Sartoria Latorre: +15% di ricavi nel 2018 e nuovo showroom a Milano

Lo specialista pugliese del capospalla da uomo, Sartoria Latorre, corre nel 2018 grazie a una crescita a due cifre del fatturato e trasloca nel nuovo showroom milanese nel cuore del quadrilatero della moda. “Ci siamo spostati da Corso Vercelli al 23 di via Manzoni, in una location di 120 mq. al primo piano dello stesso palazzo che ospita anche Marinella”, racconta a FashionNetwork.com il brand manager di Sartoria Latorre, Alberto Latorre, seconda generazione dell’azienda nata nel 1965 per mano del padre Michele, “che tutt’ora fa il sarto e ci aiuta a sviluppare il prodotto”, precisa Alberto. 

Alberto Latorre, brand manager di Sartoria Latorre

L’azienda, dove lavorano anche i suoi 3 fratelli – Vito, (modellistica), Luciano (amministrativo-commerciale) e Alessio (produzione) – ha chiuso il 2018 con una crescita del 15% del fatturato a 13,2 milioni di euro. “Nel primo semestre del 2019 abbiamo registrato un incremento del 6% dei ricavi, che a fine anno potrebbe diventare un +10%”, ha spiegato Alberto Latorre. 
 
Il gruppo realizza il 50% del suo giro d’affari in Italia, mentre i suoi primi mercati di sbocco oltreconfine sono Russia, Olanda e Germania. Nel breve termine, “puntiamo ad espandere il marchio nei Paesi Scandinavi, dove non siamo ancora presenti, e a intensificare la distribuzione negli States”, prosegue il brand manager.
 
L’azienda pugliese, che dà lavoro a circa 200 persone, di cui la metà impiegate direttamente nel suo stabilimento di Locorotondo, in piena Valle d’Itria, ha iniziato circa 15 anni fa ad investire sul marchio di proprietà, quando la maggior parte della sua attività si concentrava in produzione conto terzi.  
 
Il capospalla maschile è storicamente il suo core business, che propone attraverso un look formale rivisitato e aggiornato alla luce delle sue origini sartoriali. Oggi, la sostenibilità ha un ruolo di primo piano nelle fasi produttive dell’azienda che si sta evolvendo in ottica ‘plastic free’. “Autoproduciamo energia elettrica da fonte solare, abbiamo eliminato il 90% del materiale plastico dagli imballaggi e usiamo carta riciclata e riciclabile per il packaging”, sottolinea Alberto Latorre.
 
L’approccio ecosostenibile entra nelle collezioni del marchio con la linea ‘Deco’ per la primavera-estate 2020, composta da giacche decostruite e realizzate su base di tessuti in lana naturale stratch o cotone.
 
Nato come piccolo laboratorio artigianale per capi su misura, Sartoria Latorre è oggi presente in quasi tutti i continenti attraverso più di 400 punti vendita multimarca, in Giappone, Europa, Paesi ex URSS, Medio Oriente, Australia e USA.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Lusso - Prêt à porter Lusso - AltroDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER