×
1 420
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
24 gen 2023
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Primark e i suoi vestiti low cost fanno centro nel pieno della crisi

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
24 gen 2023

Associated British Foods (ABF), capogruppo di Primark, ha annunciato, come altri marchi di abbigliamento low cost, di aver realizzato eccellenti risultati durante le festività natalizie, grazie alla resilienza della domanda e nonostante la crisi legata all’aumento del costo della vita .


Primark


Nelle sedici settimane terminate il 16 gennaio, il gruppo ha visto crescere le proprie vendite complessive del 20% (+16% a cambi costanti) rispetto a un anno fa, attestandosi a 6,7 ​​miliardi di sterline (7,6 miliardi di euro), con notevoli aumenti di prezzo nella sua divisione prodotti alimentari per assorbire l'aumento dei costi; il che che sta aumentando il fatturato ma riducendo i margini.
 
In particolare, le vendite di Primark sono aumentate del 18% nel periodo (+15% a tassi di cambio costanti), raggiungendo i 3,1 miliardi di sterline, pari a 3,5 miliardi di euro.

Nonostante l’inflazione galoppante, l'azienda ritiene che i suoi "prezzi accessibili" abbiano incrementato le vendite, che "hanno superato le aspettative" durante il periodo in esame, nel quale l’insegna ha anche portato avanti un "programma accelerato" di aperture di negozi, con dieci nuovi punti vendita.
 
Primark sta spingendo anche sul web. Il brand non spedisce i vestiti acquistati online, ma dallo scorso anno dispone di un sito nel Regno Unito che consente il click & collect, ossia l’acquisto online e il ritiro in negozio. Visto il successo riscontrato, la piattaforma verrà sviluppata nei prossimi mesi in Germania, Spagna e Stati Uniti, mentre gli altri Paesi seguiranno entro la metà del 2023.
 
"Primark è stata prudente riguardo agli (aumenti dei) prezzi data la sua posizione sul mercato", ma il marchio è stato comunque "in grado di trasferire alcuni incrementi" dei costi, osserva Richard Hunter, analista di Interactive Investor. E "la crescita delle vendite al di fuori del Regno Unito è continuata”.
 
"I nostri esperti ritengono che Primark recupererà nel corso del prossimo anno gran parte del terreno perso a favore degli e-tailer durante la pandemia", ha aggiunto l'analista di Third Bridge Alex Smith.
 
Ma nonostante queste note positive, il mercato rimane cauto fino a quando il marchio "riuscirà a dimostrare che (questa dinamica) durerà", secondo Richard Hunter; l'azione del gruppo è scesa dello 0,70% a 1.856,50 pence alla Borsa di Londra poco prima delle 9.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.