordo della cassa integrazione in deroga a livello nazionale, non ha saldato la quota restante ai suoi dipendenti. Siamo seriamente preoccupati delle difficoltà economiche che stanno affrontando i lavoratori. Non sappiamo neanche i tempi di messa in pagamento da parte dell'Inps della cassa integrazione. Oltre a esigere dall'azienda garanzie occupazionali e retributive, chiediamo rispetto e attenzione verso i suoi dipendenti che hanno sempre dimostrato massima dedizione e fiducia".

"La gravissima situazione di emergenza sanitaria nazionale e internazionale ha messo in ginocchio tutta la distribuzione commerciale italiana, con particolare riferimento al comparto non food di cui fa parte anche Scarpe&Scarpe, società che opera nei settori calzature, pelletteria e abbigliamento sportivo e casual", afferma l'azienda in una nota, dove si spiega che "in considerazione dello scenario e del perdurare della gravità dell'emergenza, è sorta la necessità di mettere in sicurezza l'azienda con l'unico scopo di progettare un piano di rilancio industriale al fine di garantire la prosecuzione dell'attività e le prospettive di lavoro".

"I beni non alimentari sono i più colpiti dalla crisi e, al loro interno, i settori calzature, abbigliamento e accessori sono i più penalizzati, e sono quelli in cui opera la nostra azienda”, spiega Alessandra Miriello, Chief Financial Officer di Scarpe&Scarpe.

L'azienda spiega che i dipendenti potranno beneficiare degli ammortizzatori sociali previsti dal decreto "Cura Italia" che ha prontamente attivato e che "sta già lavorando con un team di consulenti e professionisti per presentare un piano industriale e finanziario che consenta di salvaguardare la continuità aziendale nell'interesse dei creditori e delle maestranze impiegate".

"Lungo il nostro cammino imprenditoriale abbiamo affrontato numerose sfide. Siamo fiduciosi che potremo uscire da questa crisi e siamo certi che con la collaborazione con le parti sociali, gl'Istituti di credito e i nostri fornitori, potremo ridare un nuovo impulso e una nuova ripartenza all'attività”, conclude Miriello.

Copyright © 2020 ANSA. All rights reserved.