×
1 347
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
10 dic 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Save the Duck è l'azienda dell'anno 2019 per Peta USA

Di
Ansa
Pubblicato il
10 dic 2019

Il brand Save the Duck è stato nominato dall'associazione animalista Peta USA azienda dell'anno 2019. Il marchio è stato scelto e premiato, spiega una nota di Peta USA, "per i suoi piumini 'vegani', per suoi capi caldi ed eleganti senza piume. Per aver espanso il mercato dell'outwear vegano di lusso in tutto il mondo ed aver risparmiato ad innumerevoli uccelli l'agonia di avere le loro piume strappate nella crudele industria dei piumini".

@savetheduck


Invece di usare piume nelle giacche, Save the Duck ha aperto la strada alla rivoluzionaria tecnologia di isolamento Plumtech. All'inizio di quest'anno, il brand con sede a Milano ha aperto il suo primo negozio in Asia - specificamente in Cina, il principale fornitore di piume al mondo - ed è stato il primo marchio di moda italiano a ottenere l'ambita certificazione B Corp, riservata ai "migliori performers a livello sociale e ambientale".

"Non capivo perché l'industria”, spiega il fondatore dell'azienda Nicolas Bargi, “continuasse a usare le piume nelle giacche. Avevo una coscienza". "Sotto tutti i punti di vista, l'abbigliamento di Save the Duck vola molto più in alto delle altre aziende di abbigliamento da esterno che, pigre e poco creative, si affidano a pellicce e piume di animali maltrattati e macellati", aggiunge il presidente di Peta, Ingrid Newkirk.

“Peta sta riconoscendo questa azienda sostenibile per i suoi piumini perfetti che dimostrano che il futuro della moda è vegano. Solitamente nell'industria dei piumini gli operai stringono gli uccelli tra le ginocchia quando sono ancora vivi, strappano manciate di piume mentre gli animali lottano e gridano per il dolore. Le penne degli animali vengono tirate così violentemente che la loro pelle si squarcia, lasciandole con ferite aperte che poi vengono cucite, senza dare agli animali alcun antidolorifico. Un'indagine della Peta in questo settore industriale in Cina ha documentato che i lavoratori delle aziende agricole connessi a società certificate sostenibili e responsabili hanno lasciato le oche e le anatre ferite a morire lentamente. Uccelli morti sono stati trovati in decomposizione in gabbie e stagni, altri sono stati gettati via come spazzatura".

Copyright © 2023 ANSA. All rights reserved.