×
1 565
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Pitti Uomo 95 scommette su Y/Project, Aldomariacamillo e Slam Jam

Pubblicato il
today 12 nov 2018
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Si prospetta ricco di novità e denso di rivelazioni l’appuntamento numero 95 di Pitti Uomo, il salone della moda maschile leader a livello internazionale che si terrà a Firenze, in Fortezza da Basso, dall’8 all’11 gennaio prossimi. Oltre ai protagonisti già annunciati di questa edizione, il brand contemporay Y/Project, la neo-etichetta Aldomariacamillo e la società italiana Slam Jam, il programma della rassegna fiorentina si arricchisce di nuovi eventi, tra cui quello firmato Jon Koon, e di importanti conferme, come il progetto dedicato alla moda sud coreana Concept Korea.

AKAstudio - collective

 
“Y/Project è una dei fenomeni più interessanti del panorama del fashion degli ultimi anni”, ha dichiarato in occasione della conferenza stampa di presentazione del salone tenutasi a Milano, Lapo Cianchi, direttore della comunicazione ed eventi di Pitti Immagine (l’ente organizzatore della fiera).
 
Lo stilista belga Glenn Martens, dal 2013 direttore creativo del marchio parigino e vincitore lo scorso anno dell’“Andam Fashion Award”, presenterà a Pitti Uomo la collezione per l’AI 2019-20 in qualità di Menswear guest designer. “Il primo approccio con questo marchio è avvenuto in occasione di una sua sfilata a Parigi. Glenn è un designer che ama lavorare sui contrasti, unendo streetwear e couture, concettuale e pop, denim e sartoriale, con un alto grado di sperimentazione e divertendosi”, ha aggiunto Cianchi.

La sfilata di Y/Project, la cui location deve essere ancora rivelata, si terrà mercoledì 10 ghennaio intorno alle ore 17:00.
 
Altro punto di forza del salone invernale sarà la presenza di Aldo Maria Camillo, “Pitti Italics Special Event” della fiera. “Siamo molto contenti di averlo come ospite: si è distinto negli ultimi anni come uno dei designer italiani più promettenti, sebbene un po' sotto traccia”, ha spiegato Cianchi.
 
Per l’occasione, il designer romano (ex Ermenegildo Zegna, Valentino, Cerruti e Berluti) debutterà con l’omonima label, Aldomariacamillo. Il suo guardaroba “nasce da un tentativo di ammodernare un gusto classico con un tocco fresco” e andrà in passerella nel tardo pomeriggio di giovedì 11 gennaio, negli spazi della Leopolda.
 
Grande attesa, infine, per la celebrazione dei 30 anni di Slam Jam, la società italiana fondata nel 1989 da Luca Benini che “ha portato in Italia i grandi marchi della cultura urban americana”, ha sottolineato Cianchi, spiegando come l’elenco dei brand che saranno presentati dal gruppo sia ancora avvolto nel mistero. La location scelta per questo progetto aperto a tutti per l’intera durata del salone è il museo Marino Marini.
 
“L’apertura al pubblico è una novità per Pitti e rappresenta un formato su cui vogliamo insistere”, ha ribadito Cianchi, che si è poi soffermato anche sugli eventi al Dogana hub: l'installazione artistica e il fashion show firmati Haculla, brand ispirato dal lavoro dell’artista Harif Guzman e ideato dal giovane designer cino-americano Jon Koon, e la nuova collaborazione con Kocca per promuovere i fashion brand più interessanti del panorama sud coreano attraverso il progetto Concept Korea, che il 9 gennaio farà sfilare la collezione di Beyond Closet.
 
Anche Gucci darà il suo contributo: in occasione della giornata inaugurale del salone, l’8 gennaio, la griffe fiorentina rivelerà il nuovo allestimento del suo Gucci Garden, in Piazza della Signoria, che sostituirà quello dello scorso giugno in omaggio a Bjork. Cambiano anche gli interventi murali che occupano le zone di passaggio tra i vari piani della struttura e l’assortimento della boutique, che ospiterà una selezione di oggetti e capi di abbigliamento con le immagini di un’artista che per la prima volta collabora con la maison.
 
Cianchi ha concluso il suo intervento ricordando brevemente due progetti promossi da Pitti Immagine. In primis, la collaborazione con Ice Surface Temperature, il brand di ricerca di Kristian e Laura Guerra che rappresenterà l’Italia nella prossima edizione dell'International Fashion Showcase (11-25 febbraio), in concomitanza con la LFW di febbraio. Infine, il rinnovo della partnership con Modateca Deanna per la prossima edizione di Pitti Filati, dove il 23 gennaio, nella Sala della Ronda, sfileranno le collezioni di nove studenti internazionali dell’Accademia Costume e Moda di Roma.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.