Pitti Uomo parte a tutto colore con 1.178 brand

Anticipata da una partita di Calcio Storico Fiorentino che si è svolta a piazza Santa Croce il 15 giugno - evento promosso dal Centro di Firenze per la Moda Italiana, con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico e dall'Agenzia Ice - parte il 16 giugno l'edizione N.88 di Pitti Uomo. Fino al 19 giugno Firenze ridiventa l'indiscussa capitale della moda maschile e la manifestazione permetterà ai buyer provenienti da tutto il mondo di scoprire le collezione per la PE 2016 dei 1.178 marchi presenti in Fortezza da Basso.

Pitti Uomo protagoniosta in Fortezza da Basso dal 16 al 19 giugno

Una geografia dinamica e in continua evoluzione, quella di Pitti Uomo, sensibile a captare i nuovi climi della moda e ad esprimerli con nuovi e talora spiazzanti progetti. Come la nuova sezione Open che supera la distinzione di genere per dettare una precisa indicazione di stile o la proposta di Unconventional, nata per dare voce alle più grintose correnti luxury underground. E poi gli stili del menswear di domani esplorati da Futuro Maschile e dalle sezioni di punta nella ricerca fashion come Touch! e l’Altro Uomo, i progetti speciali lanciati dai nomi del design internazionale e le iniziative a supporto dei nuovi talenti. Senza dimenticare le altre anime della manifestazione: dall’eccellenza delle aziende del nuovo classico alla ricchezza del mondo dell’accessorio, ai brand che interpretano la modernità dello sportswear. Tutto questo in un contesto e in una nuova ottica che vede le collezioni femminili non più riunite sotto un’egida di genere ma distribuite secondo un concetto stilistico all’interno del salone.

Il tutto all'insegna del colore, tema guida dell'edizione di giugno, con un set design a cura di Oliviero Baldini grazie al quale la Fortezza da Basso si trasformerà in una caleidoscopica esperienza tra installazioni, giochi di luce e sorprendenti incursioni cromatiche.

Ospite per il menswear, Moschino, che sfilerà la prima collezione uomo disegnata da Jeremy Scott il 18 giugno a Palazzo Corsini Parione. A Nino Cerruti, protagonista da 50 anni della moda maschile, Firenze dedica la mostra "Il signor Nino", curata dallo stilista con Angelo Flaccavento: dal 16 giugno al 7 luglio nel Museo Marino Marini. Thomas Tait è invece il Womenswear Guest Designer di Pitti. Il giovane designer londinese di origini canadesi (nel 2014 ha vinto il 'LVMH Young Fashion Designer Prize') apprezzato per l'approccio couture e le forme scultoree delle creazioni donna, presenterà un evento il 17 giugno nella Limonaia di Zanobi del Rosso, nel Giardino di Boboli.

Il Designer Project di Pitti Uomo 88 sarà invece Carlo Brandelli, direttore creativo di Kilgour che unisce al suo menswear la tradizione di Savile Row: sempre il 17 giugno, debutterà in Italia a Palazzo Medici Riccardi. I Pitti Italics sono invece Arthur Arbesser, Casamadre e Louis Leeman.

Novità di Pitti 88 è la sezione Open, che supera la distinzione di genere maschile e femminile con proposte unisex. Le correnti dell'avanguardia di lusso sono visitabili a Unconventional, mentre gli stili di domani sono a Futuro Maschile e nelle sezioni di ricerca Touch! e l'Altro Uomo.

Non mancano le proposte dei marchi più tradizionali e un sezione dedicata ai paesi stranieri: Constellation Africa porta in pedana quattro stilisti che producono nei loro paesi d'origine: Dent de Man, MaXhosa by Laduma, Orange Culture e Projecto Mental. Tema guida del salone indicato da Agostino Poletto, vice direttore di Pitti Immagine è That's Pitticolor, che punta sul linguaggio del colore con un set design a cura di Oliviero Baldini a base d'installazioni, giochi di luce e del primo fashion film di Pitti Uomo firmato Luca Finotti E, che a partire da questa edizione inaugura la collaborazione con una serie di talentuosi registi che realizzeranno opere ispirate al tema del salone. Ci sono poi i progetti speciali.

Il Gruppo Tomasoni presenta il rilancio di Chucs, marchio fondato da Peter Finch, star hollywoodiana degli anni '50. Ispirato al lifestyle di icone come Robert Kennedy, Gianni Agnelli e Steve McQueen, Chucs propone per una linea di capi essenziali per l'uomo che viaggia.

WP Store celebra 30 anni di attività lanciando la 30th anniversary BlueBlack Collection: 20 prodotti a edizione limitata realizzati in collaborazione con 18 brand che hanno fatto parte della storia WP: Woolrich, Barbour, Baracuta, Paraboot, Spiewak, Engineered Garments, Nanamica, Mark McNairy New Amsterdam. Geox torna a Pitti in uno spazio indipendente, il Cortile del Medici.

Dirk Bikkembergs presenta la sua prima collezione di underwear, beachwear e sockswear prodotta da Perofil. Dopo il successo di gennaio Furla presenta la sua collezione uomo e svela il suo The Modern Man. Toms festeggia il suo 70/o.

CP Company di Enzo Fusco, celebra i 40 con la sua nuova Goggle Jacket e una statica di 40 capi negli spazi della Dogana. Saks Fifth Avenue celebra l'Italian Sartorial Style in collaborazione con Agenzia Ice di NY: una selezione di brand italiani per tre settimane a partire dal Father's Day, il 21 giugno, saranno in 6 vetrine nel flagship store Saks di NY e negli altri 39 store.

Torna "Who Is On Next? Uomo", VII edizione del concorso di ricerca di nuovi talenti della moda maschile (Pitti Immagine Uomo, AltaRoma e L'Uomo Vogue)che vede schierati i finalisti, Ilaria Lepore, L72, Miaoran, Omogene, Vittorio Branchizio per il pret-à-porter e per gli accessori, Mani del Sud e Marco Laganà.

Infine, il 19 giugno, a chiusura del salone, il primo Treno della moda permetterà a stampa e buyer di fare un vero Fashion Journey e di raggiungere ad alta velocità le passerelle delle sfilate di Milano Moda Uomo.
 

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Saloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER