Preen.me, è boom per la piattaforma beauty global

La più grande piattaforma sociale al mondo nel settore della bellezza. La definisce così Tamar Yaniv Klorman, giovane mamma manager fondatrice due anni fa, insieme al marito Haggai, di 'www.preen.me': una 'family business' israeliana che sta spopolando nel mondo del make up e i cui contenuti sono generati direttamente dall'utente.
Una foto tratta dal sito Preen.me - Foto: Ansa

Uno sfavillio di occhi, viso, mani che appaiono come vere e proprie opere d'arte e che fanno sempre più tendenza. "Quello che si vede sul nostro sito - racconta Tamar dal suo studio in uno degli angoli più belli di Giaffa - è una fortissima comunità facebook con oltre 1.8 miliardi di utenti. Vi si può trovare ispirazione, istruzione, commercio. Nel mondo in cui viviamo oggi, i consigli personali sono estremamente importanti. Quello che facciamo è scattare foto 'selfies', carichiamo, condividiamo sui social network, quindi spartiamo con il mondo intero. Se prendiamo il tutto e lo mettiamo nel contesto della bellezza, siamo in grado di connettere i marchi con gli utenti in modo del tutto autentico. Abbiamo accesso a 60 milioni di persone ogni mese. Abbiamo circa 30,000 contenuti".

L'idea, come spesso accade, è nata da un bisogno personale di Tamar: "Ho sempre speso - dice - un sacco di soldi nei prodotti cosmetici e sono sempre rimasta alquanto delusa nel non trovare il giusto prodotto. Così a un certo punto ho deciso di fare un po' di ricerca su internet per capire meglio. Per esempio se sono alla ricerca di una crema per gli occhi, quale prodotto è adatto alla mia età, al clima del Paese in cui vivo e al mio tipo di pelle? Ho capito che non esiste alcun strumento in grado di aiutarmi nella scelta. Eppure è un mercato importantissimo: 60 miliardi di dollari solo negli Stati Uniti. E non esiste alcun leader, né uno strumento adatto".
Una foto tratta dal sito Preen.me - Foto: Ansa

Preen.me è nato per occupare questo posto: nell'ufficio di Giaffa lavorano circa 15 persone, altre due negli USA e cinque nelle Filippine. "Tutto quello che si vede sul sito - prosegue Tamar con un passato da manager di azienda in Europa - arriva direttamente dal singolo utente. Non creiamo alcun contenuto. Ci limitiamo a sottoporlo ad un procedimento di 'cura'. Chi lavora qui svolge il compito di editore e curatore. Analizza decine di immagini sottoposte e decide cosa verrà posto nella home page e cosa sarà menzionato. In parole povere diamo agli utenti la possibilità di trovare una fonte d'ispirazione e fare acquisti direttamente sul sito". A colpire sono soprattutto le immagini: "A farle - risponde Tamar - sono gli utenti, i truccatori. C'è un'industria intera di persone che lo fa di professione oppure blogger nel settore della bellezza. Fanno molti soldi online. Per esempio se si va su YouTube, si possono vedere centinaia di donne che amano i prodotti cosmetici e da sole imparano a truccarsi e poi, con un minimo di Photoshop e l'iPhone, mostrano quello che hanno fatto".

Poi ci sono gli artisti del trucco e che in circa 7.000 contribuiscono alla piattaforma: "Vengono da ogni parte del mondo - sottolinea Tamar - Ne abbiamo diversi dai Paesi arabi, nello specifico dall'Egitto. Un altro, tra i più popolari, arriva dal Messico e si chiama Aurora. Un'altra è americana di Las Vegas. Poi c'è un israeliano incredibile. Quello che fa e arte vera: nella parte tra l'occhio ed il sopracciglio disegna una vera tela artistica. Tempo fa ha creato un sushi roll, pazzesco!". Uno dei trucchi per gli occhi che va più forte è un look particolare: si chiama 'Eyeliner Arabo'. "La gente - sorride Tamar lo adora". La maggior parte delle volte sono gli artisti che trovano Preen.me, ma capita che sia la piattaforma a cercarli: "Se vediamo qualche lavoro particolarmente interessante - spiega ancora Tamar - mandiamo una mail incoraggiando l'artista a condividere il lavoro sul nostro sito. Scelgono noi perché siamo sicuramente la piattaforma di distribuzione più grande esistente. Se si da un'occhiata sul nostro sito alla pagina 'artisti popolari' lo si vede da soli. E se si va sulla pagina profilo del singolo artista si possono vedere le loro migliaia di condivisioni".
Una foto tratta dal sito Preen.me - Foto: Ansa

Dalle proposte che ogni giorno arrivano per la piattaforma, si capisce bene che la primavera è alle porte: "La tendenza più forte - si sbilancia - sono le labbra, mentre le unghie, che hanno avuto il loro apice nel corso degli ultimi anni, sembrano avere avuto un arresto. Si vedono colori forti per le labbra, soprattutto nel tono dell'arancio e del corallo. Credo che sia una tendenza che sarà più chiara nei prossimi mesi".

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

Saloni di bellezzaEventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER