×
1 290
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
3 giu 2022
Tempo di lettura
12 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Salone del Mobile e Fuorisalone tornano con il loro corollario di eventi

Pubblicato il
3 giu 2022

Significativa carrellata di eventi dalla forte connotazione moda/design del Salone del Mobile e del Fuorisalone, in svolgimento a Milano e dintorni dal 6 al 12 giugno 2022, in attesa che l’appuntamento meneghino dalla risonanza e portata mondiali ritorni dal 2023 nella sua storica collocazione di aprile.

Virgil Abloh per Cassina


Cassina presenta Modular Imagination di Virgil Abloh
Il designer statunitense di origine ghanese Virgil Abloh, deceduto da pochi mesi, che di formazione era architetto, ha collaborato strettamente con Cassina per concepire un progetto che si interroga sulle implicazioni di design insite nella modularit, per poi rielaborarle. Virgil Abloh era particolarmente orgoglioso di questo progetto, la cui fase di sviluppo fu avviata nel 2020 e si concluse prima della sua prematura scomparsa. “Modular Imagination” è composto da due elementi di costruzione di dimensioni differenti, di colore nero opaco, che possono essere combinati per creare, adattare e ricreare lo spazio secondo le necessità, sia in ambienti pubblici che domestici. Un pouf, una panca, un tavolo, composizioni articolate che nascono impilando anche due pezzi alla volta grazie a uno speciale modulo di raccordo il cui piedino cilindrico, a contrasto di colore arancione, permette l’incastro sull’unità sottostante, mentre ogni elemento testurizzato trasmette rigidità alla vista, ma al tatto risulta sorprendentemente morbido. Il distintivo logo rotondo ‘Cassina-Abloh’ viene riprodotto in bassorilievo su ogni superficie. Grazie al lavoro di ricerca di Cassina LAB, i componenti di “Modular Imagination” possono essere facilmente separati al termine del ciclo di vita del prodotto per agevolarne il corretto recupero e riciclo. Per onorare il genio creativo di Virgil Abloh, Cassina presenta “Modular Imagination” in un’installazione dominata dal colore arancione nel proprio flagship di Milano, aperta al pubblico durante la Milano Design Week e la Men’s Fashion Week. Dal prossimo autunno, la collezione sarà disponibile nei negozi Cassina, nei marketplace online e in una selezione di rinomati concept store di moda e design in tutto il mondo.

"Floating Forest" in Darsena by Stefano Boeri - Timberland


Timberland e la “Floating Forest” progettata da Stefano Boeri Interiors
L'installazione di Timberland “Floating Forest”, parte di Tortona Design Week, enfatizza la visione del marchio per un futuro più verde ed equo, e per una circolarità in cui nulla viene sprecato. L’installazione sarà aperta dalle ore 10.00 alle ore 22.00 dal 7 al 12 giugno presso Viale Gabriele D’Annunzio 20, venendo realizzata sull’acqua della Darsena di Milano e configurandosi come un elemento dirompente nel paesaggio urbano. I materiali che la compongono sono volutamente assemblati “a secco”, tecnica che consente grande flessibilità di assemblaggio e di riassemblaggio, e di riutilizzo dei singoli elementi una volta dismessa. La “Floating Forest” è stata progettata da Stefano Boeri Interiors, lo studio multidisciplinare fondato da Stefano Boeri e Giorgio Donà che sviluppa progetti e ricerche nell’ambito dell’architettura di interni, dell’exhibition design e del product design. L’obiettivo dell’installazione non è solo trasmettere nuove forme di responsabilità ambientale e nuove modalità di occupazione e trasformazione degli spazi urbani, ma offrire un luogo di incontro e conciliazione tra la sfera naturale e i cittadini. La foresta ‘fluttuante’ è concettualmente e fisicamente studiata come un ecosistema indipendente, dove 610 alberi e più di 30 specie moltiplicano la biodiversità, connettendosi idealmente con gli altri spazi verdi di Milano. Tra gli alberi in essa presenti vi sono acero, betulla e malus, ma anche arbusti come aronia nera, ortensia, mahonia e pittosporo, nonché piante erbacee perenni come stipa, eulalia, anemone, emerocallide, verbena viola e pampa. Il percorso all’interno dell’installazione avrà quattro tappe fondamentali legate ai diversi sensi. In più, tutti gli alberi che compongono la foresta saranno successivamente donati a Soulfood Forestfarms Hub Italia, organizzazione no-profit che facilita la transizione ecologica dei territori assieme a comunità̀ locali, istituzioni e imprese, la quale insieme a CasciNet Agrohub e all’Università degli Studi di Milano sta realizzando un progetto di rigenerazione al Parco della Vettabbia per trasformare i terreni in disuso in un sistema agroforestale produttivo, complesso e stratificato, gestito secondo principi agroecologici. 

Lampade "BemyGuest" di Luca Nichetto


Vitale Barberis Canonico: ‘Siate miei ospiti’
Il lanificio Vitale Barberis Canonico collabora con Nichetto Studio in una esibizione delle lampade “BemyGuest” realizzate in un'esclusiva tiratura limitata da Luca Nichetto per la storica azienda fondata oltre 350 anni fa nel biellese. Esposte nello showroom di Via Solferino 23 del lanificio, le “BemyGuest” antropomorfe interpretano ciascuna un personaggio fra i classici avventori di un whisky bar (cantante, businessman, scrittrice, detective…) e sono vestite con un pezzo unico creato in tessuto Vitale Barberis Canonico dal sarto Antony Knight. La lampada è costruita in resina e vetro soffiato di Murano. Lo spazio prende ispirazione, nell'area adiacente all'ingresso, da un laboratorio sartoriale, dove sono appesi centinaia di cartamodelli, per poi aprirsi e svilupparsi in un whisky bar all’inglese. Qui saranno presenti i prodotti iconici delle collezioni Wittmann (sedia e divano “Andes”, lampada “Acacia”, tavolo da caffè “Antilles” e sedia “Kubus”) e La Manufacture (poltrona “Val Lounge”, tavolo “Trio”, sedia da bar “Olindias” e tavoli “Allié Stool”) - entrambi brand di cui Luca Nichetto è Art Director - e un esemplare unico Steinway&Sons “B-211 Spirio Black Masterpiece”, pianoforte n. 8 su soli 20 della sua serie prodotti nel mondo. Lo spazio sarà aperto al pubblico tutta la settimana del Fuorisalone, dal 7 al 12 giugno dalle ore 10 alle ore 22.

Multipli Wallcoverings by Piero Lissoni per Limonta - Giorgio Possenti


Limonta Wall presenta “Multipli”, A Wallpaper Collection by Piero Lissoni
Per sviluppare la sua prima linea di carta da parati, il famoso architetto e designer Piero Lissoni ha attinto al centenario archivio di Limonta, da cui ha tratto disegni geometrici e floreali.
Nasce così “Multipli Wallcoverings collection by Piero Lissoni”, la collezione di rivestimenti murali realizzata in tre diverse texture di base che conferiscono, assieme alla stampa a registro, un aspetto materico e tridimensionale ai 12 elementi decorativi che compongono la collezione. La tavolozza cromatica interpreta nuance raffinate che vanno dal bianco puro ai toni del grigio, al blu indaco, al rosso cardinale, al verde polvere. 
 
“Ho provato a immaginarmi una decorazione continua. Progettare superfici come la carta da parati per me vuol dire pensare come decorare, ma anche intuire come la luce si comporta in una stanza. La mia mente mi porta verso superfici irregolari, una specie di errore controllato, qualcosa che accade, che faccia sì che la superficie interferisca con la luce. Poi puoi decidere di decorare con dei disegni oppure con dei colori”, ha detto a proposito del progetto lo stesso Piero Lissoni.

Limonta Wall è la divisione dell’azienda chimico-tessile lecchese Limonta 1893 che dal 1974 è specializzata nella produzione 100% Made in Italy di carte da parati viniliche e dal 2001, con l’acquisizione di Domus, il più antico marchio italiano di questo settore, è diventata uno dei principali riferimenti sul mercato.

Ikea in Tortona District


Ikea presenzia alla Design Week con Ikea Festival
Dal 6 al 12 giugno, in un anno in cui lo Spazio e il Tempo saranno le tematiche centrali del Fuorisalone, la svedese Ikea porterà negli spazi di BASE, il centro culturale di Via Bergognone 34, un ricco palinsesto di eventi ed esperienze immersive per raccontare il futuro del retail e del design, indagare come si è evoluto il rapporto delle persone con la propria casa e mostrare come sia possibile migliorare la vita quotidiana vivendo gli spazi domestici in modo consapevole. Le diverse giornate saranno dedicate alle preview delle prossime collezioni e ad incontri in compagnia di collaboratori di lunga data e designer di talento legati al brand. L'evento vedrà, infatti, la partecipazione, tra gli altri, di Fredrika Inger, Global Range Manger di Ikea of Sweden, il Design Manager Johan Ejdemo, i designer interni Mikael Axelsson e Friso Wiersma, la designer britannica Ilse Crawford e la designer Sabine Marcelis, basata a Rotterdam. I visitatori dell'Ikea Festival potranno scoprire un'installazione esclusiva che sarà visibile per tutta la settimana ed esperienze pop-up che si trasformeranno ogni giorno. Per tutta la settimana, nell’area coperta, sarà possibile visitare “Ögonblick - A Life at home exhibition”, installazione fisica e digitale che si ispira ad H22. Quest’ultimo è un progetto che ha preso vita ad Helsingborg, in Svezia, al quale Ikea partecipa con l’obiettivo di costruire “la città sostenibile del futuro” (Ögonblick in svedese significa “momento”, ndr.).

Loewe


Loewe presenta “Weave, Restore, Renew”
Dopo due anni di interruzione, Loewe presenta un nuovo progetto per un Salone del Mobile finalmente dal vivo. A Palazzo Isimbardi, dal 6 al 12 giugno, il marchio iberico presenta “Weave, Restore, Renew”, progetto poliforme che ruota intorno all'idea di dare nuova vita a cose che forse potrebbero essere dimenticate o scartate e trasformarle in nuovi pezzi unici, riparandole e facendole rivivere attraverso interventi artigianali. “Abbiamo guardato all'artigianato tradizionale sia in Spagna che all'estero, trasformando tecniche secolari in qualcosa di inaspettato: un prodotto attuale, ma con un'anima”, spiega in un comunicato Jonathan Anderson, direttore creativo di Loewe. L’iniziativa esplora la tessitura della pelle, la tradizione galiziana conosciuta come Coroza, che consiste nell'intrecciare paglia, giunchi, radica e altre fibre naturali per creare impermeabili, cappelli e cesti, e la tecnica coreana di intreccio della carta per creare oggetti domestici conosciuta come Jiseung. La tessitura è vista come un modo per riparare o creare nuove superfici.
 
“Abbiamo dato 240 cesti esistenti, provenienti da tutto il mondo, ognuno con una forma particolare, una funzione e un utilizzo agli artigiani Idoia Cuesta, Belén Martìnez, Santiago Basteiro, Juan Manuel Marcilla, che li hanno rammendati e riparati utilizzando corde di cuoio. Il risultato è una serie di cestini unici che sono un esempio di creatività e per questo molto giocosi e divertenti. Per me, l'artigianato autentico è sostenibile e il concetto di riparazione è essenziale in questo senso”, aggiunge Anderson. “Abbiamo creato una serie di borse e cestini che conservano i caratteristici strati di frange del Coroza, dall'aspetto sia pratico che visivamente sorprendente, quasi fossero sculture”. La tradizione del Coroza risale a migliaia di anni fa, ma i suggestivi mantelli con le frange sono stati utilizzati dalla gente del posto fino a pochi anni fa.
 
A proposito della carta, “Insieme a Young Soon Lee, finalista del Loewe Foundation Craft Prize nel 2019, abbiamo creato una serie di barattoli utilizzando la tecnica tradizionale coreana Jiseung. Abbiamo esteso la stessa tecnica alla carta di giornale riciclata con cui abbiamo realizzato una serie di robuste tote”, prosegue Jonathan Anderson. “In tutto questo progetto, celebriamo il potere trasformativo del lavoro manuale. Sono orgoglioso di aver creato una serie di oggetti che “ricuciono” la corrispondenza temporale, l'usura e lo strappo, trasmettendo un messaggio di sviluppo e trasformazione che considero progressista e edificante”.

L'invito di Aspesi


Aspesi organizza nel suo showroom il progetto “Hand Written Stories” 
Dal 7 al 10 giugno, lo showroom milanese di Aspesi in Corso Venezia 14, diventa uno spazio meditativo per la prima volta aperto al pubblico, curato da Gianluigi Ricuperati e allestito con una selezione dei Post it che compongono la celebre collezione di Hans Ulrich Obrist, il più leggendario curatore di arte contemporanea vivente. Ciascuno dei bigliettini adesivi è scritto a mano da alcuni fra i più importanti creativi della nostra epoca, come Etel Adnan, Michelangelo Pistoletto, Philippe Parreno, Virgil Abloh, Koo Joeng-A, Precious Okomon, Douglas Coupland. Il set design è curato da Patricia Urquiola, che in esclusiva per il marchio di Legnano ha realizzato elementi di arredo per il progetto: tavoli in vetro con Glas Italia e tappeti con cc-tapis. Gli ospiti sono invitati a fermarsi e a riposarsi dalla frenesia del Salone sedendosi direttamente sui tappeti. Disseminati sui tavoli di Glas Italia, i visitatori troveranno dei libriccini da collezione dedicati al progetto e alla raccolta di Post it di Obrist, che potranno essere letti, osservati, e infine portati a casa concluso il percorso in showroom. “Hand Written Stories”, ospitato e prodotto su commissione di Aspesi da Nova Express, desidera essere, pur posizionandosi in pieno centro, uno spazio contemplativo lontano dalla confusione della città. Oltre all’installazione nello spazio di Corso Venezia, l’11 giugno è previsto un evento a sorpresa davanti all’ingresso del flagship Aspesi in Via San Pietro all'Orto 24.
 
“Dalle campagne realizzate con fotografi di fama mondiale a progetti dallo spirito giocoso, ironico e controcorrente, fino ad arrivare agli incontri unici con grandi artisti contemporanei. L’arte rimane così uno dei mondi valoriali di riferimento del brand insieme all’architettura e al design. I progetti culturali di Aspesi nascono all’insegna di una curiosità infinita, e una infinita disponibilità ad aprire porte”, spiega Simona Clemenza, la CEO di Aspesi, marchio nato nel 1969 nella camiceria e oggi di total look, acquisito nel 2017 dal fondo italiano di private equity Armònia Italy Fund e diffuso in 15 tra store monomarca e shop-in-shop e in oltre 600 punti vendita multimarca nel mondo.

Humano


“HUMANO”: alla Roseto Design Square un’esperienza multi-sensoriale digitale
In occasione del Fuorisalone apre la mostra “HUMANO”, multi-sensorial experience con le opere digitali di Joaquin Morodo Garcia, artista e imprenditore spagnolo, classe 1984, che da oltre vent’anni collabora come modello con il mondo della moda e del lusso. Morodo espone nel Brera Design District all’interno di un convento del Seicento. La collezione di NFT dell’artista crea un percorso riflessivo e cromatico scandito da un racconto sonoro firmato The Glaze Friendz, band sperimentale di cui Joaquin Morodo è frontman. “HUMANO” è in linea con il tema della Brera Design Week 2022 "Progettare il presente, scegliere il futuro", trovare soluzioni oggi per affrontare le sfide di domani, integrando lo sviluppo digitale, tra esperienza online e fisiche. Roseto Design Square è la location scelta, e per la prima volta apre le porte a un pubblico internazionale grazie a Roseto Group, società che si occupa di servizi immobiliari a 360 gradi e sostiene in modo attivo il mondo della cultura attraverso Roseto Artwork.

