Ripar amplia la sua presenza negli Stati Uniti

La romana Ripar Cosmetici, azienda familiare di cosmetici professionali e di make-up d’abbellimento e correttivo con il fondotinta esclusivo “RiparCover”, si sta focalizzando sull’espansione internazionale, soprattutto negli Stati Uniti, e vede crescere costantemente le vendite dei suoi prodotti presso il grande pubblico.

Luca Piombino - Ripar Cosmetici

La società esiste da 42 anni, essendo stata fondata dai genitori del CEO, Luca Piombino, chirurgo plastico di formazione, che vive a Roma, è responsabile di una clinica di chirurgia plastica in Olanda e realizza consulenze in altri Paesi. “L’idea dei miei genitori (mio padre lavorava nel mondo ospedaliero) era di trovare una soluzione che potesse colmare o coprire le imperfezioni della pelle (come angioma, vitiligine, vene varicose, acne, o i tatuaggi da eliminare)”, rivela a FashionNetwork.com lo stesso Piombino. “Tutt’oggi curiamo trattamenti post-oncologici corsi di formazione con vari ospedali di supporto a pazienti con deficit estetici”. 
 
Il prodotto-cardine, da cui l’azienda è nata, è un fondotinta speciale che permette di coprire tutti gli inestetismi del viso. “La particolare formulazione patent pending consente di utilizzare pochissimo prodotto e di avere un effetto ‘seconda pelle che dura 16 ore, non unge i vestiti, ed è abbinabile a una polvere fissante, disponibile in 28 colori, per tutte le carnagioni”, spiega il CEO.
 
Ripar ha aperto due anni fa i primi uffici negli Stati Uniti, lanciandosi negli States dopo aver superato i rigidissimi test della Food and Drug Administration locale. “Molte Medical Spa statunitensi stanno firmando accordi con noi in questi mesi per inserire nelle loro proposte il prodotto “Make Up Remover” di massima coprenza, a base di aloe vera, utilissimo dopo i trattamenti di filler”, dice Piombino. “Al momento sono 5 quelle in trattativa con noi. Negli USA le confezioni sono leggermente diverse e i prodotti sono realizzati con le nostre formulazioni in loco”.
 
Conseguentemente, l’azienda ha lanciato una linea di make up professionale e più di recente anche una linea di skincare, alla vitamina C e al caviale. Sono circa 70 le referenze del gruppo, ma considerando le varianti colore diventano oltre 200 i prodotti di Ripar. Le linee principali sono quattro: “Viso”, “Aequilibrium”, “Clear” e “Caviar”. I prodotti dell’azienda di Roma sono distribuiti in oltre 700 centri estetici in Italia, ma Ripar è presente anche in altre nazioni: principalmente in Inghilterra, Norvegia, Russia, Ucraina, Turchia e Cina.
La linea "RiparCover" - Foto: G.B. FashionNetwork.com

Il fatturato di questa azienda familiare è stato di 1,5 milioni di euro, cresciuto del 18% l’anno scorso. Trattative sono in corso per entrare in Giappone, Colombia e Messico, ma non prima del 2020. Per 30 anni i clienti dell’azienda romana sono sempre state figure B2B (l’estetista, la make-up artist, lo studio televisivo, il mondo del fashion e così via). Nell’ultimo biennio, anche avvalendosi dello strumento dei social network, il fatturato “ha una piccolissima fetta, ma in costante crescita, di clienti consumatori”, dice Piombino. “Pensavamo che il nostro fosse un prodotto difficile da pubblicizzare tra i consumatori, invece ci siamo resi conto che si è trattato di una scelta sbagliata, cui abbiamo posto rimedio”.
 
Dal 2010 Ripar cosmetici ha ampliato la gamma di servizi offerti, erogando, su tutto il territorio nazionale, corsi di formazione in micropigmentazione - il cosiddetto tatuaggio estetico - di alto profilo, e distribuendo in esclusiva per l’Italia i macchinari e accessori Amiea, una divisione della MtDerm, azienda tedesca globalmente accreditata come una delle più importanti aziende produttrici di attrezzature, accessori e pigmenti per il trucco permanente. Infine, Ripar possiede due siti di e-commerce: uno serve tutta l’Europa, l’altro solo gli Stati Uniti.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

CosmeticiEsteticaDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER