×
1 242
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
Pubblicità
Pubblicato il
13 gen 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Save the Duck cresce oltre il 35%, apre la filiale americana e spinge sul retail estero

Pubblicato il
13 gen 2022

Save The Duck, il brand di outwear 100% animal free e cruelty free, festeggia quest’anno i suoi 10 anni di attività e lo fa preparando numerosi progetti e, soprattutto, forte di risultati più che confortanti, come ha raccontato a FashionNetwork.com Nicolas Bargi, CEO di Save The Duck, in occasione di Pitti Uomo 101.


Save The Duck, autunno/inverno 2022-23

 
“Abbiamo chiuso il 2021 con un fatturato di 48 milioni di euro e un EBITDA al 17%. Le vendite sono aumentate del 37% rispetto allo scorso anno e del 30% sul 2019; quest’anno stimiamo di raggiungere i 60 milioni di euro”, precisa Bargi. “L’Italia è cresciuta tra il 5 e il 10%, mentre la crescita più importante, pari al 30%, è stata registrata negli Stati Uniti, nostro secondo mercato, dopo l’Italia e prima dell’area DAC. Negli USA, inoltre, abbiamo inaugurato il 1° gennaio la nostra filiale americana, a New York, con un General Manager e uno showroom dedicato”.
 
Il brand, che registra incrementi in tutte le sue collezioni (uomo, donna e bambini), porta avanti anche la propria espansione retail, con un focus particolare sull’estero; “Oggi contiamo quattro store monomarca: due a Milano, uno a Venezia e uno a St. Moritz. Attualmente il nostro obiettivo è di internazionalizzare il retail: stiamo cercando la location adatta per un temporary store a New York e ne abbiamo in programma diversi in Cina con i nostri distributori. Inoltre, stiamo valutando opportunità anche in Europa; continueremo ad aprire negozi anche in Italia, ma non più di due all’anno”.
 

Uno dei capi realizzati da Save The Duck in collaborazione con Edward Crutchley


Sul fronte prodotto, Save The Duck conferma la partnership con ACBC per la linea di sneaker, lanciata la scorsa primavera, e il cobranding con Wildaid, associazione che lavora per la tutela della fauna selvatica: per la prossima stagione invernale, il marchio ha scelto di proteggere cinque nuove specie (rinoceronte, tigre, pinguino, leone ed elefante), sostituendo l’iconico badge con la papera fischiettante con l’immagine dei cinque animali scelti e devolvendo pare delle vendite all’associazione.

“Coerentemente con la nostra identità B Corp, portiamo avanti anche la collaborazione con il designer britannico Edward Crutchley, con il quale abbiamo sviluppato una proposta attraverso la quale raccontiamo la gender diversity, e con il brand londinese Mackintosh, con una collezione improntata sull’eco-design, ossia su capi dal design pulito e senza tempo, che non passano mai di moda, per contrastare il consumismo sfrenato”, aggiunge l’imprenditore.
 
Il brand, fondato da Bargi nel 2012 sulla orme del nonno Foresto, che nel 1914 ha creato la società Forest, si sta inoltre strutturando e ha creato un nuovo team interno di una quindicina di persone per gestire il marketing, la parte digital e l’ufficio stampa.
 

L'impermeabile di Save The Duck e Mackintosh


La collezione Save The Duck AI 2022-23 presentata a Pitti Uomo si ispira alla terra e all’attivismo delle giovani generazioni, alla natura selvaggia e ai suoi colori. Puffer, abbigliamento e accessori sono realizzati con materiali riciclati, riciclabili e biodegradabili; la scritta “Change Maker” appare sui cappucci di alcuni dei capi più iconici, permettendo a chi li indossa di distinguersi nella massa.
 
Tra i materiali utilizzati, Gire, un tessuto liscio e dalle linee pulite, e Puck, un tessuto d’ispirazione vintage, che propone una stampa tartan British. Per la famiglia Recycled, Save The Duck registra in tutta la collezione un incremento dei materiali 100% riciclati ed ecosostenibili; tutti i tessuti e le imbottiture di questi capi sono realizzati con Pet ottenuto dal riciclo di bottiglie di plastica. Grin è tra i tessuti proposti il più sofisticato, con dettagli in stampa check. La proposta Kids riprende alcuni dei dettagli più iconici proposti sui capi adulti, riproponendoli in formato mini me.

“Nonostante l’incertezza causata dalla pandemia, siamo contenti di come è andato questo Pitti Uomo: i clienti italiani più importanti sono passati dal nostro stand e abbiamo registrato visite anche di buyer esteri, in particolare giapponesi, francesi, polacchi, dal Benelux e qualche tedesco”, conclude Bargi.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.