La sede di "Toiletpaper"


Seletti nuovamente insieme a “Toiletpaper”
In occasione della Milano Design Week 2022, il design brand italiano Seletti e “Toiletpaper”, il progetto editoriale a firma di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari, presentano le novità della collezione Toiletpaper Home aprendo ancora una volta al pubblico, come lo scorso anno, gli spazi dell’headquarter del magazine in Via Balzaretti. In quella che ormai i milanesi conoscono come la “palazzina con i rossetti”, visto il murale che la decora, un allestimento immersivo invita a tuffarsi nelle atmosfere di Toiletpaper Home per scoprire i nuovi prodotti aggiuntisi a un ricco catalogo, che spazia dall’arredo alla tavola, dall’illuminazione all’oggettistica.Nuovi dunque gli specchi a goccia, i vasi in vetro in due dimensioni, i breakfast tray, ma anche le grocery bag.

DareForma


DareForma debutta in Design Week
DareForma debutta alla Milano Design Week 2022 e vi presenta dal 7 al 12 giugno all’Opificio 31 di Via Tortona 31 la collezione “Chapter One: Il gesto umano che crea bellezza”, composta da una seduta, quattro lampade, un tavolino, tre arazzi e una serie di 4 sculturine. Il progetto DareForma nasce a Torino dalle idee di Massimo Barbero, attore e promotore culturale, Matra Negro, artigiana e operatrice sociale e Luca Cellino, designer e artista, esprimendosi tra design, arte e moda a rappresentare l’incontro tra il pensiero progettuale e la forza creativa dell’artigiano. La collezione di tre arazzi “Revolved materia” è realizzata a mano da Marilena Terzuolo, artista artigiana specializzata nella tessitura, con filati di lana, cachemire, cotone e juta, alcuni recuperati da scarti di lavorazioni industriali e riciclati. Per la manifattura degli oggetti sono stati coinvolti artigiani specializzati o aziende di piccole dimensioni che hanno sede nel territorio piemontese e che realizzano i pezzi interamente a mano e customizzabili su richiesta del cliente e per questo ogni oggetto può considerarsi unico. Proprio come la serie di sculturine di “Chapter One”, prodotte assemblando gli scarti della produzione degli arredi DareForma e delle aziende coinvolte nel progetto.

Il King Kong di Fatboy e Street Art Frankey


Un King Kong che fa pole dance per Fatboy
La fiera internazionale di interior design più importante al mondo, ovvero il Salone del Mobile, è una cosa seria. Un po’ troppo, secondo Fatboy e Street Art Frankey, che hanno scelto di collocare, di fronte allo storico cocktail Bar di Via Plinio, a Milano, ritrovo preferito della Milano amante del design, un King Kong intento ad avvinghiarsi in una posa di pole dance intorno ad un palo della luce, mentre bilancia la lampada "Edison" di Fatboy sulla zampa anteriore. La stampa 3D, alta 2 metri e gratuitamente visitabile dal pubblico, vuole coniugare il design leggero di Fatboy con l’arte irriverente di Street Art Frankey. Fatboy, di cui Pauline Barendregt è la direttrice creativa, ha conquistato la popolarità con il pouf sacco "Original" e da allora è diventato una figura di spicco nell'arredamento indoor e outdoor. Fatboy fa parte di Calligaris, top player italiano nell'arredamento di design di alta qualità. Street Art Frankey è un artista visivo di Amsterdam che combina la spavalderia della street art con una visione completamente unica del mondo. Il suo lavoro è esposto allo Stedelijk Museum di Amsterdam e in varie mostre negli Stati Uniti, in Italia e in Germania.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.