×
1 258
Fashion Jobs
DOLCE & GABBANA
Sales Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENCIAL
Cost Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Commerciale/Export
Tempo Indeterminato · ROMA
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
26 feb 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Primark: l'espansione dei punti vendita fa crescere le vendite

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
26 feb 2019

L’insegna irlandese Primark ha annunciato una crescita di fatturato del 4% nel primo semestre dell’anno fiscale, sia a tassi di cambio correnti che costanti, grazie soprattutto all’aumento degli spazi di vendita. A perimetro comparabile, però, le vendite sono diminuite del 2%.

Primark


Non completamente una buona notizia, dunque, ma nemmeno così cattiva, tenuto conto che Primark non dispone di boutique online che possano distorcere i risultati. La società che possiede l’insegna, la Associated British Foods, ha dichiarato che “il nostro utile dovrebbe essere ampiamente superiore allo stesso periodo dello scorso anno, (visto che) i primi passi della nuova linea primavera/estate sono già molto incoraggianti”.
 
Analizzando i dati più in dettaglio, l’azienda ha annunciato che il “Regno Unito continua ad avere buone performance e abbiamo aumentato la nostra quota in tutti i settori, prêt-à-porter, calzature e accessori, con vendite in crescita del 2%. Le vendite cumulative a dati comparabili sono migliorate dopo gli ultimi aggiornamenti di gennaio. L’impatto di una debole presenza nei negozi nel mese di novembre è stato compensato da buone transazioni nel corso degli altri mesi e le vendite a dati comparabili dovrebbero eguagliare quelle dello scorso anno per quanto riguarda il primo semestre”.

Il fatturato generato in Europa dovrebbe aumentare del 5%, con forti crescite in Spagna, Francia, Italia e Belgio; ma le vendite comparabili dovrebbero essere inferiori alle attese, con un calo del 3%. Il problema, in Europa, sembra essere la Germania. “In Germania abbiamo rafforzato la nostra gestione e ci siamo concentrati sul marketing per affrontare delle transazioni ancora in difficoltà”, ha dichiarato la società. “Stiamo lavorando alla riduzione della superficie di vendita di un piccolo numero di negozi in Germania, al fine di ottimizzare la loro base di costi”.
 
Gli Stati Uniti sembrano essere in netta progressione, anche se rimangono deficitari. La società ha annunciato che le forti vendite sono dovute a “eccellenti transazioni nel negozio recentemente aperto a Brooklyn, combinate a una crescita delle vendite a dati comparabili. Ciò, insieme all’aumento della redditività dei negozi dopo la riduzione della loro superficie di vendita da Freehold e Danbury lo scorso anno, ha nettamente ridotto i costi operativi negli Stati Uniti”.
 
Dopo aver aperto circa 30.000 metri quadrati nel corso del suo ultimo esercizio, in particolare con gli opening di Siviglia, Almeria, Tolosa e Berlino, Primark ha annunciato che spingerà sull’acceleratore nei prossimi mesi. L’insegna intende infatti ampliare il suo network di oltre 80.000 metri quadrati, con inaugurazioni in Gran Bretagna (tra cui a Belfast), a Bruxelles, Utrecht, ma anche nel centro commerciale King of Prussia in Pennsylvania, negli Stati Uniti, e in Francia a Bordeaux Lac. Infine, Primark farà il suo ingresso in tre nuovi mercati: Slovenia, Repubblica Ceca e Polonia.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.