×
1 642
Fashion Jobs
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Analista di Processi Finance & Controlling
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Senior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Illuminazione - Design
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Head of Operations
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Addetto/a Lavorazioni Intermedie
Tempo Indeterminato ·
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Coordinatore di Magazzino - Department Store
Tempo Indeterminato · PALERMO
PARIS TEXAS
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MONZA
VICE VERSA SRL
Wholesale Area Manager For Local And Int. Markets
Tempo Indeterminato · MILANO
MANPOWER SRL
Business Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Credit Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Digital Acqusition Media Specialist Appartenente Alle Categorie Protette Legge 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Wholesale Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Media Strategist, Native Content & Affiliates
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Responsabile Sviluppo Franchising - Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Talent Acquisition Partner
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager- Russian Speaker
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO S.P.A
Retail Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Head of Supply Chain Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
International Wholesale Manager - Fragrances
Tempo Indeterminato · LUCCA
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
13 gen 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Prada: uomini usciti da un quadro di de Chirico incontrano post-punk curati e puliti

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
13 gen 2020

Pochi eventi riassumeranno meglio le principali tendenze per l'abbigliamento maschile più raffinato del momento dell’ultimo show di Prada, in cui lo spirito della New Wave ha incontrato il più grande pittore italiano del dopoguerra.

Prada - Autunno-Inverno 2020 - Menswear - Milano - © PixelFormula


Quando gli ospiti sono entrati nello svettante centro artistico della Fondazione Prada domenica pomeriggio, si sono trovati davanti a due enormi cortili infossati, nel mezzo dei quali si stagliavano due statue equestri scolpite completamente bianche. Gli elementi dei motivi pastello del pavimento, l’illuminazione soffusa e gli archi rossi evocavano tutti uno dei dipinti onirici di Giorgio de Chirico.
 
“Volevo far passare un messaggio antieroico, così la mia statua equestre doveva avere gambe esili”, ha ridacchiato la stilista Miuccia Prada.

Tuttavia, come le figure solitarie che popolano uno qualsiasi dei quadri a olio del pittore italiano nato in Grecia, i modelli del cast di Miuccia erano vestiti con cura, oltre la metà di loro con raffinati cappotti, che fossero lussureggianti montoni doppiopetto, o slanciati impermeabili tecnici in gabardina, e ancora trench in velluto a coste, o robusti cappotti di lana grigia. Il capospalla più intelligente è stato rifinito con ampie tasche applicate in microfibre impermeabili, sorta di versione contemporanea della divisa di un “ghisa”, il vigile urbano milanese di una volta.

Prada - Autunno-Inverno 2020 - Menswear - Milano - © PixelFormula


Giovani uomini indaffarati camminavano rapidamente attraverso le due piazze teatrali mentre il pubblico di circa 1.000 persone li guardava passare da gradinate posizionate otto metri sopra di loro.
 
Miuccia ha tagliato alcune giacche incomparabili, dotate di maniche ampie, risvolti larghi cinque pollici e forme avvolgenti, tanto che sembravano appartenere ai fratelli maggiori dei modelli. I colletti delle camicie erano lunghi e appuntiti, molti di coloro che sfilavano indossavano cravatte sottili e portavano con sé delle cartelle. Prima che lo show prendesse definitivamente quota con combinazioni di gilè di montone verniciati, pantaloni slim e stivali di gomma e da contadino con suole enormi.
 
“Volevo lodare il lavoro. Non solo l'idea del devoto artigiano, ma l'importanza e la vitalità del lavoro per tutti. Penso che la generazione dei millennials non l'abbia ancora molto capito. Pensano che tutto arrivi facilmente. Ma non è così. Devi lavorare molto duramente in questa vita per ottenere quello che vuoi. La generazione successiva sembra avere compreso questo concetto”, ha sostenuto la stilista italiana nel dietro le quinte dopo lo show. L’ovazione ricevuta da Miuccia è stata di gran lunga la maggiore ottenuta da un designer nei cinque giorni di sfilate tra Firenze e Milano.

Prada - Autunno-Inverno 2020 - Menswear - Milano - © PixelFormula


La colonna sonora era un brillante incontro tra i New Order e Richard Wagner, un assemblaggio di registrazioni bootleg dal vivo, il che significava che nessuno poteva rintracciare i brani su Shazam. Le copertine di due singoli dei New Order furono ispirate dai dipinti metafisici di de Chirico.
 
“L'ho trovato notevole, e il fatto che i New Order fossero dentro Wagner… loro erano soliti suonare L’oro del Reno per aprire i concerti! Quando l’ho scoperto...”, ha sorriso Miuccia, indicando con entrambe le mani un sentiero più avanti.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.