×
1 294
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP-Relaxnews
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 giu 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Philippe Starck svela la nuova sedia Dior, e predice la fine del design

Di
AFP-Relaxnews
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
8 giu 2022

Philippe Starck si è fatto un nome rendendo straordinari tanti oggetti di uso quotidiano, ma il designer e architetto francese crede che la “smaterializzazione” della vita moderna renderà presto superflui simili talenti.

La "Miss Dior" di Philippe Starck - Foto: Dior - DR


"Qual è il futuro del design? Ebbene, non c'è, perché bisogna capire che tutto ha una nascita, una vita e una morte e per il design è lo stesso", ha detto all'agenzia di stampa francese AFP a margine del Salone del Mobile in corso a Milano.

Starck si trova in Italia per presentare una nuova sedia creata per la maison Dior, un aggiornamento dell'iconica versione della sedia con lo schienale a medaglione Luigi XVI che ha caratterizzato la prima boutique fondata da Christian Dior a Parigi nel 1947.

Starck, 73 anni, è uno degli inventori più prolifici della sua generazione, avendo progettato di tutto, da prestigiosi hotel a yacht di lusso, fino a mobili e oggetti bestseller, dagli spremiagrumi agli spazzolini da denti.

Il designer crede, tuttavia, che il progresso della tecnologia significhi che talenti come il suo potrebbero un giorno diventare ridondanti.

"Facciamo sparire tutto", ha detto, aggiungendo: "Guardate il vostro iPhone: il numero di prodotti che sostituisce, è straordinario".

"Tempo fa, un computer aveva le dimensioni di un edificio, una casa di periferia, ora è incastonato sotto la pelle".

Il processo giungerà al termine, dice con un sorriso, quando "l'uomo sarà nudo sulla spiaggia, ultra potente, ultra calcolatore, ultra comunicativo".

La nuova sedia Miss Dior è realizzata interamente in alluminio, disponibile in cromo nero, rame rosa o oro, mentre uno dei tre modelli ha un solo bracciolo, in modo piuttosto estroso.

La creazione viene realizzata due decenni dopo che Starck ha lanciato il modello ultramoderno “Louis Ghost” in plastica, rivelatosi un grandissimo bestseller, ispirato proprio alla sedia ‘a medaglione’ Luigi XVI del XVIII secolo con il suo caratteristico schienale ovale.

A differenza della sedia di plastica, però, che costava circa 350 euro (circa 370 dollari), la Miss Dior costa tra i 1.700 e i 5.000 euro. "Le sedie sono un esercizio interessante perché sono molto difficili, nonostante le apparenze... leggermente più facili che andare sulla Luna, ma non lontano da questo", ha scherzato Starck.

L’archistar francese voleva assicurarsi che la sua nuova creazione durasse nel tempo, quindi ha scelto un "materiale estremamente solido, estremamente tecnico, un alluminio molto ecologico e totalmente riciclabile". Starck è un appassionato sostenitore del design ecologico, e infatti tra le sue numerose creazioni appaiono anche biciclette elettriche, termostati intelligenti e turbine eoliche personali.

"L'ecologia, più d’ogni altra cosa, ci sta dicendo: ‘Voglio comprarlo, ma ne ho davvero bisogno?’. Se sei onesto con te stesso, l'80% delle volte diresti di no", ha detto Starck. Significa anche che acquistare qualcosa "per sempre - deve durare".

Philippe Starck fa risalire la propria ricerca del minimalismo industriale a suo padre, che disegnava aeroplani. "Per far volare un aereo, questo deve essere leggero, devi rimuovere tutto ciò che è inutile", ha detto.

E ha aggiunto: "Per tutta la vita ho cercato di trovare il centro delle cose, il senso delle cose, l'anima delle cose". Dice che le preoccupazioni per l'ambiente possono essere risolte "non producendo" - ma non si arrende ancora. "Ho un'idea ogni 16 secondi", sostiene.

Starck giustifica il progettare qualcosa chiedendosi "se l'oggetto è giusto, se merita di esistere, se è stato realizzato con il minimo di materiale ed energia, se è accessibile al massimo numero di persone, se porta... felicità, risate". Se permette anche a qualcuno di "sedersi, lavarsi, mangiare, allora in tal caso è utile e ne sono orgoglioso", conclude.
 

Copyright © 2022 AFP-Relaxnews. All rights reserved.