Ralph Lauren senza tempo, ma non al passo coi tempi

Ralph Lauren è un uomo da stimare. Dotato di una determinazione e una forza di carattere invidiabili, lo stilista americano non si arrende mai e dimostra di avere spirito da vendere di fronte alle avversità.


Guarda la sfilata
Ralph Lauren - Fall-Winter2018 - Womenswear - New York - © PixelFormula


L’attività di Ralph Lauren continua infatti ad essere gravata da vendite deludenti: i millennials lo hanno praticamente abbandonato; la generazione di Instagram lo sta ignorando e la sua offerta prodotti si è evoluta poco nel corso degli anni. Eppure, lui è ancora là fuori a prendersi la sua languida standing ovation, dopo aver percorso per tutta la sua lunghezza la passerella allestita negli Skylight Studios sul fiume Hudson al termine della propria sfilata.
 
Abbracciando la moglie Ricky e salutando alcune stelle del cinema in prima fila (la lista di ospiti del lunedì mattina includeva Katie Holmes e Hilary Swank), Lauren era vestito con un classico blazer doppiopetto, jeans e stivali Western; un look che sembrava incongruo, male assortito con la sfilata, dato che lo show era ispirato dalla casa per le vacanze che lo stilista americano possiede a Montego Bay, in Giamaica.
 
Dopo due anni difficili, i risultati economici di Ralph Lauren sono andati anche peggio di recente, visto che l’azienda ha subito un calo del 10% dei ricavi nell’ultimo trimestre del 2017 in Nord America. E, nonostante una certa crescita in Cina, i ricavi mondiali sono scesi di oltre il 4%.
 
Questa collezione difficilmente farà molto meglio. Il défilé si è aperto in modo vivace, con alcuni affascinanti abiti realizzati ad esempio con stampe di conchiglie e ha presentato un paio di bellissimi outfit in denim, in particolare un abito da sera in tela jeans dalle tinte acide rifinito con piume blu e indossato dalla supermodel Bella Hadid.
 
Tuttavia, troppo spesso la collezione è sembrata proporre un riaggiornamento un po’ naif dei suoi classici abiti da vacanza negli Hamptons con sovrapposte immagini caraibiche. Uso illimitato di cravatte con classiche stampe marittime e pullover lavorati a maglia con grafiche di transatlantici. Un po’ fuori luogo anche i modelli scultorei dello show, la maggior parte dei quali sembravano usciti dai cartoni animati di Dick Tracy.
 
La musica scelta per il finale era quella del più grande musicista giamaicano, Bob Marley, con la sua “Is This Love”, e il set era una versione della casa ai Caraibi dello stilista con l’aggiunta di tende veneziane e sedie a sdraio. Quasi un'espressione del desiderio di avere un momento di tranquillità da parte del designer, visto che l’impero della moda che ha fondato attualmente sembra in balia delle onde.
 
"Tutti desiderano un posto magico dove si possa uscire dal tempo immersi nella bellezza della natura … La mia collezione per uomini e donne evoca lo stile spensierato e sofisticato di questa esperienza speciale - esuberante, lussuosa, senza tempo", ha scritto il 78enne Ralph Lauren nelle note al programma.
 
Ora, c’è l’essere ‘senza tempo’ e l’essere ‘in tempo’, cioè lo stare al passo con i tempi, che è una caratteristica che chiaramente questa collezione non possiede.
 
Tutto considerato, Lauren è l'ultimo esempio (in questo momento difficile che tutto il comparto moda sta attraversando) di un marchio potente e affermato che non riesce a reagire abbastanza velocemente ai rapidi cambiamenti nei gusti del mercato. Un’altra casa di moda che si è fatta cogliere alla sprovvista dai guai del retail in America, e soprattutto dalla crescita del web, con la sua nuova generazione di consumatori.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Sfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER