×
1 497
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Fabric Research Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Replenishment
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
District Manager Wycon - Calabria
Tempo Indeterminato · COSENZA
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
ROSSIMODA S.P.A.
Buyer Componenti Calzatura
Tempo Indeterminato · VIGONZA
FIRST SRL
Helpdesk IT Specialist
Tempo Indeterminato · RHO
DELL'OGLIO
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · PALERMO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Lombardia/Piemonte- Settore Profumeria
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
BOT INTERNATIONAL
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Addetto/a Ufficio After Sales Calzature
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
SYNERGIE ITALIA
Sales Account
Tempo Indeterminato · LUCCA
STUDIO RENÉ ALBA
E-Business Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
PALOROSA SRL
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HUMANA PEOPLE TO PEOPLE
Unit Manager Retail
Tempo Indeterminato · ROMA
Pubblicato il
30 mar 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Sburlati (Pattern): “Grazie ad aggregazione, sostenibilità e digitalizzazione abbiamo contrastato la crisi”

Pubblicato il
30 mar 2021

Pattern, il gruppo torinese a cui fa capo il brand di menswear Esemplare, ha reso noti dei dati di chiusura del 2020 particolarmente positivi, considerato il contesto economico generale causato dalla pandemia di coronavirus. I ricavi si sono attestati a 53,9 milioni di euro, in calo solamente del -3,2% rispetto ai 55,7 milioni del 2019; l’EBITDA è stato pari a 5,4 milioni, con un margine del 10% (era del 10,7% l’anno precedente). Infine, l’utile di esercizio è stato di 3 milioni di euro, in leggera flessione rispetto ai 3,8 milioni del 2019.

Luca Sburlati, al centro, con i fondatori di Pattern, Francesco Martorella e Fulvio Botto

 
L’azienda continua a realizzare buona parte del proprio fatturato (il 68,6%) all’estero, ma nell’ultimo anno ha registrato un importante aumento dei ricavi da clienti italiani, la cui quota sul totale è passata dal 12% al 31,4%.
 
Qual è il segreto di questa performance, che si può considerare eccezionale rispetto al periodo? Lo abbiamo chiesto a Luca Sburlati, CEO del gruppo Pattern. “È stato un anno durissimo, ma ne siamo usciti meglio del previsto. Le strategie che abbiamo adottato e che ci hanno portato a ottenere questi risultati sono fondamentalmente tre: aggregazione, sostenibilità e digitalizzazione. Abbiamo continuato a investire, nonostante le difficoltà, e nel 2020 abbiamo acquisito il 51% di S.M.T. (società di Reggio Emilia operante nel settore della maglieria di lusso, ndr), di cui a inizio marzo abbiamo acquisito un ulteriore 29%, dando così il via al progetto di realizzazione di un Polo Italiano della Progettazione del Lusso. L’operazione ci ha dato la possibilità di ampliare la nostra offerta, il che è stato fondamentale perché la maglieria, che è andata molto bene, ci ha consentito di compensare le perdite nelle altre categorie di prodotto. In generale, riteniamo che le aziende italiane debbano iniziare ad aggregarsi e a fare davvero sinergia per mantenersi competitive sullo scenario internazionale. Nel prossimo futuro vogliamo portare avanti il progetto del Polo; stiamo già valutando altre possibilità di acquisizione”.

Un altro importante investimento effettuato dalla società lo scorso anno, pari a oltre due milioni di euro, è stato l’ampliamento dello stabilimento di Torino, quasi raddoppiato in termini di dimensioni, con una nuova struttura definita da Sburlati “warehouse 4.0”, totalmente digitale e a impatto zero: “Il nuovo impianto è partito operativamente da circa un mese ed è completamente geotermico: utilizziamo il calore della terra sia per riscaldare che per raffreddare l’acqua, mentre per l’energia elettrica abbiamo i pannelli fotovoltaici: siamo completamente indipendenti da fonti esterne di energia”.
 

Pattern si avvale della progettazione 3D


“Il nostro impegno sulla sostenibilità, che si riflette anche nei nostri prodotti, ci sta ripagando su più fronti: da un lato, banche e investitori internazionali ormai valutano i possibili investimenti in base al Rating ESG di un’azienda, mentre per quanto riguarda i consumatori vediamo una sempre maggiore attenzione verso scelte di abbigliamento che rispettino l’ambiente, soprattutto da parte dei più giovani e, da qualche mese, dei consumatori cinesi; una tendenza accelerata dalla pandemia”, aggiunge il manager. “È necessaria una normativa in tema di economia circolare, che speriamo arriverà presto, perché c’è ancora troppo greenwashing”.
 
Per quanto riguarda la digitalizzazione, Pattern ha dato un’accelerata al processo avviato già da tempo, arrivando a creare campionari virtuali di altissima qualità da inviare ai clienti per la campagna vendita, ovviando così all’impossibilità di presentare fisicamente le collezioni. “Per noi è diventata una vera e propria linea di business nuova, gestita da un team molto preparato e molto giovane”, precisa Sburlati.
 
Per quanto riguarda il 2021, Pattern prevede ancora un mercato in forte sofferenza, con un primo semestre molto debole, ad eccezione del Far-East, e un secondo semestre in cui dovrebbero arrivare i primi segnali di recupero anche per i Paesi occidentali, grazie alle campagne vaccinali.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.