×
1 269
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
19 mag 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Produttori di articoli sportivi: l'ingresso nel mondo del calcio costa sempre di più

Pubblicato il
19 mag 2013

Per i produttori di articoli sportivi, la Ligue 1 francese resta il campionato più accessibile tra i cinque grandi campionati calcistici europei. Secondo uno studio condotto da Repucom e PR Marketing, per i 20 club di primo piano, i contratti con i produttori di articoli sportivi rappresentano ricavi cumulati di 33,1 milioni di euro.

Con un contratto medio di fornitura di articoli sportivi di 1,7 milioni di euro, la Ligue 1 è il più accessibile dei cinque grandi campionati europei. Grafico Repucom.


Ma comunque, il massimo campionato francese resta il più attraente. In effetti, nel 2012 i suoi ricavi sono stati di 25 milioni. “E' un mercato che sta andando bene in Francia, ma gli rimane ancora un certo potenziale di crescita”, secondo Pierre-Emmanuel Davin, direttore di Repucom France. “I club di Ligue 1 venderanno più di un milione di magliette in questa stagione, un nuovo record, e le vendite oltrefrontiera aumenteranno in modo significativo, soprattutto grazie alla crescita del Paris Saint-Germain”.

Il club della capitale, tornato recentemente campione di Francia e molto ambizioso a livello europeo con i qatarioti di QSR alla sua guida, sta rappresentando una sorta di locomotiva per la serie.

Anche il Monaco, appena tornato in Ligue 1, presenta dei solidi argomenti finanziari, con un magnate russo che lo gestisce e che si appresta ad ingaggiare varie stelle del pallone.

Attività che dovrebbero riuscire a far crescere il valore di tutti i giocatori e di tutte le società del campionato. Nella stagione attuale, il campionato contava 11 aziende di articoli sportivi fornitrici di club: Duarig, Burda, Hummel, Lotto, Macron, Uhlsport, Umbro e Puma. Ad essi si aggiungono Nike, Kappa e Adidas che hanno tre club ciascuno nel loro portafoglio, ma Nike, che collabora col PSG, il Brest e il Montpellier, dovrebbe andare in prima posizione solitaria. Il gigante americano ha infatti da poco ceduto Umbro, ma ha deciso di conservare i contratti con i club. Lilla e Nancy giocheranno quindi con lo 'Swoosh' l’anno prossimo.

Tabella Repucom.


“Adidas e Nike proseguono il loro dominio, dato che i due marchi vestono da soli quasi un terzo dei club dei cinque principali campionati europei. Il nostro studio indica un netto incremento (+18%) del valore totale dei contratti con i produttori di articoli sportivi nel 2012”, precisa Bruno Lalande, direttore della strategia EMEA di Repucom.

Sulla totalità dei campionati, i contratti fra i club e le aziende di articoli sportivi rappresentano 390 milioni di euro. La Premier League inglese attira da sola 145,5 milioni di euro e ha visto arrivare recentemente gli americani di Under Armour al Tottenham e di Warrior (Gruppo New Balance) al Liverpool. La Liga spagnola arriva al secondo posto con 85 milioni di euro, soprattutto grazie al Real Madrid e al Barcellona. Queste due competizioni sono quelle che rastrellano anche i maggiori diritti televisivi.

Olivier Guyot (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.