Safilo preleva Andrea Bulgarelli da Benetton per curare l’e-commerce

Safilo pone l’accento sull’e-commerce attraverso la nomina di Andrea Bulgarelli come direttore della trasformazione digitale (Digital Transformation Director). Fino a questo momento, il produttore padovano di eyewear, controllato dal fondo olandese Hal, non aveva in organigramma un incarico specifico dedicato a questa attività.

Andrea Bulgarelli - Safilo

Andrea Bulgarelli dirigerà dalla sede padovana il programma di e-commerce del gruppo, che ha registrato un fatturato di 1,047 miliardi di euro nel 2017 e gestisce oltre 30 marchi nel proprio portafoglio di licenze, tra i quali Dior, Fendi, Givenchy, Moschino e Tommy Hilfiger. Il programma fa parte della strategia “direct-to-consumer” implementata da Safilo nel quadro del suo piano industriale ad orizzonte 2020.
 
“Il digitale è al centro della nostra strategia di crescita e di sviluppo (…). Grazie alla leadership di Andrea Bulgarelli, potremo finalmente accelerare il nostro business nel commercio elettronico e la nostra trasformazione digitale”, commenta in un comunicato il CEO di Safilo, Angelo Trocchia.
 
Il manager italiano, laureato in ingegneria delle telecomunicazioni, ha lavorato soprattutto nel settore della moda, guidando fra le altre cose i processi digitali per la creazione dei siti di e-commerce del gruppo Max Mara, per il quale ha lavorato dal 2007 al 2015, prima di entrare a far parte del gruppo Benetton, dove da due anni occupava il posto di Group Digital Business Director.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

OcchialiNomine
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER