×
1 855
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Showroom Manager Arredamento Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Sales Area Manager, Emerging Markets - Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA DI CALZATURE
Application Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
DIESEL
Europe Head of E-Commerce
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
District Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Area Manager Nord Italia
Tempo Indeterminato · ITALIA
FORPEN
Fisso
Tempo Indeterminato · SAONARA
THUN SPA
Analytics Junior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
THUN SPA
Analytics Senior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
DOPPELGANGER
Addetto Tesoreria
Tempo Indeterminato · ROMA
HUGO BOSS
Retail Operations Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
STIÙ SHOES
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operations Specialist Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NYKY SRL
E-Commerce Content Creator Specialist
Tempo Indeterminato · SILEA
Pubblicità
Pubblicato il
7 giu 2022
Tempo di lettura
15 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Salone del Mobile e Fuorisalone: a spasso nel corposo cartellone di eventi

Pubblicato il
7 giu 2022

Terza parte della ‘escursione’ a spasso fra luoghi di Milano e dintorni per gli eventi ufficiali e ‘off’ di Salone del Mobile e Fuorisalone, in corso di svolgimento dal 7 al 12 giugno 2022.

Ashley Hicks, “A Magical Tent” per Buccellati - Foto: Silvia Rivoltella


Buccellati debutta alla Milano Design Week con una mostra
“Il Galateo - Convivialità e Arte della Tavola” è il titolo della mostra che Buccellati organizza per il suo debutto al Salone del Mobile di Milano, dedicata alla riscoperta della centralità della tavola come luogo d’eccellenza dove praticare le relazioni sociali. Curata da Federica Sala, con un allestimento firmato dallo studio Stefano Boeri Interiors e chiamato “La città in terrazza”, la mostra prende avvio dal ricco assortimento che Buccellati dedica da sempre all’art de la table e si sviluppa come un racconto in quattro atti, affidati ad altrettante figure di spicco del panorama del design internazionale: Dimorestudio (“70’s Remix”), Ashley Hicks (“A Magical Tent”), Chahan Minassian (“Dinons au Boudoir”), Patricia Urquiola (“Picnic”). Ciascuno di loro è chiamato a reimmaginare la tavola attraverso le storiche collezioni in argento Buccellati (“Caviar”, “Doge”, “Marina e Rouche”, “Tahiti”) e le porcellane della collezione “Double Rouche - Florence Furnace”, nate dalla collaborazione tra Buccellati e Ginori 1735.
 
Sebbene rappresentanti di stili diversi e di provenienza eterogenea, i designer selezionati da Buccellati e dalla curatrice Federica Sala sono accomunati dall’essere interpreti di una “milanesità internazionale”, concetto in cui si riflette perfettamente l’identità della maison. La mostra, che trae spunto dal famoso trattato Galateo di Giovanni Della Casa (1558) e ancor di più dal precedente Il libro del Cortegiano di Baldassar Castiglione (1513-1514), è in definitiva un invito a rinnovare il piacere di ricevere, di stare insieme, del bello e del ben fatto, nonché una riflessione sulle buone maniere intese come forma di cortesia e di rispetto verso gli altri; e mentre rivisita l’heritage della maison lo coniuga agli stili di vita della contemporaneità. Per l’occasione Buccellati aprirà le porte del suo headquarter in Via Brisa 5, un palazzo disegnato dal famoso architetto milanese Piero Portaluppi nel 1919, anno in cui Mario Buccellati fondò l’azienda.

"Hybro" - Voile Blanche


Voile Blanche: un happy hour dedicato alla sostenibilità
Nel negozio Voile Blanche di Via Durini a Milano viene presentata la nuova linea sostenibile del marchio di calzature, realizzata con materiali naturali, riciclati e meno inquinanti. Le scarpe “Hybro” hanno tomaie biobased ottenute dalle bucce delle mele, fondi derivati dalla canna da zucchero, lacci prodotti da bottiglie in PET riciclato.

Nara Camicie


Nara Camicie: upcycling con materiali in disuso
Dal 7 giugno le vetrine del brand Nara Camicie (acquistato nel 2021 dal gruppo Fenicia, che possiede il marchio Camicissima) si vestono di nuovo grazie ad un progetto di upcycling. Dare nuova vita alle cose attraverso un processo di riutilizzo creativo è il messaggio planet oriented di Nara Camicie che decide di mescolare moda, stile e design attraverso il riciclo smart di materiali in disuso. Sospese sul soffitto, alcune sedie retrò da oggetto dismesso diventano scultura. Queste installazioni contemporanee si fondono con la moquette fantasia - una base a scacchi sulla quale sbocciano motivi bouquet - che riveste sia l’interno sia l’esterno del negozio.

Modes, la struttura modulare


Modes Assembly con gli architetti Gonzalez Haase AAS
Fondato in Sicilia nel 1971 e da sempre laboratorio di creatività, il brand Modes rispecchia la rigorosa visione di Aldo Carpinteri: trasformare una boutique locale in un player omni-channel mondiale, offrendo un mix di articoli moderni e all'avanguardia di oltre 300 brand, affermati o emergenti. Per il Fuorisalone, l’azienda della Trinacria ha progettato insieme agli architetti Gonzalez Haase AAS (Judith Haase e Pierre Jorge Gonzalez) una struttura modulare. Lo studio berlinese, che ha già firmato tre boutique Modes in Italia e a Parigi, ha infatti progettato uno spazio ibrido all’esterno dello store Modes Milano in Piazza Risorgimento. Concepita come un’estensione della boutique, la struttura modulare assemblata per l’evento verrà ulteriormente disassemblata e poi nuovamente assemblata nei vari negozi Modes in uno spirito di sostenibilità e upcycling. Lo spazio è composto da un bancone da bar, una doppia panca, una pista da ballo, una tenda e un divano, uniti da una struttura metallica. Maxi palloncini cromati danno al tetto un tocco onirico e leggero, mentre luci e nebulizzatori d’acqua giocano con gli elementi naturali. Per tutta la settimana della Design Week, lo spazio vuole essere un ambiente di transito tra gli eventi della città e la calma del negozio. Dotato di un moderno magazzino di 6.000 metri quadri a Trapani, Modes affianca una strategia digitale a una rete di 21 spazi retail, presenti in Italia, Francia e Svizzera, dove espone articoli di moda e accessori.

"Rod"


Diesel e Lodes presentano la lampada “Rod” per Diesel Living
L’azienda veneziana di illuminazione decorativa Lodes e il marchio vicentino di abbigliamento Diesel (gruppo OTB) presentano “Rod”, l’ultima lampada da tavolo frutto dell’esclusiva collaborazione globale fra le due realtà venete, e novità della label Diesel Living per il Salone del Mobile 2022. “Rod” è una lampada da tavolo portatile e ricaricabile tramite una porta USB di tipo C, protetta da un tappo di gomma. La versatile selezione di oggetti nata dalla partnership tra Lodes e Diesel per la produzione e la commercializzazione a livello mondiale di collezioni di prodotti per illuminazione (annunciata a inizio 2020 e di durata quinquennale), ha debuttato a gennaio 2021 con tre novità, “Flask”, “Vinyl” e “Urban Concrete”, accanto a cinque best seller rinnovati. Il concetto di design di “Rod” ha origine dalla forma di un’asta da costruzione, tipicamente usata per tenere uniti dei blocchi di cemento. La co-lab per l’illuminazione di Diesel si affianca alle altre partnership strette dal brand di Breganze (VI) per arredare ogni contesto abitativo della casa, con i brand Moroso (mobili), Scavolini (cucine e bagni), Seletti (accessori per la casa), Berti (pavimenti in legno), Iris Ceramica (pavimenti e rivestimenti in ceramica) e Mirabello Carrara (tessuti per la casa).

La sedia da pranzo disegnata da Kiri-Una Brito Meumann - Trussardi Casa


Trussardi Casa: installazione e capsule collection
I direttori creativi Benjamin A. Huseby e Serhat Işık, guidati dal lifestyle Trussardi, hanno chiamato tre artisti a realizzare una speciale capsule collection di design per dare vita ad un’installazione in occasione del Salone del Mobile 2022. Gli oggetti di design sono protagonisti delle vetrine di Palazzo Trussardi dal 7 al 12 giugno. In un’ottica di condivisione culturale, Trussardi invita tutti a scoprire tali oggetti di design realizzati da Mark Grattan, Kiri-Una Brito Meumann e Prem Sahib. “Questi prodotti fanno parte di un progetto di interscambio culturale che stiamo avviando con Trussardi. I punti in comune dei lavori di Mark, Kiri e Prem non sono immediatamente evidenti. La loro tecnica ed estetica divergono, ma il loro lavoro evoca le loro storie personali in modi unici”, spiegano in un comunicato Benjamin A. Huseby e Serhat Işık. La special capsule sarà in vendita su richiesta.

Mark Grattan, product designer, lavora tra Brooklyn e Città del Messico creando sculture che riportano il nome del suo studio omonimo, e ha disegnato quattro prodotti per la capsule collection Trussardi Casa: una poltrona, un tavolino, una panca pouf e uno specchio da terra, utilizzando materiali come il velluto e il metallo. L’artista Kiri-Una Brito Meumann vive a Milano e lavora principalmente come scultrice. La ricerca di Brito Meumann si concentra sul suo heritage brasiliano, esplorando l’intersezione tra materiali grezzi, fabbricati e trovati. La sedia da pranzo che l'artista ha progettato per la capsule collection è realizzata con diversi materiali provenienti dal Brasile. Il lavoro di Prem Sahib incarna un ‘minimalismo destabilizzato’ poetico e provocatorio. Fa riferimento all’architettura degli spazi pubblici e privati, alle strutture che danno forma a identità individuali e comunitarie, a sensi di appartenenza, alienazione e confinamento. Si chiama “Eclipse” lo specchio che Sahib ha disegnato per la capsule. L’oggetto trae ispirazione dal dispositivo in plastica che copre la fotocamera del laptop dell’artista.


Sette giorni d’innovazione presso D-house by Dyloan
D-house by Dyloan, polo dell’innovazione responsabile con un approccio pionieristico nell’applicazione delle nuove tecnologie in campo fashion e design, presenta all’interno del suo laboratorio urbano di via Galileo Ferraris 1 a Milano, presso LOM (Locanda Officina Monumentale), progetti e approfondimenti innovativi in cui le nuove tecnologie vengono esplorate attraverso la creatività. “Driving Responsible Futures” è il tema che caratterizza i progetti allo scopo di ragionare su sviluppo e evoluzione dei nuovi paradigmi di moda, fashion e design. Il team di D-house by Dyloan accompagnerà i visitatori alla scoperta delle realtà internazionali di prestigio che sono partner di D-house: Bond Factory, Coloreel, Dinamica by Miko, Framis Italia SpA, Shima Seiki Italia, Stratasys, The Woolmark Company, Universal Robots, ShapeMode e Lineapelle, delle quali saranno esposte tecnologie, soluzioni e materiali. 
 
Uno dei progetti presenti all’interno di D-house è la collezione Ssys 2yss Reflections, disegnata dal direttore creativo di Stratasys Naomi Kaempfer e realizzata tramite “Stratasys J850 TechStyle”, la più recente stampante PolyJet dell’azienda, che è anche la prima 3D del settore progettata specificamente per la stampa diretta su tessuto al fine di simulare texture e finiture diverse. “The Hornytologist” è una mostra esclusiva realizzata da D-house by Dyloan per Dinamica by Miko in collaborazione con Matteo Cibic, Tiziano Guardini, Vibram e Laura De La Vega, un’esperienza immersiva che simula il viaggio di un esploratore ornitologo tramite l’esposizione di capi e accessori realizzati con materiali di Dinamica by Miko. il progetto di plastic upcycling “Closing The Loop”, organizzato da Solaris Community in collaborazione con l’ESCAP delle Nazioni Unite, vede invece la partecipazione di top designer quali Iris Van Herpen, Julia Koerner, Julia Bigerl, Karim Rashid, Giulia Ber Tacchini, Lynn Lin e Nathalie Bauer. Infine, “Emycloth” è un progetto europeo di cui D-house e Bond Factory sono partner insieme a Mogu. Verranno mostrate le potenzialità dei prodotti a base di micelio derivati dai processi di bio-fabbricazione. L’8 giugno alle ore 15 Stefano Babbini, CEO di SQIM, terrà un talk dal titolo: “Bio-fabbricazione con il micelio: come crescere un futuro alternativo”.

Daniel Arsham


StockX in mostra insieme al designer Daniel Arsham
Il marketplace online di scarpe da ginnastica, abbigliamento e accessori, elettronica, oggetti da collezione e carte collezionabili con sede a Detroit StockX lancia “In Residence”, programma multidisciplinare progettato per amplificare il lavoro di marchi, creatori e collettivi attraverso un tema unitario. L’artista e designer contemporaneo Daniel Arsham è stato scelto come partner curatoriale inaugurale per esplorare il ruolo del design dell’arredamento nel mondo di oggi. Arsham aprirà il programma con la mostra collettiva “Art & Residence”, dal 7 al 12 giugno presso lo Spazio Maiocchi, in cui vari creativi di spicco (lo stesso Daniel Arsham x USM, e poi Rhee Studio, Snarkitecture x Gufram, Playlab, Eny Lee Parker, EYEFUNNY, Grace Wales Bonner x Mabeo, PHILLLLLLTHY, doublet e Hidden NY) hanno reinterpretato uno degli oggetti più comuni nella vita quotidiana: la sedia. La collaborazione artistica tra StockX e Arsham continuerà sino a fine settembre, con l’uscita di diverse linee di prodotti esclusivi DropX, ispirati al tema del programma, che spaziano dall’abbigliamento, agli accessori, agli oggetti da collezione. Lo spazio espositivo è progettato da Playlab, studio creativo multidisciplinare con sede a Los Angeles. Il programma “In Residence” sarà inoltre caratterizzato da contenuti editoriali e didattici e da iniziative di beneficenza a favore del Daniel Arsham x StockX Next Gen Scholarship Fund.
 
Negli ultimi anni, l'arredamento si è evoluto al di là della comunità del design. Divani, letti e sedute iconiche non sono più confinati ai tradizionali ambienti di gallerie e collezionisti, ma sono emersi nelle case di atleti, musicisti e collezionisti di sneaker, grazie a nuovi designer contemporanei e a collaborazioni con marchi. “I confini tra il mondo delle belle arti e quello del design, così come la comunità hype, sono sempre meno definiti e, poiché l'interior design sta raggiungendo un pubblico sempre più eterogeneo, è importante abbracciare nuove prospettive”, ha dichiarato in una nota Daniel Arsham.

YOOX presenta “Multi Form*"


YOOX presenta “Multi Form* - Fluidity in Living Spaces”
Ospitato nel cortile e negli spazi interni di Via Tortona 14, il progetto del marketplace YOOX “Multi Form* - Fluidity in Living Spaces” coinvolge 5 personalità del design e dell'arte che interpretano il concetto della multiforma in altrettante installazioni. Gli artisti che partecipano sono Andrew Ross, Gab Bois, Guendalina Cerruti, Miranda Makaroff e Steve Messam, nomi internazionali del design contemporaneo. Lo spazio presenterà anche una sesta installazione realizzata in collaborazione con Giga Design Studio, chiamata “Floating Room”, per permettere alla creatività dei visitatori di esprimersi nella realtà mutevole e immersiva delle sue pareti digitali. Creando la propria opera d'arte “Drop”, tutti possono far parte della mostra, diventando protagonisti in prima persona. Numerose saranno poi le occasioni di incontro organizzate da YOOX: workshop, talk con ospiti internazionali, party.

Tiffany & Co.


Tiffany & Co. espone la scultura di un diamante di carta
Dal 7 al 12 giugno, la grande scultografia di carta “Paper Diamond” di Daniele Papuli, esemplare unico composto da 7.800 moduli in formato cm 15x35 di cartoncino gr. 250 Favini serie Burano in tre tonalità (Giallo, Zolfo, Solare) e delle dimensioni di 250x250x15 cm., sarà esposta presso lo store Tiffany & Co. di Piazza Duomo a Milano. L’opera d’arte è ispirata al leggendario diamante “The Tiffany Diamond” da 128.54 carati, una delle gemme di colore più spettacolari al mondo, acquistato da Charles Lewis Tiffany nel 1878 e indossato nella storia solo da quattro donne: la socialite Mrs. Mary Whitehouse, Audrey Hepburn per il film del 1961 Colazione da Tiffany, Lady Gaga agli Academy Awards del 2019 e Beyoncé nel 2021 nella campagna di Tiffany & Co. “About Love” insieme a JAY-Z. L’artista Daniele Papuli sarà presente presso lo store Tiffany & Co. di Piazza Duomo a Milano venerdì 10 giugno dalle 10.15 alle 19.30.

24Bottles


24Bottles firma la campagna “Fill The Future” e il progetto “Water Point”
Il brand bolognese che si definisce portavoce della ‘design hydration industry’, nato nel 2013 dall’estro di Giovanni Randazzo e Matteo Melotti, torna alla Milano Design Week con una sfilza di appuntamenti fraTortona, Piazza Castello e Brera. Leitmotiv di tutte le attivazioni, il concept “Fill The Future” si snoda sul territorio milanese interpretando il binomio “Spazio e Tempo” - tema della manifestazione. God Save The Food ospiterà un’installazione di borracce nella sua più conosciuta sede di Via Tortona, Delta Light e Archiproducts accoglieranno il pubblico con “Water Point” brandizzati, l’Eco Room dell’agenzia di stampa pil communication racconterà la nuova certificazione Carbon Neutral, mentre Lago Design diventerà quartier generale di 24Bottles per l’intera settimana del design ospitando eventi, talk e sales meeting con ospiti e dirette giornaliere sui canali social del brand. Inoltre, 24Bottles mette a disposizione un circuito di “Water Point” dai quali sarà possibile riempire le proprie borracce assistendo a talk, attività e installazioni legate al mondo della sostenibilità e del design. Tutti gli utenti potranno accedere alla lista di “Water Point” semplicemente inquadrando il QR Code presente sulla campagna pubblicitaria in giro per la città. Le location di Hyatt Centric Milano Centrale faranno da sfondo per gli appuntamenti mattutini con gli ospiti del brand, mentre ogni sera si terrà un aperitivo plastic-free presso Panino Giusto – sede Malpighi (in cui chiunque ordini un Gin Tonic riceverà in regalo un Travel Tumbler 24Bottles). In un filo diretto anche con il Salone del Mobile, 24Bottles incontra Kristalia, azienda friulana di design innovativo, allestendo una parete del suo stand in fiera con la collezione di borracce monocolore.

Antonio Marras


Antonio Marras: “Generation Re-Generation Post-Generation”
Da sempre sperimentatore eclettico e designer concettuale, Antonio Marras esplora ogni anno nuove dimensioni e realtà creative attraverso un linguaggio estetico inedito e una poetica profondamente personale. In occasione della Design Week e del Fuorisalone 2022, il designer sardo crea un nuovo racconto e allestimento irriverente e anticonformista, il cui protagonista è il concetto di rigenerazione – “Re-Generation”.La rigenerazione è un processo naturale di sostituzione o ripristino di parti del corpo danneggiati o mancanti alla piena funzionalità di piante e animali, e per Antonio Marras rappresenta il manifesto della propria poetica. “È credere nel risveglio, creare un gesto perfetto. È l’Araba Fenice che rinasce dalle sue ceneri. Sono i corsi e ricorsi storici di Giambattista Vico”, spiega lo stilista in un comunicato. Così, dal 6 al 12 giugno, dalle 10 alle 22, nello spazio Nonostantemarras in Via Cola di Rienzo a Milano, Antonio Marras dà nuova vita, crea occasioni di incontro e fonde e confonde materie e istanze poetiche, e attraverso la bellezza riproduce e produce nuove dimensioni dei materiali. Le stratificazioni, l’assembramento, gli assemblaggi, gli accostamenti, gli interventi, le incrostazioni, i decori, le sovrapposizioni, gli inserimenti, gli intarsi, i pezzi di tessuto avanzati, i ricami, le terre, i colori, i metalli, i disegni, il caffè e il tè come colori, le patch su elementi preesistenti - al fine di creare una identità altra - è il fare di Marras.

Un'opera di Giampiero Malgioglio allaGalleria Luigi Proietti


Lorena Antoniazzi collabora con Galleria Luigi Proietti
Fondato nel 1993 da Lorena Antoniazzi e Luca Mirabassi il brand di maglieria di lusso totalmente Made in Italy, il cui direttore creativo è Alessandro Mariani, presenta al Fuorisalone 2022 le opere degli artisti Giampiero Malgioglio e Dario Goldaniga, in collaborazione con la Galleria Luigi Proietti. Giampiero Malgioglio, maestro dell’estroflessione pop nell’arte contemporanea, rappresenta la società moderna mediante opere d’impatto, utilizzando il punto di vista dell’osservatore. Le sue installazioni su tela estroflessa ad effetto tridimensionale hanno come soggetti icone culturali riconoscibili dal grande potere visivo e comunicativo. Dario Goldaniga è un artista milanese che ha iniziato la propria carriera seguendo l’influsso orientale. Successivamente intraprende un percorso artistico autonomo scegliendo di utilizzare elementi di scarto del bronzo, dando loro una seconda vita e realizzando sculture diverse ed eleganti, che prendono ispirazione dal mondo naturale e dal cosmo, come planisferi, astri animali e mappamondi.

Un momento della performance “All Terrain Training”- Foto: ro.ci.cha


Vibram festeggia 20 anni di “FiveFingers”
In occasione della Milano Design Week, l’8 giugno alle 19 Vibram presenterà il nuovo progetto multidisciplinare “one with nature – twenty years of Vibram FiveFingers” con la curatela musicale di Ultimo Tango, etichetta e collettivo musicale. Durante la serata avrà luogo la performance “All Terrain Training”, ideata dall’artista inglese Will Pegna ed eseguita per la prima volta a Londra nel 2020 utilizzando proprio le iconiche calzature Vibram “FiveFingers”.

Montbook


Montbook e Giulio Iacchetti al Fuorisalone
L’italiano Giulio Iacchetti - noto designer internazionale a Milano - incontra un giorno il signor Yamamoto - proprietario di un laboratorio di borse a Nara. L’incontro dà vita a Montbook, un brand di borse e piccola pelletteria di design in pelle. La collezione, già composta da 9 differenti articoli, comprende: zaino, borsa monospalla, messenger, porta carte e porta monete, custodie per smart phone e portafogli, e, in occasione della Milano Design Week, si arricchisce di un nuovo modello: la “Baltea Bag”, una mini reporter bag dedicata al mondo maschile, che si presta anche ad un uso unisex, la cui ispirazione viene dalla classica giberna, la custodia in cuoio tipica dell’uniforme dei Carabinieri. I prodotti della linea sono realizzati in pelle, Made in Japan dal noto laboratorio Yamamoto, da sempre specializzato nella manifattura di zaini “Randoseru”. Tutta la collezione verrà presentata nel temporary shop di Via Palermo 18, nel cuore di Brera Design District.

Napapijri per Moreno Ferrari


Napapijri per Moreno Ferrari
Durante il 60° Salone del Mobile ci sarà spazio anche per l’installazione ‘“NO” project’, realizzata dal designer e artista Moreno Ferrari, che insieme alla capsule collection 100% riciclabile “Napapijri per Moreno Ferrari” sarà esposta presso la Galleria Rossana Orlandi di Via Matteo Bandello 14, a Milano.

"Absolute Beginners" - IED


IED presenta al BASE di Milano il progetto collettivo “Absolute Beginners”
In occasione del Fuorisalone 2022, IED (Istituto Europeo di Design) presenta allo spazio BASE Milano il progetto collettivo “Absolute Beginners” (rivolto a tutti gli studenti del Gruppo IED di Italia, Spagna e Brasile), di carattere multidisciplinare e nato per dare voce all'intuizione e al linguaggio delle nuove generazioni. Ai dieci team di studenti selezionati è stato chiesto di lasciarsi ispirare e di interpretare le storie di icone femminili, del passato e del presente, che con la propria opera, visione o lotta di genere hanno lasciato un'impronta indelebile. A fare da muse ispiratrici per la Milano Design Week sono state le storie di Lina Bo Bardi, Eva Mameli Calvino, Ada Bursi, Rei Kawakubo, Cinzia Ruggeri, Laura Solera Mantegazza con Maria Montessori e Giuseppina Pizzogni, Gala Eluard Dalì, Belen Moneo, Carla Accardi, Patricia Urquiola: artiste, designer, filosofe, educatrici, ma prima ancora dieci donne visionarie, con cui gli studenti dello IED hanno avviato un immaginario dialogo tra “debuttanti assoluti” di oggi e ieri. Il nome del progetto è chiaramente ispirato all’omonima canzone di un altro grande anticipatore: David Bowie.

Simone Guidarelli Home, “La stanza del Re”


Simone Guidarelli: esperienza immersiva in Porta Venezia
Il designer Simone Guidarelli, per la propria linea Home, presenta un’esperienza immersiva in cui la sua nuova collezione “Les Jardins Imaginaires” rappresenta la bellezza e la varietà di una realtà parallela attraverso le diverse collaborazioni. A partire dalle partnership già collaudate di Simone Guidarelli con Officinarkitettura (realtà emiliana specializzata in progetti e produzioni di wallcovering e rivestimenti) e Matrix International (azienda toscana d'arredo contemporaneo che si è occupata del tavolo, ma anche del divano, delle poltrone e dei tavolini da caffè della zona giorno dell’allestimento), cui si affiancano oggi quelle con Melogranoblu (impresa bergamasca di illuminazione per interni), Bedding Atelier (azienda di Casalguidi, in provincia di Pistoia, che progetta e produce soluzioni d'arredo su misura, che per questa iniziativa ha realizzato un letto a baldacchino), DSV Carpets (che ha realizzato un tappeto in vello di lana della Nuova Zelanda e seta pura, trama ed ordito in cotone con nodo tibetano 100 Line) e Antica Fabbrica Passamanerie Massia Vittorio 1843 (società di passamanerie di Torino). Il tutto prende vita nelle stanze di una location di prestigio come Il Salotto di Milano, in Corso Venezia 7. Si amplia così - con un percorso che vuole essere ad un tempo intimo e sensoriale, interiore e conviviale - la portata del progetto luxury experience della label Simone Guidarelli Home, sotto il segno del più raffinato Made in Italy.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.