×
1 383
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace Manager (Farfetch)
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace / Multichannel Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Menswear Brand Sales Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Expansion Manager Nord
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Digital Customer Care Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
Pubblicità
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
15 lug 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

PVH si separa dai suoi marchi americani "Heritage Brands"

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
15 lug 2020

PVH Corp, il gruppo newyorchese proprietario di Tommy Hilfiger e Calvin Klein, ha annunciato l’intenzione di separarsi dal suo portfolio di brand americani Heritage Brands, con l’obiettivo di far rifiorire la sua attività in Nord America, duramente colpita dalla pandemia di Covid-19.

Van Heusen è uno dei marchi principali del portfolio Heritage Brands di PVH - Instagram: @vanheusenstyle


Tali marchi comprendono in particolare Van Heusen, Geoffrey Beene, Izod, Arrow, Warner’s, True & Co. e Olga. La divisione conta 162 negozi outlet, di cui la maggior parte appartiene del network di store fisici di Van Heusen.
 
Secondo PVH, tali negozi dovrebbero restare aperti fino a metà 2021. I progetti di ristrutturazione dell’azienda in Nord America comprendono anche la soppressione di 450 posti di lavoro nella regione, vale a dire il 12% degli effettivi. I licenziamenti saranno ripartiti tra i tre rami di attività di PVH e la sua sede principale e dovrebbero permettere al gruppo di economizzare quasi 80 milioni di dollari (70 milioni di euro) all’anno.  

“I cambiamenti strutturali che riguardano la distribuzione in Nord America ci hanno obbligato ad analizzare da vicino la nostra attività, al fine di identificare possibilità di ottimizzazione dei costi nel nostro modello di business”, ha spiegato il Presidente e CEO di PVH, Manny Chirico, in un comunicato. “Per questo motivo, abbiamo dovuto prendere la decisione incredibilmente difficile di chiudere il nostro portfolio Heritage Brands ed eliminare un numero significativo di posti di lavoro in Nord America, al fine di compensare la flessione dei ricavi. Queste decisioni non sono state prese alla leggera, perché il portfolio di Heritage Brands è il più storico delle nostre divisioni. Purtroppo, il suo ritorno sugli investimenti non era più sufficiente”, ha aggiunto.
 
“La crisi del Covid-19 sta ridisegnando completamente i contorni del retail e pensiamo che i suoi effetti si faranno sentire a lungo termine e che i comportamenti di acquisto dei consumatori cambieranno in modo duraturo”, ha aggiunto il Presidente di PVH Stefan Larsson. "Dobbiamo adattare il nostro business e riequilibrare la base costi per migliorare la nostra competitività e mettere in sicurezza la tesoreria. Stiamo riassegnando delle risorse alle nostre attività più profittevoli”.
 
Queste decisioni strategiche potrebbero costare a PVH circa 80 milioni di dollari nei prossimi 12 mesi, di cui 10 milioni non monetari. Si prevede che tali oneri saranno in gran parte dovuti ai costi dei licenziamenti, locazioni e costi di liquidazione dell'inventario, nonché alla perdita di valore delle attività non monetarie.
 
PVH è solo l’ultimo in ordine di tempo di una lunga lista di gruppi di moda americani che hanno intrapreso azioni drastiche per superare i problemi finanziari causati dalla crisi del coronavirus. Ad esempio, dopo aver rinunciato al business di Umbro e Starter in Cina, il gruppo newyorchese Iconix sta attualmente studiando delle opzioni che includono una possibile vendita o fusione. Il 13 luglio, RTW Retailwinds ha dichiarato fallimento, raggiungendo così J.C. Penney, Brooks Brothers, J.Crew e Neiman Marcus.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.