Ruco Line: Davide Motta è il nuovo direttore creativo

Il marchio di calzature Ruco Line, fondato nel 1987 a Mugnano, alle porte di Perugia, da Marco Santucci e Daniela Penchini, annuncia l’ingresso in azienda con effetto immediato di Davide Motta nell’incarico di direttore creativo.

Davide Motta - Ruco Line

Davide Motta (un diploma in Industrial Design e due master, in Fashion Design e Footwear Design) proviene da Givenchy, in cui ricopriva il ruolo di Senior Designer Uomo, e lavorerà alla direzione creativa dei brand Ruco Line e Agile by Ruco Line. Con una carriera alle spalle che lo ha visto collaborare con Dolce & Gabbana e il marchio sudafricano Kurt Geiger, Davide Motta si presenta all’azienda umbra con un importante background nel sistema del luxury fashion.
 
Ruco Line, il cui successo principale nacque una ventina d’anni fa con il modello “200”, la prima sneaker con il tacco, punta a concretizzare un profondo rinnovamento dello stile, coinvolgendo le collezioni femminili e maschili di entrambi i brand dell’azienda, come conferma a FashionNetwork.com il co-fondatore, presidente e CEO del brand, Marco Santucci: “Davide ha saputo affascinarci fin da subito per la sua capacità di interpretare il brand:  una sintesi perfetta in grado di coniugare il nostro passato, il presente e - cosa più importante - il futuro”.
 
“Per effetto della collaborazione con Davide Motta, intendiamo adottare una linea stilistica dal design puro ed essenziale, perfettamente complementare alla creatività di Ruco Line, che si presti ad essere indossata da chi ama viaggiare senza sacrificare versatilità e eleganza. Un prodotto moderno, innovativo e soprattutto vicino alle persone”, continua Santucci.

La capsule collection "Essentiel ‘M", realizzata in collaborazione con il designer francese Jean-Marie Massaud, presentata durante la Fashion Week milanese di febbraio, è il progetto creativo più recente del brand - Ruco Line

Ruco Line, che ha da poco rinnovato team e direzione commerciale, ha chiuso l’esercizio fiscale 2017 con 26,6 milioni di euro di fatturato, +15,2% sul 2016. L’EBITDA è stato pari al 9% del fatturato. L’anno prima fu del 10%, ma sono stati effettuati ingenti investimenti pubblicitari. Il 90% del giro d’affari è realizzato con le calzature. Oggi il turnover di Ruco Line è realizzato per il 40% in Cina e a Hong Kong, “principalmente attraverso il canale diretto ed una partnership locale decennale”, afferma Santucci. “Al secondo posto, a pari merito, si piazzano l'Italia e il Giappone, quest’ultimo un mercato che gestiamo direttamente. Infatti, nel 2017 Italia, Europa e Asia sono stati i mercati principali in cui abbiamo riscontrato crescite decisamente importanti e in cui concentriamo essenzialmente la nostra distribuzione”.

Il marchio perugino è attualmente distribuito in circa 700 negozi multibrand e 106 monomarca nel mondo, che il management sta continuando ad aggiornare e sviluppare, ed è forte di un mercato digital che include canali diretti, come l’e-commerce rucoline.com, e alcune tra le principali piattaforme internazionali di vendita online. In cantiere ci sono “un’apertura a Teheran e nuovi opening in Cina, oltre ad una re-location del flagship di Tokyo. Entro la metà del 2019 apriremo anche un nuovo store monobrand a Parigi, dove abbiamo appena inaugurato un nuovo showroom”, ci aveva recentemente confermato al MICAM Marco Santucci.

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroNomineBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER