×
1 336
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Head of Advertising And Digital Production
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Administration And Accounting Manager / Luxury Brand / Mendrisiotto
Tempo Indeterminato · COMO
GINNIBÒ SRL
E-Commerce Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
DREAMERS FACTORY
Production Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 dic 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Primark riprende tono, e dopo l’Italia apre negozi negli Stati Uniti e in Spagna

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 dic 2020

Primark ha rivelato che la seconda ondata di lockdown di quest’autunno gli è costata oltre 430 milioni di sterline (477,79 milioni di euro). Ma ora i negozi hanno riaperto in tutti i principali mercati del marchio: i punti vendita nella Repubblica d'Irlanda, nel Regno Unito, in Francia e in Belgio hanno ripreso servizio la scorsa settimana, dopo un periodo di inattività più breve rispetto alla primavera.

Photo, Sandra Halliday


E dalla riapertura, le notizie sono buone. Le vendite “sono ancora una volta molto incoraggianti e riflettono l'entusiasmo dei clienti per l'offerta di Primark”. L'azienda ha esteso gli orari di apertura in Irlanda e Inghilterra per il periodo natalizio, “al fine di soddisfare la crescente domanda e garantire un'esperienza di acquisto più sicura attraverso la distribuzione del traffico”.
 
Nonostante tutto, molti negozi sono ancora soggetti a confinamenti obbligatori, con 34 punti vendita chiusi nel mondo, tra i quali tutte le boutique dell’Irlanda del Nord e dell’Austria. Ma i negozi chiusi ora rappresentano solo il 7% del totale della sua rete, contro il 62% di una settimana fa.

I blocchi sono stati più brevi rispetto alla primavera, ma sono arrivati ​​nel momento peggiore possibile, un periodo dell’anno che normalmente fornisce ai distributori una buona parte del loro fatturato annuo. Ecco perché le stime di perdite di Primark sono di ben 430 milioni di sterline, anche se l’azienda è riuscita ad ottenere dei risparmi. I costi operativi dei negozi chiusi sono stati ridotti del 25% durante il periodo in cui avevano le serrande abbassate.
 
L’azienda irlandese ha anche tenuto a ricordare che tutti gli ordini passati ai propri fornitori sono stati rispettati.
 
Adesso, Primark prosegue la propria espansione. Dall’inizio dell’esercizio finanziario, a metà settembre, il gruppo ha aperto nuovi negozi negli Stati Uniti, ad American Dream, in New Jersey, e a Sawgrass Mill, in Florida. “Il successo delle aperture di negozi negli Stati Uniti e la nostra performance comparabile nei nostri punti vendita riaperti sono molto incoraggianti e ci spingono ad accelerare il nostro programma di aperture di store negli USA”.
 
Il gruppo aggiunge di aver “riscontrato una risposta molto forte da parte dei clienti all'apertura del primo punto vendita a Roma la scorsa settimana”. La società ha anche aperto il suo quinto negozio a Barcellona, e ha inaugurato il 50° spazio in Spagna lo scorso venerdì.
 
Quali sono le conseguenze di tutto ciò sulle vendite complessive e sugli utili? Dato che l’esercizio finanziario precedente ha risentito dei lockdown di primavera, le vendite e gli utili di Primark dovrebbero essere più alti quest'anno e così il marchio dovrebbe poter proseguire nel proprio sviluppo.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.