Ralph Lauren al top delle stime; risalita delle vendite in Nord America

Ralph Lauren è tornato a crescere in Nord America nel suo secondo trimestre d’esercizio: la strategia di intensificare il marketing sui social media ha dato buoni frutti, aiutando nel contempo il gruppo di moda e lusso ad arrivare, nella giornata di martedì, al livello più alto delle stime di entrate formulate da Wall Street.

Foto: Ralph Lauren

La sua maggiore focalizzazione sui social media punta ad attirare altri millennials dalle elevate capacità di spesa, dopo che la mancanza di grandi sconti e promozioni ha ridotto la clientela del marchio negli ultimi anni.
 
L’azienda newyorchese ha dichiarato di aver speso circa il 30% in più per il marketing nel periodo di tre mesi chiusosi a fine settembre, rispetto a un anno prima, puntando sulla realizzazione di eventi come il Fashion Show per il suo 50° compleanno e sulla partecipazione alla New York Fashion Week.
 
Il suo fatturato in Nord America è risalito, aumentando dell'1,4% dopo diversi trimestri di calo.
 
I ricavi complessivi di Ralph Lauren sono aumentati dell'1,6%, a 1,69 miliardi di dollari (1,48 miliardi di euro), meglio dell'aspettativa degli analisti di un calo dello 0,9%.
 
L'utile netto è salito a 170,3 milioni di dollari (149,1 milioni di euro), o 2,07 dollari per azione, nel secondo trimestre terminato il 29 settembre, dai 143,8 milioni di dollari (125,9 milioni di euro), o 1,75 dollari per azione, di un anno prima.
 
“Mentre continuiamo ad attuare il nostro piano strategico “Next Grand Chapter”, siamo incoraggiati dai primi progressi che abbiamo compiuto nella prima metà di quest’anno in tutte le collezioni”, ha dichiarato il Presidente e CEO Patrice Louvet. “Guardando al resto dell'annata, siamo sulla buona strada per raggiungere i nostri obiettivi per l'intero anno”.
 
Esclusi gli elementi occasionali, Ralph Lauren ha guadagnato 2,26 dollari per azione, superando le stime di Wall Street per il nono trimestre consecutivo.
 
Gli analisti si aspettavano in media guadagni di 2,16 dollari per azione ed entrate per 1,65 miliardi di dollari (oltre 1,44 miliardi di euro), secondo i dati IBES di Refinitiv.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

© Thomson Reuters 2018 All rights reserved.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriLusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER