×
822
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Global Client Engagement Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Emea Facilities Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
IT Solutions Associate Manager
Tempo Indeterminato · NOVARA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · TREVISO
SHOWROOM MARCONA3
Shoes Showroom Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
DFP INTERNATIONAL SPA
Commerciale / Customer s
Tempo Indeterminato · CORROPOLI
THUN SPA
Head of Real Estate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
THUN SPA
Regional Manager France
Tempo Indeterminato · MILANO
CONNECTHUB DIGITAL
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MANTOVA
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Impiegato/a Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · MERATE
DELL'OGLIO
Resident Seller
Tempo Indeterminato · PALERMO
BRAMA SRL
Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
JD SPORTS FASHION PLC
HR & Payroll Advisor - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
OFF-WHITE C/O VIRGIL ABLOH
Franchising Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Network & Security Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
CONFIDENZIALE
Sistemista IT
Tempo Indeterminato · LUGANO
NEIL BARRETT
IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM
Digital Media Manager
Tempo Indeterminato · GALLARATE
Pubblicato il
9 feb 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Rosso (Otb) dà il benvenuto a Draghi. “Tagli la burocrazia. C’è bisogno di velocità e azione”

Pubblicato il
9 feb 2021

La crisi del covid-19 morde l'economia, ma le forze politiche si sono rivelate incompetenti e incapaci di guidare il Paese fuori dal tunnel. Sono toni duri, ma più che mai comprensibili da parte di un imprenditore che ogni giorno si mette in gioco e deve salvaguardare azienda e personale, quelli usati dal patron di Otb, Renzo Rosso, nel suo intervento a Quarta Repubblica l'8 febbraio, programma di approfondimento politico condotto da Nicola Porro, su Rete 4.

Renzo Rosso, fondatore di Diesel e presidente di Otb


“Lo Stato ha fatto molto poco fino ad ora. Abbiamo ricevuto la cassa integrazione solo nei primi mesi. Non abbiamo usato i finanziamenti pubblici perché la banca offriva condizioni migliori. Bisogna semplificare la burocrazia per l’accesso al credito di crisi”, ha dichiarato Rosso. 
 
“Per aprire un’attività devi attraversare infiniti centri di potere. Ho persino abbandonato un progetto con l’architetto Chipperfield nella zona di Bassano del Grappa per l’eccesso di burocrazia. Mi auguro che Draghi possa tagliare la burocrazia. Abbiamo bisogno di velocità, di poter fare”, prosegue.

Da Arcuri a Di Maio, passando per Toninelli e Azzolina. Mr Diesel non lesina critiche all’ultimo governo per la sua incapacità di una visione in grado di rilanciare il Paese e colpevole dell’aggravarsi della crisi.  
 
“Abbiamo bisogno di serietà. Do il benvenuto a Draghi che sono sicuro saprà spendere correttamente i soldi (finora 140 miliardi di nuovo debito pubblico per 'gestire la crisi', ndr.). L’Italia è stanca di questa politica, che fa giochi di palazzo mentre noi imprenditori siamo sul campo di battaglia tutti i giorni, a lottare per non vedere fallire le nostre aziende e per salvaguardare posti di lavoro. Ci sono moltissimi italiani che ormai fanno fatica ad arrivare a fine mese, aziende costrette a chiudere, non si può continuare così”.
 
Nell’ultimo anno la sua Only The Brave, holding di moda che controlla marchi come Diesel, Marni, Maison Margiela o ancora Viktor & Rolf, ha dato la cassa integrazione in anticipo, integrando le classi più basse, tagliando gli stipendi dei top manager, in primis quello dello stesso Rosso. Ha attivato lo smart working e fatto da banca a fornitori e clienti per dare loro la possibilità di continuare a lavorare. 
 
“Abbiamo guadagnato la loro lealtà e oggi torniamo a marciare”, aggiunge Rosso. “Abbiamo anche fatto progressi sul fronte della tecnologia: oggi siamo in grado di sviluppare collezioni in ambiente digitale: costruiamo un modello-avatar che spediamo nei vari laboratori dove viene caricata la modellatura per realizzare il prototipo. Anche le vendite sono diventate tutte digitali”.

“Lo sblocco dei licenziamenti è, purtroppo, una strada obbligatoria”, conclude Rosso. “Le aziende sono troppo pesanti oggi. Devono alleggerire il personale per avere più soldi da investire e tornare a crescere nell’economia, creando nuova occupazione. Dobbiamo attuare un cambio organizzativo con prepensionamenti e nuovi posti di lavoro su digitale e sostenibilità”.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.