Robert Clergerie punta sull'heritage e apre monomarca a Parigi e New York

Dopo la nomina di Perry Oosting nel ruolo CEO lo scorso aprile, a maggio il marchio francese di calzature di lusso che fa capo al fondo First Heritage Brands (che possiede anche i brand Delvaux e Sonia Rykiel), ha assunto un nuovo direttore creativo, David Tourniaire-Beauciel, e adesso ha molti e diversificati progetti di espansione in cantiere.

Perry Oosting e David Tournaire-Beauciel - Robert Clergerie

“Credo davvero che sia lo stilista ideale per noi”, indica a FashionNetwork.com lo stesso Perry Oosting, da noi incontrato a Milano. “Prima di tutto, perché David è proprio di Romans-sur-Isère, la cittadina in cui il brand è nato nel 1981, anche se è presente in quel luogo sin dal 1895 con i suoi atelier. Quindi per lui non si è trattato solo di inserire un nuovo brand nel suo portfolio (in una lista che comprende in particolare Martin Margiela, Chloé, Ferragamo, Givenchy e Balenciaga), ma lavorare per questa azienda costituisce un motivo d’orgoglio per la sua provenienza. In seconda istanza, perché Tourniaire nella sua carriera ha avuto un vero successo quando ha preso una strada tutta sua e volta all’innovazione, che è ciò di cui abbiamo bisogno, sempre nel rispetto del passato e dell'heritage del nostro marchio”, puntualizza.
 
“Quella delle calzature è una categoria molto tecnica, molto diversa dal ready-to-wear, specialmente se realizzi direttamente la produzione delle scarpe”, continua Perry Oosting. “Ora, nel successo passato di Robert Clergerie ci sono stati gli elementi di una grande innovazione in termini di stile e architettura della scarpa e di proposta di un’eleganza tipicamente francese, non convenzionale, per una donna indipendente che cercava il comfort unito a piacere estetico. Questi allora saranno i cardini stilistici su cui vogliamo riportare le creazioni del brand, riproponendoli in un senso più creativo e innovativo. Non si tratta solo di riprendere pedissequamente un modello del passato e di cambiarne il colore, ma di applicare un concept più audace e non convenzionale nelle nostre creazioni, sempre garantendo comfort e quel tocco estetico di eleganza “alla francese”. Lo chiamiamo “Freedom of Movement”, per rappresentare l’elemento estetico femminile in una calzatura che si possa tranquillamente indossare dalla sera alla mattina. Questa è l’idea che vogliamo portare avanti con David e il nuovo team creativo”.
 
La nuova direzione non cambierà però il posizionamento prezzi del brand, svela Oosting: “Se guardiamo al mercato delle calzature di alta gamma, notiamo che esistono il mercato del lusso dei brand di design e il livello delle creazioni contemporary. Noi ci inseriamo nel segmento entry luxury, con prodotti un po’ più d’avanguardia rispetto alla tradizione, a prezzi che vanno dai 210-250 euro fino a 590 euro al massimo, con il core delle gamme a 340-345 euro circa. E così vogliamo portare più valore al prodotto: rimanere un marchio di lusso mantenendo però il posizionamento prezzi precedente”.
 
“Apriremo 2 nuovi punti vendita in location iconiche”, aggiunge il CEO: “uno di 50 mq. in rue Saint-Honoré 326, di fronte a Colette (anche se ancora per poco, probabilmente finiremo davanti a Saint Laurent, se si confermano le voci…)”, sorride Oosting, “che inaugureremo prima del 26 settembre, ovvero dell’inizio della Settimana della Moda di Parigi, con un nuovo concept retail. Poi in ottobre apriremo un punto vendita di 65 mq. al 901 di Madison Avenue, sulla 72ma strada di New York, davanti ad Acne Studios, sempre con lo stesso inedito concept. Vi saranno presenti le prime creazioni esclusive del nuovo designer. Le due aperture rappresenteranno pure l’occasione per presentare la nostra nuova strategia digitale, con una maggiore attività sui social media, ed entrambi esibiranno suggerimenti e anticipazioni delle prime creazioni di David, oltre al lancio esclusivo di una prima, speciale creazione concepita dal nuovo designer”.

Robert Clergerie, PE 2017

Il marchio transalpino possiede oggi 15 negozi monomarca (Madrid, Ginevra, New York - quello attuale si trova sulla 62ma strada e sarà appunto trasferito sulla 72ma - Los Angeles, 5 a Parigi - fra 3 shop-in-shop e 2 monomarca -, Aix-en-Provence, Cannes, 2 a Londra e 2 negozi outlet in Francia) e non ha attualmente in previsione di aprire una successiva serie di indirizzi retail. Prevede, però, di applicare gradualmente il nuovo concept ai punti vendita Robert Clergerie esistenti, concentrando le proprie attività principalmente sulle calzature femminili (che generano oltre il 90% del fatturato), e in seguito curando maggiormente l’Uomo, “che comunque non vogliamo posporre, tanto che David Tourniaire-Beauciel presenterà entro breve tempo anche una linea di scarpe maschili con un nuovo stile. Però il focus sarà la Donna. Teniamo in proiezione futura la possibilità di realizzare una linea di accessori, ma non c’è ancora nulla di definito in tal senso”, precisa il CEO
 
Tra gli obiettivi in termini di espansione geografica, l'azienda si focalizzerà su Europa e USA: a livello di fatturato gli Stati Uniti pesano, infatti, per il 45% sul turnover, l’Europa per il 55%, con Italia, Spagna, Regno Unito e Francia più o meno a pari livello e Germania un po’ più indietro, ma con un grosso potenziale. Molto buone anche le performance in Giappone e Medio Oriente mentre, il resto dell’Asia, non è una priorità dell'azienda per il momento, che vuole procedere per scelte mirate e piccoli passi.
 
In Italia, Oosting comunica che c’è l’idea di accrescere la collaborazione con La Rinascente (in cui il brand è già presente), ma si tratta per ora di discorsi in fieri.
 
“Ci troviamo in 240 punti vendita multibrand nel mondo, fra retailer online e multimarca fisici che non vendono solo scarpe, ma anche abbigliamento. Abbiamo circa 210 dipendenti nel nostro quartier generale dell’Isère, con la produzione che è al 100% realizzata in Francia, e una grande controllo diretto della qualità. Per questo era molto importante avere un designer interno come David Tourniaire-Beauciel per supportare una produzione totalmente in proprio”, conclude il massimo dirigente del marchio francese.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriDistribuzioneBusinessCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER